3 novità digitali in pillole

Giorni intensi per Bologna, tra fiere e progetti in cantiere. Tra le novità che l’Amministrazione ha messo in campo ne cito tre per dare informazione a tutti in pillole. Se siete interessati potete approfondire con i link:

>> E’ online il sito dedicato al Bilancio del Comune di Bologna: http://bilancio.comune.bologna.it/
Questo sito web ha lo scopo di rendere accessibile e trasparente il bilancio del Comune di Bologna, tenere informati i cittadini e tutti gli stakeholder, usando un linguaggio comprensibile e consentire così una maggiore partecipazione.

>> Il WIFI di Iperbole da oggi è più  semplice: per iscriversi non bisogna più recarsi allo Sportello Iperbole presso l’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico – Urp di Palazzo d’Accursio. Chiunque possieda un numero di cellulare può iscriversi quando è connesso a Internet, in un’area WI FI, ma anche online da casa o ufficio, ovunque si trovi nel mondo. Si conclude la fase di accesso completamente libero avviata con l’emergenza terremoto http://www.comune.bologna.it/wireless/it/register.

>> E’ online il nuovo blog iperbole2020 dedicato all’Agenda Digitale e alla Smart City bolognese. Potete visitarlo per seguire #agendagitalebo e partecipare alla realizzazione delle nuova Rete Civica.


Da oggi, Bologna ha 41mila km di fibra ottica accesa grazie al progetto MAN

Ora Bologna ha la sua MAN, la prima rete a banda ultra larga diffusa in tutta la città. Enorme il guadagno in termini di velocità e considerevole risparmio per quanto riguarda i costi di comunicazione: sono questi i due aspetti più importanti della realizzazione della Man-Metropolitan area network, la rete di banda larga che conta 327 punti di accesso, 260 chilometri di collegamenti, 41mila chilometri totali di fibra ottica. La MAN è il risultato di un progetto che ha visto coinvolti tutti gli enti pubblici presenti sul territorio e realizzata da Lepida nell’ambito del progetto “Rete Privata della Pubblica Amministrazione della Regione Emilia-Romagna”. Il Comune di Bologna, che ha promosso il progetto, ha investito 1,9 milioni di euro sui 4 milioni di euro di costi complessivi, inoltre ha messo a disposizione gratuitamente tutte le infrastrutture del sottosuolo disponibili (ad esempio i tubi della pubblica illuminazione ed altri cavidotti). Le diverse sedi della Pubblica Amministrazione presenti a Bologna (Comune, Provincia e Regione), dell’Università, della sanità (Azienda USL, Istituti Ortopedici Rizzoli, Azienda Ospedaliera Sant’Orsola-Malpighi), degli enti di ricerca (Enea, CNR) e degli uffici di rappresentanza dello Stato (Prefettura e Questura), sono completamente interconnesse in sicurezza su una rete di proprietà, indipendente dagli operatori di telecomunicazione esterni. Gli uffici sono collegati ad altissima velocità, dell’ordine di 1 Gigabit/sec. Leggi il seguito di questo post »


WIFI H24: da oggi il servizio wireless di Bologna e’ attivo 24 ore

A Bologna la primavera porta il wireless 24 ore su 24. Dal 22 marzo Iperbole Wi Fi estende infatti la navigazione gratuita senza fili: il servizio sarà attivo e accessibile tutto il giorno, tutti i giorni, 24 ore su 24. Nessun limite di tempo quindi: dalle attuali 3 ore da “consumare” nell’arco di una giornata si passa alla navigazione libera. Un altro passo in avanti per l’Agenda Digitale di Bologna promossa dalla Giunta comunale.

Leggi il seguito di questo post »


Eletto presidente della Commissione Innovazione dell’ANCI

Questa mattina, a Roma, sono stato eletto presidente della Commissione Innovazione e Tecnolgie dell’ANCI . La Commissione ha il compito di affrontare il progetto-paese dell’Anci, lanciato dal presidente Graziano Delrio, su Smart Cities e Agenda digitale. Insieme al Consiglio nazionale dell’Anci avremo il compito di interloquire con il Governo per realizzare i provvedimenti riguardanti il tema dello sviluppo delle città italiane intelligenti e sostenibili, portando avanti le istanze delle comunità territoriali e delle amministrazioni comunali. Per quanto mi riguarda si tratta di una bella sfida e di un punto d’osservazione davvero interessante in un momento di cambiamento nelle politiche per l’innovazione. Nelle dinamiche dello sviluppo economico e sociale europeeo i sistemi urbani sono sempre più centrali e anche per questo occorre recuperare il protagonismo dei Comuni. Leggi il seguito di questo post »


Una rivoluzione liberale a favore della cittadinanza digitale

Il 26 gennaio, alle ore 17:30 presso l’Urban center si svolgerà il primo incontro del percorso partecipato promosso dal Comune di Bologna per l’Agenda digitale della città. Il Comune, infatti, si è impegnato a dotarsi di un’Agenda Digitale seguendo l’esempio di altre città europee nel solco della “Strategia Europea 2020 per una crescita intelligente” e del nuovo Piano Telematico della Regione Emilia Romagna. Con questo percorso ci rivolgiamo a tutti quei cittadini e a quelle imprese bolognesi che vogliono essere protagonisti del futuro, anticipando e gestendo il cambiamento. Abbiamo bisogno di loro per innovare il modo di lavorare della Pubblica Amministrazione, ma sopratutto con loro vogliamo porre le basi per fare di Bologna una città all’avanguardia nel campo dei servizi digitali e tecnologici, proponendoci come la prima COMUNITA’ DIGITALE italiana a partire dalle azioni che possiamo mettere in campo come Amministrazione Comunale. Dall’inizio del mandato ho voluto spingere sul Digitale come frontiera per l’innovazione sociale ed economica del nostro territorio, perché credo fermamente che su questo campo si giochi la partita più importante per creare posti di lavoro, in particolare a favore delle nuove generazioni. Su questo fronte dobbiamo spingerci tutti al massimo, pubblico e privato, per migliorare la qualità della vita dei cittadini, semplificandola e alzando il livello dei servizi e delle opportunità che Bologna offre loro. Leggi il seguito di questo post »


Report primi sette mesi di giunta: le cose realizzate

Ieri, insieme a tutta la Giunta, il Sindaco Merola ha presentato alla stampa un report dedicato ai primi sette mesi di mandato amministrativo. Dal giorno in cui è stata nominata la squadra, sono passati circa 200 giorni nel corso dei quali abbiamo lavorato senza sosta per recuperare il ritardo “politico” in cui versava Bologna commissariata. Chi avrà la pazienza di leggere la trentina di cartelle di seguito allegate, potrà rendersi conto delle cose che abbiamo avviato o concluso in questa prima fase. Si tratta, a volte, di progetti che non raggiungono la ribalta dei riflettori, ma che toccano direttamente la vita delle persone. Mi riferisco ad esempio a quanto è stato fatto per le politiche abitative o per la mobilità sostenibile. Nell’avviare il mandato ci siamo trovati di fronte a molte questioni irrisolte da tempo e a quattro manovre finanziarie nazionali che hanno completamente cambiato il quadro delle risorse a nostra disposizione, ma sapevamo che sarebbe stata dura. Nonostante ciò, non abbiamo rinunciato anche ad andare oltre l’ordinaria amministrazione, aprendo percorsi importanti di investimento sul futuro di Bologna. Affrontare l’emergenza e la crisi significa anche non ripetere gli stessi errori del passato. Ogni semestre aggiorneremo il nostro rendiconto presentando lo all città. Buona lettura.


Agenda Digitale Bologna: online il blog per partecipare a Iperbole2020

Questa mattina abbiamo presentato il percorso dell’Agenda Digitale di Bologna durante l’evento “digital agenda for Europe going local”, delineando una prima mappa di priorità strategiche digitali per rendere Bologna più “intelligente”, “inclusiva” e “aperta”, ponendo le basi per uno sviluppo sostenibile su base ICT. L’Agenda digitale, infatti, deve contribuire a un coinvolgimento maggiore della cittadinanza, della società civile e del tessuto produttivo attraverso l’uso della tecnologia, collegando stili di vita e consumo, bisogni e aspirazioni di residenti, city user e turisti. L’Agenda digitale deve porsi al servizio della multiforme comunità bolognese, della sua coesione, delle sue relazioni e del suo potenziale di innovazione. Da oggi è online il blog iperbole2020.tumblr.com/, dedicato al percorso di partecipazione che resterà aperto fino a marzo. Oltre a raccontare particolari progetti territoriali e le fasi dell’agenda digitale del Comune di Bologna, Questo sito vuole essere un’area pubblica di sperimentazione per avviare pratiche di coinvolgimento della cittadinanza attraverso l’uso dei media sociali. All’interno, oltre allo spazio di segnalazione già disponibile su Iperbole, trovate un form per la co-progettazione e dire la vostra.