L’orgoglio emiliano e bolognese per una settimana a Lipsia

Bologna e Lipsia sono gemellate dal 2 maggio 1962.Una lunga storia di scambi e collaborazioni che quest’anno ha tanti significati in più. L’Emilia e Bologna nonostante le difficoltà del momento devono ripartire e non fermare la propria promozione internazionale. Ecco perchè, mille volte più convinti, saremo in Germania dal 5 al 9 giugno per raccontare le eccelnze della nostra terra nel campo di musica, enograstronomia, arte e cinema-documentario. Per celebrare il 50° anniversario del gemellaggio, infatti, i Comuni di Bologna e di Lipsia hanno messo a punto un programma di scambi ed eventi che si svolgeranno nell’arco di tutto l’anno. Momento centrale di questo programma sarà la “Settimana di Bologna a Lipsia”, una rassegna di eventi organizzata in collaborazione con alcune realtà rappresentative della città in ambito
culturale, artistico ed economico. Alcuni giovani del Conservatorio di Bologna G.B. Martini realizzeranno due concerti, formando un’unica orchestra con gli allievi della Leipzig Musikschule Johan Sebastian Bach; una mostra fotografica di Mimmo Jodice rappresenterà Bologna e i luoghi che più testimoniano il carattere di una città ricca e raffinata; alcuni film documentari realizzati dall’Associazione Documentaristi della Regione Emilia-Romagna (D.E-R) racconteranno la storia degli ultimi anni a Bologna. Coinvolta e in primo piano sarà l’Associazione Strada dei vini e dei spaori “Città Castelli Ciliegi” che presenterà il meglio del food emiliano, dall’aceto balsamico di modena, al grana padano, ai vini e ai salumi.  L’iniziativa ha l’obiettivo di promuovere il territorio bolognese a Lipsia dal punto di vista culturale, economico, enogastronomico, ma anche di rafforzare le relazioni tra le due città coinvolgendo sempre più soggetti locali nelle iniziative di collaborazione (Conservatorio, CEMI, Documentaristi, artisti, ecc.). Alla missione a Lipsia parteciperà l’Assessore alle Attività produttive e Turismo Nadia Monti.

Il programma degli eventi… Leggi il seguito di questo post »


#orgoglioemiliano … siamo ancora in piedi

Scrivevo il 31 maggio: “In queste ore sto ricevendo diverse segnalazioni di persone e turisti che avevano in programma di venire a Bologna e che stanno chiedendo rassicurazioni sulla situazione in città. Alcuni hanno anche cancellato incontri e prenotazioni per paura del terremoto. Vorrei rassicurare tutti costoro che Bologna è in piedi e sicura! resistiamo caparbiamente insieme a tutta l’Emilia… quindi venite a Bologna e non abbiate paura. Il mio è un appello anche ai mezzi di informazione affinché facciano passare questo messaggio. I giornali hanno il dovere di cronaca e devono raccontare la tragedia che sta colpendo molti comuni emiliani… credo sia altrettanto doveroso per loro fornire un quadro realistico che non descriva l’Emilia come una terra distrutta … il modo migliore per aiutare le popolazioni colpite e i Sindaci che stanno lavorando incessantemente per gestire la situazione è quella di dare messaggi di fiducia e di speranza. Abracciamoci, come ha scritto qualcuno, ma facciamolo davvero!”

Lo penso ancora… tanto è vero che venerdì 1 giugno interevenendo in Consiglio Comunale, al termine di una lunga relazione sulle nostre azioni sui controlli e azioni riguardo al terremoto, sono nuovamente intervenuto sul tema invitando la policitca e i media a collaborare per rompere la cappa di sfiducia che cerca di avere la meglio su ni noi…

Nonostante le risposte avute dai giornali, alcune razionali e misurate, altre davvero inqualificabili… continuo a pensarla nello stesso modo.

#orgolioemiliano #ancorainpiedi

Un’immagine per raccontarlo anche sui socialmedia.