Tra il dire e il fare, la differenza è fare

Sabato scorso, Riccardo Luna ha speso delle belle parole su di noi dalle pagine de La Repubblica. Ha parlato di una città e di un’amministrazione capaci di raggiungere risultati importanti nel campo dell’Agenda digitale e della collaborazione civica. Fa piacere, chiaramente. E’ segno che non siamo più solo una ‘strana’ coincidenza del destino. A Bologna è tornata una forte ‘febbre del fare’. La spinta a cambiare il Paese, a ricostruire una capacità di vedere il futuro passa da qui. Lo ha affermato anche il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, pochi giorni fa, in visita personale al MAST e al nuovo Opificio Golinelli. Opere che, seppure con approcci differenti, rappresentano la strada che una grande impresa può intraprendere in collaborazione con le istituzioni locali per restituire alla comunità valore sociale; scommettere sulla diffusione della cultura del cambiamento, i linguaggi dell’arte contemporanea, della divulgazione scientifica, dell’educazione all’imprenditorialità. A partire dai più giovani, MAST e Opificio raccontano un ‘made in Italy’ vero e profondo, che ruota attorno alla formazione culturale e scientifica dei ‘buoni cittadini’ di oggi e di domani. A Bologna, però, è cresciuto anche molto altro negli ultimi quattro anni. Ad esempio, una rete diffussa di luoghi rigenerati e aperti alla città, come Le Serre dei Giardini Margherita, il Mercato Sonato, la Velostazione, i progetti Eta Beta in via Battirame e Instabile Portazza, Kinodromo in via San Rocco e Pietralata, il fablab di MakeinBo in Piazza dei Colori, il progetto Empori solidali Case Zanardi, le Cucine popolari, le Social street, i laboratori degli istituti tecnici aperti al mondo dell’impresa (e potrei continuare). Una rete di comunità attive e collaborative, di imprenditorialità sociale, culturale e creativa, che non gestisce unicamente dei ‘beni comuni’ ma li rigenera. Leggi il seguito di questo post »


Wifi a Bologna nei centri sociali per anziani

Grazie al progetto Iperbole FA Centropromosso da ANCeSCAO, e realizzato nell’ambito dell’Agenda Digitale del Comune di Bologna,  la rete wi-fi Iperbole Wireless sbarca nei centri socioculturali. Il progetto, illustrato pubblicamente ieri, prevede l’installazione di router wi-fi all’interno di 30 centri socioculturali della città, nei quali la presenza della rete wifi aperta e gratuita faciliterà la diffusione della cultura digitale e la riduzione del digital divide verso la popolazione anziana. Aumentano quindi i punti di accesso libero alla rete civica: le aree servite dal WIFI pubblico sono oltre 60, coperte da oltre 200 access point collegati alla fibra ottica della MAN (Metropolitan Area Network), la rete delle pubbliche amministrazioni della città, che garantisce al sistema wireless pubblico migliori prestazioni e maggiore banda internet a disposizione. Alle aree pubbliche se ne aggiungono oltre 20 sponsorizzate da privati, esercizi commerciali e associazioni. La mappa delle aree coperte progressivamente fornisce un censimento in continua evoluzione del wifi cittadino, comprensivo anche del wifi privato ad uso pubblico. Leggi il seguito di questo post »


Turismo Bologna: premiati da National Geographic e DTTT award 2013

Il premio internazionale #DTTT 2013 grazie al contest social media free trip dedicato a Londra e la copertina dell’ultimo National Geographic Traveller (dopo CNN, Indipendent e molti altri media stranieri).. Due nuovi successi per la promozione turistica della città targata Comune di Bologna e Bologna Welcome. E’ il frutto di un lavoro che stiamo portando avanti dedicato a rilanciare la reputazione della città a livello internazionale. Particolare attenzione abbiamo riservato al mercato inglese e ai giornalisti e fotografi stranieri. I risultati di oggi ci premiano, segnando anche un +7% del turismo nel 2013 con una crescita forte dei visitatori anglosassoni e americani. Bologna è una città che piace al mondo per la sua autenticità, la sua vita culturale e per la magia che regala ai visitatori del mondo, sempre più annoiati dalle solite mete patinate e finte. Parafrasando i fratelli Coen: ‘Se non è mai stata nuova e non invecchia mai, allora è una canzone folk che parla di Bologna’ “. Leggi il seguito di questo post »


Betsy Hoover, consulente di Obama per la campagna del 2012

hooverIl 25 settembre, dalle ore 15.00 alle 19.30 in Biblioteca Sala Borsa presso l’Auditorium Biagi, sarà con noi Betsy Hoover, collaboratrice di Barack Obama per la comunicazione e i media sociali della campagna del 2012, che toccherà temi centrali per le politiche del Comune di Bologna come specialista riconosciuta sulle attività di costruzione di comunità on e off line per il coinvolgimento con strategie di comunicazione aperte. L’evento, organizzato grazie al supporto dell’Ambasciata degli Stati Uniti e dell’Associazione bolognese Girl Geek Dinners Bologna, si aprirà alle 15 con un’introduzione sulle strategie digitali dell’Amministrazione comunale per la nuova rete civica e la presentazione dei risultati della selezione dei progetti presentati a seguito del Bando Agenda Digitale; continuerà con la presentazione del progetto regionale MadlER e del progetto europeo iCity che sta implementando una piattaforma di open data e servizi per sviluppatori di applicazioni di pubblica utilità: è previsto un momento di networking tra i presenti. Leggi il seguito di questo post »


Una sera a cena con Arda Türkmen

Il celebrity chef turco Arda Türkmen dal 6 settembre è a Bologna per il weekend di cucina che inaugura il nuovo progetto “Social Media Free Trip” promosso da Turkish Airlines e Comune Bologna tramite Bologna Welcome, in collaborazione con l’Aeroporto di Bologna, per favorire il turismo di passeggeri provenienti dalla Turchia e dal resto del mondo. Arda Türkmen inaugura la versione rivolta al mercato turco di Social media free trip. Leggi il seguito di questo post »


Socialmedia free trip: dove siamo andati a finire?

image

Londra poi Istanbul, queste le prime conquiste della strategia digitale di Bologna Welcome per promuovere la nostra città. Dopo un anno circa di attività, fa il punto aul nostro lavoro il sito Digital Tourism, think thank e osservatorio internazionale dedicato al turismo.

With a large number of consumers browsing the web and getting inspired for travel through their social networks, Bologna Welcome is now taking advantage of social networks. Instead of using bloggers, Bologna Welcome decided to use “ordinary” travellers.
Leggi il seguito di questo post »


Blogville: nuova edizione per i blogger ospiti a Bologna

PresentazioneBlogville2013Martedì 30 aprile, abbiamo presentato la seconda edizione del format di Apt Servizi Emilia Romagna dedicato ai travel blogger di tutto il mondo che vogliono raccontare la regione e le sue attrattive turistiche. Tra aprile a fine luglio, e settembre e fine ottobre, ospitati in un appartamento nel centro storico di Bologna più di 70 blogger internazionali, con presenze, per la prima volta, anche da Brasile e Cina. Altre novità della seconda edizione: un “resident blogger” di “Iambassador” (gruppo di travel blogger tra i più importanti della rete), per coordinare i singoli ospiti assieme ad Apt Servizi, e il “Social Wall” di Blogville, bacheca virtuale aggiornata in tempo reale con tutti i post dei blogger. Leggi il seguito di questo post »