Un Patto per la lettura e la conoscenza

A Bologna abbiamo deciso di sottoscrivere un Patto di collaborazione per promuovere la lettura quale bene comune. Come Comune e Istituzione biblioteche abbiamo lanciato la cosa in aprile attraverso un avviso pubblico e sabato 17 novembre ne è stato presentato l’esito. Sono 140 le realtà che hanno aderito, tra associazioni, istituzioni e gruppi di lettura composti da semplici cittadini e cittadine. In qualità di Assessore alla Cultura ho avuto il compito di illustrare questa scelta nel corso di un incontro che si è tenuto presso il foyer del Teatro Comunale, davanti a una sala piena e attenta. Le aspettative sono alte. Si sente la voglia di lavorare insieme. Nei prossimi giorni comunicheremo le date di alcuni gruppi di lavoro che daranno seguito ai principi del Patto sottoscritto, individuando progetti e interventi da mettere in campo. Le idee arrivate sono tante, una ricchezza di competenze e di esperienze davvero unica. A testimoniare, ancora una volta, la forza di Bologna insita nella collaborazione. Leggi il seguito di questo post »


Si Vota! bilancio partecipativo 2018

31CE034B-B289-4512-A200-9055879BBD6DAnche quest’anno, per il secondo anno consecutivo, il Comune di Bologna mette a disposizione 1 milione di euro per progetti ideati dai cittadini all’interno dei laboratori di quartiere del Bilancio partecipativo, un processo di coinvolgimento, coordinato e gestito dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana in stretta collaborazione con i Quartieri e con il supporto scientifico dell’Università di Bologna. I cittadini, partecipando ad assemblee e via web, hanno proposto progetti per migliorare il proprio quartiere che ora saranno sottoposti al voto. Quelli più votati per ciascun quartiere saranno realizzati. Nell’edizione 2017 hanno votato 14.580 cittadini e i progetti vincitori saranno realizzati entro il 2019. Leggi il seguito di questo post »


Bandi sport, cultura, giovani nei quartieri

LQ_facebook_coverevento_1Questi bandi per lo sport, la cultura e i giovani nei quartieri li avevamo annunciati, ora sono online. In linea con quanto emerso dai Laboratori di Quartiere 2017, il Comune ha lanciato la sfida alle povertà educative e lo fa investendo 6,6 milioni di euro per rafforzare, di cui circa 2,5 milioni messi a disposizione dei progetti proposti dal mondo del Terzo settore. In particolare, una prima misura è relativa ad un finanziamento di 1.7 milioni di euro che saranno dedicati ad attività di contrsto alle povertà educative (target 11-35 anni) su 17 aree, 6 in area metropolitana e 11 nella città di Bologna. Accanto a questa iniziativa, troverete due bandi specifici da 100 mila euro l’uno (che ripeteremo ogni anno) finalizzato a finanziare proposte di cultura e sport per l’inclusione sociale a livello locale. Si tratta del ‘Piano Innovazione Urbana’, che raccorda le scelte e i progetti dell’Amministrazione con le potenzialità e le reti che nascono dall’impegno diretto dei cittadini e delle comunità, nelle varie e libere forme in cui si esprimono. L’obiettivo è diffondere le opportunità in un’ottica di valorizzazione, per privilegiare la rigenerazione, la creazione di relazioni e l’emersione di competenze diffuse in tutta la città. Risorse inedite che dedicchiamo alle zone socialmente più fragili della nostra città. Leggi il seguito di questo post »


Bologna città aperta… alla cultura

BoEstate-218x300.pngdi Andrea Maioli (il Resto del Carlino – Bologna)

Assessore Lepore, sarà un’estate lunga per cultura e spettacolo… prime impressioni?
“Dopo un mese e mezzo su 5, siamo a 250mila presenza che comprendono ovviamente tutti gli eventi inclusi quelli di massa come Cinema Ritrovato, Biografilm, concerto dello Stato Sociale…”

Gli assessori alla cultura del Comune sono sempre stati accomunati da una dichiarazione di intenti: no agli eventi. E lei?
“L’eventologia non mi piace. Ho scelto una strada diversa: non un solo grande festival che avrebbe prosciugato tutti i soldi i una settimana senza lasciare molto sul territorio, ma un investimento diffuso su 5 mesi di programmazione per recuperare anche zone come Montagnola o area universitaria.”
Leggi il seguito di questo post »


20 giugno, presentazione bandi e Fondazione Innovazione Urbana

bologna-urban-center-1024x732L’intera giornata di mercoledì 20 giugno sarà dedicata alla presentazione della Fondazione per l’Innovazione Urbana e ai bandi di finanziamento per il pogramma “L’immaginazione civica nei quartieri e la sfida alle povertà educative” . Alle 10 nell’Auditorium Biagi di Salaborsa (Piazza Nettuno 3), alla presentazione interverranno il sindaco Virginio Merola, il prorettore vicario dell’Università di Bologna Mirko degli Esposti e il presidente della Fondazione per l’Innovazione Urbana Raffaele Laudani. Alle 11 è in programma la tavola rotonda “L’innovazione urbana, i quartieri, le comunità”: introduce e modera Simona Beolchi (Fondazione Innovazione Urbana), ne parlano Simone Borsari, presidente del quartiere San Donato-San Vitale, Sofia Carnevali, partecipante di Lab Under 2017, Andrea Mochi Sismondi, Ateliersi, partecipante di U-Lab, Nicola Romagnoli, partecipante al Bilancio Partecipativo 2017. Le conclusioni saranno di Giovanni Ginocchini, direttore della Fondazione per l’Innovazione Urbana. Alle 12 saranno presentati i bandi “L’immaginazione civica nei quartieri e la sfida alle povertà educative” con la vicesindaco con delega alla scuola, Marilena Pillari, e l’assessore alla cultura, promozione della città e immaginazione civica, Matteo Lepore. Il convegno sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina Facebook della Fondazione. Leggi il seguito di questo post »


Bilancio partecipativo 2018: i cittadini propongono 114 progetti

27707057108_1dcc44ab76_zSono 114 le proposte arrivate dai cittadini per l’edizione 2018 del Bilancio partecipativo. Nel periodo tra il 2 maggio e il 4 giugno scorsi sono stati presentati 63 progetti negli incontri promossi nei sei quartieri della città e altri 51 sono stati inviati attraverso il sito web dedicato. Qui l’elenco delle proposte: http://www.comune.bologna.it/pianoinnovazioneurbana/terminata-la-fase-emersione-delle-proposte-bilancio-partecipativo-2018/. A partire da oggi comincia la fase dell’approfondimento: ogni proposta verrà analizzata e ne verranno studiati gli aspetti di fattibilità di tipo tecnico ed economico in base alle zone di riferimento del Bilancio partecipativo per l’anno 2018. Leggi il seguito di questo post »


Engaged Cities, the winner is Bologna!

IMG-4998.JPGBologna è una delle città vincitrici del premio Engaged Cities. Si tratta del riconoscimento dell’organizzazione internazionale Cities of Service, realtà no profit che aiuta i Sindaci a costruire città più forti, cambiando il modo in cui i governi locali lavorano insieme ai cittadini. Il premio, 70 mila dollari, è stato consegnato ieri sera a New York al Sindaco Virginio Merola direttamente da Michael Bloomberg. La Bloomberg Philantropies dell’ex sindaco della città statunitense sostiene infatti questa iniziativa che rientra nel programma nato per dare maggiore potere ai leader locali per generare nuove idee e politiche rivolte al progresso attraverso la collaborazione con la cittadinanza. Assieme a Bologna le altre città vincitrici sono state Santiago De Cali, in Colombia, e Tulsa, in Oklahoma. Alla cerimonia ero presente anche io in qualità di assessore all’Immaginazione Civica. Leggi il seguito di questo post »