Bologna trasforma il CIE in Centro di accoglienza

Mentre continuano ad arrivare notizie drammatiche dal Mediterraneo e da Lampeusa, Bologna fa la sua parte. Dopo le richieste del sindaco Virginio Merola e l’Amministrazione comunale tutta, supportata da molte voci della società civile e del territorio, la nostra città e la prima ina Italia a trasformare il vecchio CIE (Centro di Identificazione ed Espulsione) in un luogo di accoglienza per profughi in fuga dalla guerra. Tanti si sono impegnati affinchè il CIE collocato in via Mattei da circa 10 anni, non riaprisse più con la stessa funzione e così venerdì scorso a fronte di nuove arrivi di 200 profughi annunciati sul nostro territorio, il Ministero degli Interni ha consentito nel giro di 24 ore che il CIE venisse convertito in un luogo di prima accoglienza. In questa foto è stata catturata un’immagine evocativa ed importante dell’evento, durante lo smontaggio del portone di ferro all’ingresso del Centro. Leggi il seguito di questo post »