La settimana delle biblioteche in Piazza Verdi

Le biblioteche comunali rappresentano un’ importante infrastruttura del nostro welfare culturale. Per questo come Assessore alla Cultura ho proposto di organizzare una settimana dedicata alla promozione della lettura in Piazza Verdi. Dal 18 al 24 giugno, ogni sera scrittori e bibliotecari si racconteranno per riavvicinare il pubblico alla lettura in un paese agli ultimi posti nelle classifiche europee per percentuale di lettori tra la popolazione. Nella nostra città le bliboteche comunali sono 17, un patrimonio librario di oltre 2 milioni di volumi e oltre sette mila appuntamenti organizzati, tra incontri di lettura, corsi ed eventi. Da stasera, sette appuntamenti per innamorarsi di questi luoghi aperti a tutti ,dove l’accesso alla conoscenza e la possibilità di trovare informazioni sono riconosciuti come un diritto fondamentale di cittadinanza. Alle 18 presso il foyer del Teatro Comunale, inoltre, daremo il via al percoso per il Patto della lettura dedicato al coinvogimento di tutti i soggetti attivi nel settore a livello bolognese. Potranno aderire e dare il proprio contributo soggetti pubblici e privati, istituzioni culturali, Università, imprese, professionisti, associazioni, gruppi di cittadini che intendono impegnarsi per ideare e sostenete progetti per stimolare la lettura. Leggi il seguito di questo post »


Bologna Estate: libri, via Zamboni, i 300 scalini, La Repubblica delle idee

Bologna Estate foto Dire-2.jpgSono intervenuto ieri a Radio Città del capo intervistato nel corso del programma Piper. Insieme a Massimo Colletti, abbiamo parlato di Bologna Estate 2018 e del patto cittadino per promuovere la lettura. Il 18 giugno prossimo nel foyer del Teatro Comunale inviteremo tutte le realtà pubbliche e private della città per condividere questo percorso e per creare un’agenda di impegni. Vogliamo rafforzare l’investimento del Comune nelle 17 biblioteche pubbliche che ci sono in città, con nuove assunzioni e nuove risorse. Un milione di euro nei prossimi due anni,  provenienti dai fondi europei, da mettere nelle biblioteche e nel contrasto alle povertà educative. Oggi le biblioteche per fare programmazione nei quartieri hanno budget zero e noi intendiamo rafforzare questi luoghi che sono sempre di più un punto di riferimento sociale fondamentale. Ma sono anche altri i temi affrontati a Piper, da cosa significa occuparsi di cultura in una città come Bologna, al programma di via Zamboni e La Repubblica delle idee. Leggi il seguito di questo post »


Un patto per la lettura a Bologna

patto letDa il Corriere di Bologna del 28 marzo – Romano Montroni chiede un patto per la lettura e l’assessore alla Cultura Matteo Lepore risponde. Anzi, a quanto dice, ci stava già lavorando. Insieme alla presidente della commissione cultura Federica Mazzoni. L’idea lanciata sulle pagine del nostro giornale dallo storico libraio e presidente del Centro del libro del Mibact, insomma, era in nuce nelle stanze del palazzo. Tanto che Lepore ha in cantiere, per il progetto, lo stanziamento di parte dell’avanzo della tassa di soggiorno e una settimana d’estate, sul palco di piazza Verdi, come preludio delle iniziative legate al libro. Lo ha dichiarato ieri in Consiglio comunale. Un patto prevede dei sottoscrittori: chi sono? «Attori istituzionali e privati, tra librerie e professionisti dell’editoria, associazioni e gruppi di lettura. Naturalmente un ruolo fondamentale dovrà svolgerlo l’Istituzione biblioteche. Abbiamo parlato con la direttrice Anna Manfron». Leggi il seguito di questo post »


Piazza Verdi e la maledizione dei Bentivoglio

9708008.jpgSta facendo molto discutere la costruzione di una installazione a forma di torre in Piazza Verdi a Bologna, montata in occasione del progetto Winter Village. E se fosse una provocazione? L’intervento temporaneo durerà fino a febbraio e ospiterà numerose inizative a partire dalla prossima settimana, un programma di eventi e incontri dedicati al recupero della zona universitaria. Si tratta di una nuova tappa del percorso avviato già l’estate scorsa, alla quale seguirà entro marzo un bando-concorso di idee per andare ancora oltre. Architetti, progettisti, operatori culturali dunque ora tocca a voi, accettate la sfida? intendete misuravi con la difficile quedtione di proporre una modalità di gestione dello spazio pubblico e della socialità in grado di migliorare la vivibilità e l’offerta culturale dell’area? o anche voi avete paura della maledizione dei Bentivoglio? Su questo sono intervenuto ieri mattina in Consiglio Comunale per rispondere alle domane dei consiglieri d’opposizione. Di seguito la mia risposta, qualche dettaglio in più sul percorso che stiamo portando avanti e cosa c’entrano i Bentivoglio. Leggi il seguito di questo post »


Intervista a Radio Città del Capo sulle ultime…

Questa mattina sono intervenuto ai microfoni di Radio Città del Capo. Abbiamo parlato di Banda Larga, Piazza Verdi, Comunicazione, PD e Diritti Civili…

Ascolti l’intervista?


Nuove regole per utilizzare le piazze del centro storico

Nella giunta di oggi, abbiamo approvato un atto di indirizzo per dare nuove regole all’utilizzo delle piazze del centro storico. Da gennaio 2012, sara’ in vigore un nuovo regolamento che avrà l’obiettivo di migliorare e semplificare le procedure di richiesta per eventi nelle piazze: Maggiore, Nettuno, Verdi, San Francesco, Nettuno, Quadriportico Palazzo Re Enzo, XX settembre e Giardini Margherita. Al centro del provvedimento la volontà di valorizzare lo spazio pubblico in centro storico, dando vocazioni diverse ad ogni piazza per eventi culturali, istituzionali e commerciali. Particolare attenzione verra’ rivolta a Piazza Maggiore, che vedrà un’agenda di eventi selezionati per importanza istituzionale e culturale di rilievo, ma soprattutto allestimenti consoni al contesto. Per predisporre il regolamento si e’ deciso di avviare un’istruttoria e di congelare la possibilità di proporre ulteriori eventi non ancora programmati, tra novembre e dicembre 2011. Il nuovo regolamento definirà meglio anche i costi di utilizzo delle piazze e vincolerà gli organizzatori a sostenere le spese dovute per occupazione di suolo pubblico e pulizia.


Nuova e bella aria in Piazza Verdi…o no?

Oggi, prima di andare all’inaugurazione della nuova Piazza Verdi ho scritto poche righe su Facebook: “Questa Domenica alcuni giornali hanno scritto che la riqualificazione di Piazza Verdi è una sfida per la nuova amministrazione (giusto)…io credo sia una sfida per tutti, perchè senza il rispetto e l’impegno di tanti lo spazio pubblico non può vivere…c’è una “nuova, bella aria” in città, se vogliamo che continui e cresca, ognuno deve trovare il modo di fare la propria parte. C’è chi lo chiama senso civivo, chi ordine, chi cultura, chi amore per la città, chi creatività…chiamatelo come vi pare, ma facciamo sì che da oggi Piazza Verdi sia la Piazza di tutti…(e poi passiamo alla prossima)“. Diverse persone le hanno commentate, ponendo varie questioni, in parte simili a quelle poste dai cittadini che oggi sono passati all’inaguruazione. Qui riporto alcune delle loro riflessioni. Leggi il seguito di questo post »