La musica di Bologna nel mondo

Bologna International Opera Academy, Masterclass dedicato allo studio dell’Opera.

La musica di tutto il mondo parte e arriva a Bologna città della musica Unesco. Anche quest’anno attraverso un bando comunale, sono stati selezionati 19 progetti di internazionalizzazione musicale ritenute più meritevoli su un totale di 52 domande pervenute. Il bando da 50 mila euro aveva il compito di aiutare musicisti, artisti e operatori a presentarsi sul piano internazionale, oppure in grado di accogliere artisti provenienti dalle altre Città Creative della Musica Unesco. Le proposte sono state valutate tenendo conto della qualità del progetto in relazione a creatività e innovatività, della fattibilità tecnica ed economica, della rappresentatività del territorio bolognese. Sono stati inoltre privilegiati i rapporti internazionali già intrattenuti dalla città e le iniziative di scambio con sedi ospitanti prestigiose e idonee a sostenere la notorietà di Bologna come città creativa, per la prima volta a livello metropolitano. Ritengo questa nostra misura molto valida e penso sarebbe importante fosse mutuata dalla Regione Emilia-Romagna attraverso la prossima legge sulla Musica che la Giunta Bonaccini e l’Assessore Mezzetti hanno deciso di promuovere. Di seguito i progetti vincitori e le destinazioni.

Leggi il seguito di questo post »


Bando per i musicisti in viaggio

città-della-musica-620x330Anche quest’anno sosteniamo progetti di musicisti e operatori culturali che si presentano sul piano internazionale attraverso festival, tournée e scambi, oppure in grado di accogliere artisti provenienti dalle altre Città Creative della Musica UNESCO. L’avviso pubblico mette a disposizione contributi di max. € 3.000, per un totale di € 50.000, destinati a progetti da realizzare dall’agosto 2017 sino al dicembre 2018. I destinatari sono soggetti attivi nell’area della Città Metropolitana di Bologna, ripartiti tra associazioni e altre istituzioni sociali private (euro 40.000), imprese e liberi professionisti (euro 5.000), scuole e istituti di formazione pubblici (euro 5.000). Leggi il seguito di questo post »


2′ aggiornamento regole artisti di strada a Bologna

Abbiamo aggiornato le regole per gli artisti di strada che si esibiscono a Bologna. Le nuove disposizioni, approvate dalla giunta comunale, sono il risultato del monitoraggio svolto dal tavolo tecnico periodico composto dal Comune di Bologna, da una rappresentanza di residenti e operatori privati del centro storico, in particolare dell’area T (Indipendenza-Rizzoli-Ugo Bassi) e da un gruppo di artisti di strada che frequentano la città. Per questo li ringrazio, perché sono stati protagonisti di un confronto importante che ha l’obiettivo di continuare a valorizzare l’arte di strada e tutelare residenti e lavoratori della T. Si tratta di un secondo aggiornamento, infatti avevamo già trattato l’argomento anche qui nel blog. Il tavolo di monitoraggio continuerà a lavorare per migliorare il nostro lavoro attorno agli obiettivi che ci siamo dati. Vogliamo collaborare per il bene comune. Leggi il seguito di questo post »


A Casa di Lucio

16602209_267690883664038_9096563352530033593_oDal 20 febbraio sono disponibili i biglietti per le visite guidate e gli eventi della rassegna ‘A Casa di Lucio va in città’, che si terrà a Bologna tra il 2 e 4 marzo. Il progetto ha preso vita due anni fa per celebrare l’anniversario dalla morte di Lucio Dalla. Dopo l’edizione 2015 nella grande casa di via D’Azeglio e dopo l’edizione romana dello scorso anno in collaborazione con Radio Rai, l’evento ritorna a Bologna e diventa ‘A Casa di Lucio va in città’. L’appuntamento è con una serie di percorsi sui luoghi bolognesi di Lucio Dalla, condotti da relatori d’eccezione. Come Comune sosteniamo il progetto perché crediamo rappresenti un’iniziativa e un’opportunità non solo per ricordare un grande artista, ma anche per promuovere Bologna come Città della Musica nei prossimi anni. Personalmente, ritengo che Dalla non sia da trattare come un nostro feticcio, liquidandolo con una rassegna che ricorda Lucio per tre giorni l’anno. Abbiamo il dovere di costruire un progetto culturale di alto livello, da presentare al Ministro della Cultura Dario Franceschini. Pertanto, l’amministrazione è al fianco della Fondazione Lucio Dalla e di chi propone collaborazioni, ma serve un’attenzione nazionale. Dalla è un patrimonio italiano e semmai un’occasione per uscire dall’isolamento culturale nel quale troppo spesso Bologna si rinchiude. Riflettiamo, non accontentiamoci. Leggi il seguito di questo post »


Una statua per Freak

11Caro Pubblico di Merda, cari amici e cari fans tutti, è arrivato il momento di dimostrare a Freak la vostra infinita generosità (non fate le lime come al solito) per regalargli una statua vera, di quelle durature, un simbolo capace di rappresentarlo per le sue idee e la sua arte, ma allo stesso tempo per ricordare a tutti noi di lottare sempre per quello in cui crediamo! Freak ringrazia anticipatamente!!!

Questo è l’invito, l’incipit del progetto ‘Una statua per Freak’ che l’Associazione We Love Freak ha deciso di tributare all’amico e idolo locale Roberto Freak Antoni, fondatore degli Skiantos. Pregiato marmo di Carrara che a suon di crowdfunding arriverà presto a Bologna, collocato in un luogo per ora segreto. Nel terzo anniversario della morte, il progetto è stato presentato al grande pubblico domenica 12 febbraio presso i Teatri di Vita, nel corso di una serata tributo. Leggi il seguito di questo post »


Sale prova Villa Mazzacorati

corsi-musicaOccuparsi del Patrimonio comunale è una bella sfida. Occorre avere una strategia generale, ma anche entrare nel merito di ogni singola situazione; ogni edificio e terreno di propietà comunale o gestito dal Comune. Uno di questi casi è Villa Mazzacorati. Sui giornali di oggi la notizia del prossimo abbattimento di due salette prova musicali, collocate nella parte retrostante del parco settecentesco. Quando alcuni giorni fa sono stato informato della cosa, non posso negare di avere fatto un piccolo salto sulla sedia. Conosco i ragazzi del Laboratorio Musicale da quando ero Consigliere di Quartiere a Savena e insieme nel 2002 abbiamo firmato la convenzione che inaugurava il progetto ‘Scuole aperte’. L’obiettivo era avvicinare i ragazzi più giovani alla scoperta della musica. Ogni anno si organizzano corsi di chitarra, batteria, canto, tastiere, tromba nelle tre scuole medie presenti sul territorio del Quartiere Savena (Guercino, Da Vinci, Farini). Un modello innovativo per l’utilizzo delle aule scolastiche fuori orario e di collaborazione con il territorio. Sempre insieme abbiamo fondato la Sala di registrazione musicale che ha sede presso il Centro Sandro Pertini, in via della Battaglia. Ieri ci siamo reincontrati per affrontare il problema che li vede coinvolti. Leggi il seguito di questo post »


Largo all’Avanguardia

skiantosNei giorni scorsi, insieme a Dynamo, FRONTIER, IsArt e l’Associazione We love Freak abbiamo presentato due nuovi progetti artistici all’interno della Velostazione. “Largo all’Avanguardia”, la realizzazione di un’opera murale dedicata a Roberto Freak Antoni attraverso un concorso rivolto agli studenti del Liceo Artistico di Bologna e “B-wall” il nuovo format elaborato da “Frontier-la linea dello stile”, che prevede di invitare artisti italiani e stranieri a realizzare un’opera murale nella sala all’ingresso. In questo post vi lascio qualche informazione e concludo con un invito. Ma vorrei partire, dalla decisione di dedicare a Freak la Velostazione. Una scelta punk, così mi sono permesso di definirla.

Leggi il seguito di questo post »