Partecipazione digitale: 5 proposte per Bologna

digitaldemocracyPartecipazione, governo condiviso, innovazione sociale, cittadinanza attiva sono termini centrali nell’Agenda Digitale, approvata nei mesi scorsi dal Comune di Bologna. Il 26 marzo ho presentato pubblicamente 5 ipotesi progettuali per trasformare la Rete Civica Iperbole in un ambiente dedicato all’intelligenza collettiva al cambiamento. Tutto ciò è avvenuto nel corso di una Commissione del Consiglio Comunale e a seguito di un dibattito scaturito da un ordine del giorno del M5s che sollecitava la Giunta ad aprire all’identificazione digitale dei cittadini, finalizzata all’introduzione di sondaggi e consultazioni online. Nulla contro i sondaggi online nella PA, ma non potevamo partire da qui per costruire una buona partecipazione civica e un reale coinvolgimento dei cittadini, soprattutto dopo avere svolto su proposta della Giunta il percorso dell’Agenda Digitale bolognese. A mio avviso no. Per questo ho riportato in Commissione una presentazione dell’Agenda Digitale e rilanciato su 5 proposte. Ne è seguita una sostanziale condivisione da parte di tutti i gruppi politici rappresentati in Consiglio e la decisione di aprire una Costituente Digitale Wiki della nuova Rete Civica.

Leggi il seguito di questo post »


Non si salva la Bredamenarini comprando due autobus

Operai BredaGiovedì 28 marzo, sono intervenuto nel corso della Commissione consigliare dedicata alla situazione della Bredamenarini. L’azienda di Finmeccanica è da tempo in crisi e oggetto di procedure di mobilità e cassaintegrazione. In Commissione, abbiamo trattato un ordine del giorno proposto dal M5s, che richiedeva un rinnovato impegno alle istituzioni, a Tper e a Finmeccanica per indentificare una strada di rilancio dell’azienda all’interno di nuove politiche e investimenti per la mobilità sostenibile e la salute dei cittadini. In qualità di Assessore alle Relazioni Sindacali esterne ho seguito in questi mesi i tavoli di crisi della Breda, insieme a Regione, Provincia e Sindacati. A questo proposito, giovedì mi sono espresso per l’apertura di un nuovo tavolo regionale al quale l’Amministrazione possa partecipare insieme a Tper e a Finmeccanica con l’obiettivo di premere affinchè il prossimo governo nazionale metta in campo finalmente una politica industriale degna di questo nome per la produzione di mezzi di trasporto sostenibili.

Leggi il seguito di questo post »