Il futuro delle biblioteche comunali

salaborsa_immagineNuove assunzioni e un piano di rilancio per le biblioteche comunali. Di questo ho parlato nel corso di due interviste ai quotidiani La Repubblica Bologna e Il Resto del Carlino. Nel mio ragionamento sono partito da un punto: la situazione che ho trovato al mio insediamento da Assessore alla cultura (un anno fa) evidenziava una debolezza proprio legata alle risorse destinate a questa nostra importante istituzione. Ora stiamo lavorando per invertire questa rotta. Ancora di cifre non possiamo parlare, ad esempio dobbiamo partire dalla conferma o meno da parte della Fondazione Carisbo del contributo storico di 350.000 euro, sembra infatti non essere più disponibile e siamo stati invitati a partecipare a bandi che per noi non sono praticabili. Quando la situazione sarà più chiara, definiremo l’ammontare definitivo del nostro intervento per quanto riguarda il bilancio. E’ comunque mia intentenzione investire di più.

Leggi il seguito di questo post »


Adolescenti: 1,6 milioni di euro per 16 progetti nei quartieri e area metropolitana

 

Con Ana Liza e Paolo di coop Archilabò

Questa foto risale a sabato, insieme a Ana Liza e Paolo di Archilabò, per il lancio del Progetto Lunetta Park presso l’Istituto IC21 nel cuore della Lunetta Gamberini. Un esempio di quello che possiamo fare se pensiamo in modo nuovo e con passione al mondo dell’educazione e della cultura. Sabato c’era un open day per presentare a tutte le famiglie del quartiere l’offerta messa in campo dal progetto. Un’idea finanziata con 300 mila euro dall’Impresa sociale Con i Bambini. Una scuola aperta a tutti in orario pomeridiano; servizi di supporto allo studio, laboratori di cittadinanza digitale e musica. E poi la biblioteca scolastica che diventerà presto uno spazio accessibile e inclusivo per la zona Murri, attualmente sprovvista appunto di una biblioteca di pubblica lettura. Con i fondi che abbiamo deciso di stanziare nell’ambito della programmazione europea a disposizione del Comune di Bologna vogliamo andare alla ricerca di storie come questa e moltiplicarle in tutti i quartieri e i comuni dell’area metropolitana. Sono 16 i progetti presentati da soggetti del terzo settore, che si sono aggiudicati i contributi previsti dal bando da 1,6 milioni, notizia che l’amministrazione ha pubblicato proprio sabato. Erano molti anni che non si investivano così tante risorse sui giovani e gli adolescenti. Come Assessore alla Cultura e Immaginazione Civica, insieme all’Assessore alla Scuola Marilena Pillati, sto lavorando da tempo a questo programma e finalmente si parte! Leggi il seguito di questo post »


Salviamo la storia delle OGR di Bologna

OGR.jpgHo aderito, tra i primi firmatari, alla petizione lanciata su Change.org da AFeVA Emilia Romagna per il recupero delle OGR (Officine Grandi Riparazioni) di Bologna, dopo la sua dismissione avvenuta il primo luglio scorso. La richiesta, indirizzata al Gruppo FS e alle istituzioni, è che il Museo e i Monumenti ai caduti della Resistenza e del Lavoro vengano mantenuti dove si trovano ora e che l’area venga totalmente bonificata dall’amianto e messa in sicurezza.

Leggi il seguito di questo post »


Non ci fate paura

Questa mattina ho trovato un proiettile sulla mia bacheca: ‘Caro assessore, il proiettile è già in canna, basta puntare e premere il grilletto’. Sotto al mio post di ieri dedicato ai funerali di Soumaila Sacko, sindacalista ucciso in Calabria.

Ora esco e vado fare denuncia.
Non bisogna avere timore di questa gente che vuole intimidire e gettare l’Italia nel buio dell’ODIO.

Noi Amministratori abbiamo il compito ogni giorno di lavorare per la SPERANZA.

A occhi aperti e a #portiaperti.

#BOLOGNA CITTÀ SENZA PAURA

 

Leggi il seguito di questo post »


Firmata la Carta dei diritti fondamentali dei lavoratori digitali a Bologna

01eco1-f02-bologna-foto-biagianti.jpgCe l’abbiamo fatta: è stata firmata la ‘Carta dei diritti fondamentali dei lavoratori digitali nel contesto urbano’. Ieri alla cerimonia di sottoscrizione con il Sindaco Virginio Merola e l’assessore al Lavoro Marco Lombardo, Riders Union Bologna, i segretari di Cgil, Cisl e Uil e le piattaforme digitali Sgnam e Mymenu. Tutto è partito dalla mobilitazione dei riders bolognesi del dicembre 2017 e dalla richiesta di aprire un tavolo cittadino. Le piattaforme Deliveroo, Glovo, Foodora e JustEat hanno invece deciso di disertare la firma della carta.  Il sindaco Virginio Merola «C’è un potere bellissimo ed enorme – ha detto – se ordinate una pizza da uno che sfrutta, avete la possibilità di ordinarla da uno che non sfrutta. I bolognesi su questo saranno molto attenti. Un invito a boicottare chi non ha firmato? Certamente». L’esempio della carta bolognese è unico in Europa.  Un percorso di concertazione originale e apripista ci auguriamo, anche per future mobilitazioni quindi. Tre cose hanno contribuito a questo importante primo passo: la mobilitazione dal basso dei lavoratori; l’impegno di un’impresa come Sgnam, cioè una piattaforma di food delivery nata e radicata nella nostra città; l’attenzione politica dell’Amministrazione Comunale. In questi anni, abbiamo insistito affinchè a livello territoriale l’impegno per il lavoro fosse il più possibile condiviso.  Leggi il seguito di questo post »


Bologna Estate: libri, via Zamboni, i 300 scalini, La Repubblica delle idee

Bologna Estate foto Dire-2.jpgSono intervenuto ieri a Radio Città del capo intervistato nel corso del programma Piper. Insieme a Massimo Colletti, abbiamo parlato di Bologna Estate 2018 e del patto cittadino per promuovere la lettura. Il 18 giugno prossimo nel foyer del Teatro Comunale inviteremo tutte le realtà pubbliche e private della città per condividere questo percorso e per creare un’agenda di impegni. Vogliamo rafforzare l’investimento del Comune nelle 17 biblioteche pubbliche che ci sono in città, con nuove assunzioni e nuove risorse. Un milione di euro nei prossimi due anni,  provenienti dai fondi europei, da mettere nelle biblioteche e nel contrasto alle povertà educative. Oggi le biblioteche per fare programmazione nei quartieri hanno budget zero e noi intendiamo rafforzare questi luoghi che sono sempre di più un punto di riferimento sociale fondamentale. Ma sono anche altri i temi affrontati a Piper, da cosa significa occuparsi di cultura in una città come Bologna, al programma di via Zamboni e La Repubblica delle idee. Leggi il seguito di questo post »


Il mio impegno per i musei – Laboratorio di cultura

Una domanda lecita alla quale è doveroso rispondere. Dalle pagine di Repubblica Bologna, Brunella Torresin ieri chiedeva conto del cambio alla direzione dell’Istituzione Musei, affidata ora a Maurizio Ferretti già direttore dell’Istituzione Educazione e scuola. Come Assessore alla Cultura intervengo con piacere per esplicitare la coerenza di questa scelta, considerando prioritario il rafforzamento delle istituzioni civiche. Nei prossimi tre anni di mandato sarà infatti questa la priorità del Comune, accanto a un maggiore impegno per il contrasto alle povertà educative. Un obiettivo che proporrò a tutte le istituzioni culturali, gli operatori convenzionati, la città. L’ambizione è di avere una politica pubblica che sappia unire biblioteche, musei, teatri, cinema, soggetti produttivi, sport e scuola per affermare la cultura come diritto. Luoghi popolari e istituzioni pubbliche alleate per il bene della comunità. Ci accingiamo a mettere in campo nuove risorse e nuove competenze in questa direzione. Leggi il seguito di questo post »