La Perla resta e avvia il rilancio: siglato accordo oggi in Regione

20121206-200430.jpgLa Perla resta a Bologna e avvia il rilancio. Questo è emerso, oggi pomeriggio a Bologna in viale Aldo Moro, a seguito dell’incontro che abbiamo avuto come assessori di Regione, Provincia e Comune (Gian Carlo Muzzarelli, Graziano Prantoni, Matteo Lepore), l’amministratore delegato della società, Tim Brasher, e le organizzazioni sindacali. L’accordo raggiunto prevede sia il mantenimento del polo produttivo a Bologna sia l’avvio di un percorso di rilancio attraverso la ricerca di nuovi investitori, nuove risorse per investimenti, l’apertura di nuovi punti vendita e lo sviluppo in mercati emergenti. L’azienda si è impegnata a chiedere ammortizzatori sociali (Cigs straordinaria e in deroga) per tutto il prossimo anno, utilizzando un organico medio tra le 318 e le 360 unità. Le parti si sono impegnate a incontrarsi con cadenza trimestrale per monitorare l’andamento dell’accordo sottoscritto.


Al fianco delle lavoratrici LA PERLA, lotti tutta Bologna

Oggi alle 15, sono intervenuto all’Assemblea delle lavoratrici La Perla che si è tenuta al Cinema Galliera in via Matteotti, dopo un corteo. La loro lotta deve essere la lotta di tutta Bologna, per il lavoro e per un’eccellenza di livello internazionale. Questa vicenda riguarda tutta la città, perchè è il simbolo di una disgregazione grave del nostro tessuto produttivo colpito dalla speculazione internazionale. Per questo, se si salva La Perla, si salva Bologna. I Sindacati avevano inviato una lettera alle istituzioni locali per invitarle alla manifestazione, indetta perchè la storica impresa bolognese ha annunciato l’apertura della procedura di mobilità per 309 lavoratrici. Leggi il seguito di questo post »