Smart city e nuova agenda urbana

time-to-think-urban-unhabitat-brochure-2013-3-638(Articolo pubblicato dalla Rivista Italiani Europei 4/2016) Per decenni abbiamo creduto che i livelli di governo locale non potessero rappresentare un ambito soddisfacente per rispondere alle problematiche del pianeta, cercando soluzioni strutturali attraverso i modelli sovranazionali, le interconnessioni digitali, la combinazione di formule finanziarie. Esiste invece un nesso tra la qualità della vita nelle comunità e le strategie di sviluppo di un sistema territoriale di più o meno vaste dimensioni. È arrivato il tempo di definire una nuova agenda urbana per sistematizzare l’allineamento tra città e paesi, ribaltando il paradigma e indicando in modo definitivo le aree urbane come fattore chiave nel futuro economico e sociale di Stati e continenti. Di questo va tenuto conto anche nel dibattito sulle smart city, dove al venir meno dell’attenzione delle istituzioni si contrappone l’attivismo dei grandi player tecnologici e delle grandi piattaforme digitali private. A quando una visione dove le reti e le tecnologie siano messe effettivamente a servizio esclusivo del bene comune e dei cittadini? Leggi il seguito di questo post »


Bologna si candida a sede del Centro europeo per le previsione meteo

14291800_1110298109007085_5212164545164910659_nCi candidiamo a ospitare a Bologna la sede del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (Ecmwf), l’organizzazione intergovernativa sostenuta da 20 Stati membri europei che attualmente ha sede a Reading, in Inghilterra, e che è alla ricerca di soluzioni per ricollocare il proprio data center. Lo ha deciso oggi il Consiglio dei Ministri. Vincere questa competizione non sarà facile, ma l’Italia, l’Emilia-Romagna e Bologna se lo meriterebbero per il grande capitale umano nel campo della ricerca che esprimono, i centri di calcolo e i programmi avanzati. Bologna ospita, infatti, il 70% della capacità di calcolo e di storage nazionale, grazie alla presenza di Cineca e Infn, una delle più importanti comunità europee sul tema di big data, con oltre 1700 ricercatori coinvolti, circa 100 eventi internazionali finora organizzati e 60 iniziative di istruzione superiore in tale ambito. Per la nostra città sarebbe un’occasione inedita. La collocazione scelta sarebbe nel cuore del Tecnopolo all’ex Manifattura tabacchi. Leggi il seguito di questo post »

Aperti 7 nuovi uffici per startup alle Serre

Abbiamo assegnato 7 nuovi uffici per startup all’interno delle Serre dei Giardini Margherita. Dopo l’attivazione del coworking di Kilowatt e l’inaugurazione dello spazio della Fondazione Golinelli dedicato agli adolescenti e all’educazione all’imprenditorialità, parte ora anche il piano di accelerazione curato da Aster all’interno della seconda palazzina. Agromet, Badeggs, Cubbit, Inner.ME, Nextis4Us, ShapeMe sono le prime imprese che verranno ospitate. Selezionate con bando pubblico, le startup potranno usufruire per 6 mesi di servizi logistici, (accesso agli uffici, salette riunioni e ad area relax, utenze, wifi ecc) e servizi di accelerazione ad alto valore aggiunto, tra i quali un tutor personale per la definizione del percorso di accelerazione di ogni beneficiario, formazione sui temi inerenti l’imprenditorialità, mentorshoip degli  esperti di un ‘Mentor Board’ di Aster (composto da imprenditori senior), networking, consulenza su temi legati all’avvio di impresa e supporto al fund raising e alla tutela della proprietà intellettuale. Un settimo ufficio è a disposizione per ospitare stabilmente una startup selezionata dall’estero. In occasione dell’emergenza terremoto in Centro Italia, offriremo questa opportunità a una realtà momentanemente senza sede a causa dei crolli, aderendo all’iniziativa APSTI a sostegno delle zone terremotateLeggi il seguito di questo post »


40 milioni di euro per Bologna

wDopo due anni di lavoro, abbiamo portato a casa la firma del programma operativo nazionale dedicato alle città metropolitane, finalmente. Ho seguito sin dall’inizio questo percorso, per certi versi l’ho anche invocato, perchè al nostro paese serve un’Agenda Urbana, cioè appunto un programma nazionale dedicato al futuro delle città. Per la prima volta, la Commissione Europea dedica fondi diretti alle aree urbane e Bologna è tra queste. Entro il 2020 dovremo investire 40 milioni di euro sulle priorità e gli obittivi che abbiamo presentato al Governo italiano. Saremo giudicati sulla base della nostra capacità di raggiungere i risultati attesi, insieme alle altre città del centro-nord. Ogni realtà ha avanzato delle proposte di intervento calibrate sulle proprie esigenze, avendo a monte alcuni paletti chiari, cioè queste risorse non possono essere usate per tutto ma sono focalizzate su innovazione digitale, inculsione sociale, casa, povertà, mobilità sostenibile. Noi abbiamo scelto di avviare il percorso di ascolto e condivisione “Collaborare è Bologna”, realizzato nei mesi scorsi nei quartieri di Bologna e nelle Unioni di comuni alla scala metropolitana (PSM 2.0). Da qui sono emerse delle ipotesi di lavoro, alcune delle quali troveranno concretezza e attuazione nel programma che ha in dotazione circa 40 milioni di euro fino al 2020. Per noi la priorità di queste risorse saranno i giovani. Leggi il seguito di questo post »


Turismo responsabile e territorio

986533Sostenuta e promossa in collaborazione con il Comune di Bologna, dal 23 al 29 maggio, è partita l’ottava edizione del Festival IT.A.CÀ. Turismo responsabile, city branding e innovazione turistica attraverso convegni, workshop, presentazioni libri, proiezioni, spettacoli e, naturalmente, itinerari turistici a piedi, in treno e in bicicletta a Bologna e nella Città Metropolitana. Le sedi principali dell’edizione di quest’anno sono due spazi cittadini recuperati e trasformati in luoghi di aggregazione, innovazione e produzione culturale: Le Serre dei Giardini, riaperte ai bolognesi e ai turisti lo scorso anno e Dynamo – La Velostazione di Bologna, animata dall’associazione Salvaiciclisti di Bologna. Il tema di questa edizione nasce da una riflessione intorno alla città, alle sue tradizioni enogastronomiche, al suo patrimonio storico, artistico e architettonico, all’offerta culturale vivace e varia, che negli ultimi anni hanno fatto crescere gli arrivi turistici a Bologna di oltre il 45%. Ecco allora che da qui nasce la consapevolezza che una città è più piacevole da visitare quando è più bella da vivere e in quest’ottica i cittadini bolognesi sono i primi turisti della loro stessa città. Per questo motivo, quest’anno il Festival IT.A.CÀ si concentra sul rapporto tra turismo e innovazione sociale con l’obiettivo di dare voce alle realtà più innovative sul territorio che, con il loro lavoro costante e la loro creatività, possono offrire al cittadino-turista uno “sguardo” diverso sulla Città Metropolitana, che rappresenta un caso esemplare di partecipazione civica, di vivacità culturale e di valorizzazione delle specificità locali in chiave innovativa.

Leggi il seguito di questo post »


Consegnamo le nostre proposte al Sindaco

13087411_1159375597446377_5165736080939977191_nUn percorso di ascolto e partecipazione deve avere un obiettivo concreto, una promessa da mantenere. Dopo i gruppi di lavoro tematici, il percorso di Una città con te cambia velocità. Il 28 aprile, dalle 19, in un evento aperto al pubblico consegneremo le proposte di programma al candidato Sindaco Virginio Merola.

Grazie alla collaborazione di tante e tanti, Una città con te ha condiviso le priorità che porterò avanti nella mia campagna elettorale per il Consiglio Comunale nella lista del Partito Democratico. Leggi il seguito di questo post »


Un bando per la collaborazione e la creatività

22841155154_6942028bf5_bL’arte, la cultura e la creatività unite alla collaborazione civica, sono un’importante leva di riqualificazione e sviluppo per la città di Bologna. L’intento della nostra amministrazione è incoraggiare e proseguire le azioni in tal senso, dando visibilità e risalto alle iniziative più meritevoli. Ecco dunque online il bando che offre alle associazioni cittadine un sostegno economico finalizzato a sviluppare progetti di microriqualificazione urbana di luoghi o distretti urbani attraverso attività di animazione, interventi artistici, culturali e creativi e collaborazione civica. C’è tempo fino al 27 aprile per candidarsi. Le associazioni interessate possono partecipare consultando l’avviso pubblico disponibile sul sito Iperbole e Incredibol. L’ammontare complessivo delle risorse da destinare al finanziamento dei progetti, per l’anno in corso, è di 20 mila euro, in caso di ulteriore disponibilità di fondi, saranno finanziati altri progetti ammessi in ordine di graduatoria.

Leggi il seguito di questo post »