Come ricordo Guido Fanti, ex Sindaco di Bologna

Ieri mattina, apprendendo della morte di Guido Fanti, ho sentito un salto dentro come quelli che si sentono nei momenti solenni. L’ho conosciuto qualche anno fa, in occasione della campagna elettorale di Cofferati, quando aveva deciso di raccogliere un gruppo di intellettuali e persone di valore, per contribuire al programma elettorale del centrosinistra. Ero andato a sentirli in diverse occasioni, con la deferenza di chi non ha fatto parte della storia politica e culturale di “Bologna la rossa”…se non altro per motivi d’età. Aveva uno sguardo forte, carismatico. Ho avuto il piacere di conversare con lui una sera alla Festa de l’Unità del quartiere Savena ed è questo il mio ricordo personale dell’uomo e della personalità politica importante, il Sindaco dopo Dozza e prima di Zangheri. Quella sera, io e Fanti eravamo sul piccolo palco della Festa delle due Madonne, davanti a quaranta persone venute a sentire le proposte programmatiche del Laboratorio di Fanti, a confronto con un giovane esponente della Sinistra Giovanile. Leggi il seguito di questo post »