La ripresa economica

immagini.quotidiano.net

Il nuovo Centro congressi dentro F.I.C.O.

Lunedì sono intervenuto con piacere in apertura della settima edizione di Top500, l’analisi di bilancio delle prime 500 imprese bolognesi per fatturato. Uno studio volto ad approfondire tre caratteristiche principali: dimensione, redditività e rischio finanziario delle imprese. L’inserito dedicato a Top 500 è uscito poi venerdì 8 dicembre, allegato all’edizione cartacea della cronaca di Bologna de il Resto del Carlino. Analizzando i dati della classifica, emerge in modo chiaro la ripresa costante dell’economia bolognese ed emiliana. Ben 10 imprese superano un fatturato di un miliardo di euro, mentre 97 sono sopra il tetto dei 100 milioni: le Top 500 presentano un fatturato aggregato di 60,6 miliardi di euro, con una crescita complessiva rispetto alla passata edizione del 6,7%. Questi numeri fanno il paio con alcune notizie recenti molto importanti per l’occupazione del nostro territorio, come l’inaugurazione di F.I.C.O. (1000 assunzioni), il lancio della nuova produzione Lamborghini con il Suv Urus (500 assunzioni) e l’allargamento produttivo di YOOX (600 assunzioni). Leggi il seguito di questo post »


Expo Bologna 2019 floricoltura

expo-pillati-caccioni-segre-primori_articoloBologna si è aggiudicata lunedì un importante successo: il comitato organizzatore dell’International Horticultural Exposition, l’Expo tematico dedicato al mondo del florovivaismo e dell’orticultura, riunito a Ratingen nei pressi di Düsseldorf e dove per il Comune era presente la vicesindaco Marilena Pillati, ha infatti annunciato che Bologna è stata selezionata per ospitare e organizzare l’edizione del 2019. I temi proposti dalla candidatura bolognese sono la rigenerazione urbana e l’agricoltura urbana. Una scelta dettata dalla consapevolezza che la più grande sfida del secolo consisterà nella trasformazione delle città e delle aree urbane secondo la logica della sostenibilità e della resilienza. Le parole chiave della candidatura bolognese sono state: “Grow Green, Eat Green, Live Green” (Crescita, alimentazione e stili di vita sostenibili).

Leggi il seguito di questo post »


21 grammi

Il peso dell’anima, 21 grammi sarebbe quanto chiunque perderebbe esalando l’ultimo respiro. Nessuno escluso. Così la spiega l’attore Sean Penn nel film di Alejandro González Iñárritu. Quando li cediamo esattamente quei 21 grammi, quanto se ne va con loro, quanto si guadagna? 21 grammi sono il peso di un barretta di cioccolato. Ma quanto valgono, davvero? c’è differenza tra noi nella morte? Questo film e il concetto di peso dell’anima in punto di morte, mi sono tornati alla mente questa estate quando mi sono trovato di fronte alla seguente notizia: “Morire in Puglia all’ombra degli ulivi. La storia di Mohammed, stroncato da un infarto per pochi euro al giorno“. Il racconto, purtroppo non inedito, della morte di un bracciante agricolo sudanese nei campi bruciati da temperature incredibili, oltre i 40 gradi. In piedi dall’alba e probabilmente fino al tramonto, per poche decine di euro. In questo primo scorcio del terzo millennio, anche gli italiani percorrono la stessa strada di Mohammed, costretti dalla disoccupazione che nel sud del Paese è a doppia cifra. Quanto vale la vita dei tanti Mohammed o di Paola Clemente, la bracciante italiana 49enne morta nei campi intorno ad Andria in luglio, a causa di un malore?

21 grammi, il peso di 5 nichelini l’uno sull’altro, il peso di due banconote accartocciate che non possono ripagare una giornata di lavoro sfiancante. Leggi il seguito di questo post »


F.I.CO.: partono i cantieri a gennaio

in-costruzioneSembra incredibile ma a Bologna, Italia, si rispettano i tempi per un grande progetto. Come previsto, a gennaio partiranno i lavori per la realizzazione di F.I.CO. Eataly World, iniziando dalla Nuova Area Mercatale e dal trasferimento degli operatori e dai lavori legati all’area F.I.CO. vera e propria. Con questo passo avanti, siamo in linea con i tempi dei lavori che abbiamo presentato a dicembre 2013, che prevede l’apertura del parco agroalimentare a fine 2015, concluso l’Expo milanese, per raccoglierne la mission e candidarsi a essere l’Expo permanente dell’eccellenza agroalimentare italiana. Come ha spiegato il Sindaco Merola ai giornalisti “Si lavora bene quando si lavora insieme”: la collaborazione tra pubblico e privato è infatti alla base di questa visione che con le notizie di oggi si fa sempre più realtà.

Leggi il seguito di questo post »


Bruno Magli: ancora investitori stranieri a Bologna

Sofia Loren calza Bruno Magli

La Bruno Magli ha la speranza di vivere e produrre, buone notizie. Il presidente del Consiglio di Amministrazione, Giuseppe Pirola, ha raccolto più di una proposta di investimento da parte dei fondi stranieri Carlyle e Neuberger Berman. Per tale motivo, in questi giorni ha ottenuto dal Tribunale il via libera al concordato preventivo. Sarà così possibile bandire l’asta grazie alla quale i contendenti si giocheranno il marchio (ripianando i circa 18-20 milioni di debiti accumulati verso fornitori e lavoratori), impegnandosi ad investire su Bologna. Questa mattina, abbiamo raccontato insieme quali sono i progetti dell’azienda per il rilancio di un marchio simbolo nel mondo del Made in Italy calzaturiero. Da parte nostra, come Comune, insieme al CAAB ci siamo resi disponibili per supportare la rinascita dell’azienda, in primo luogo fornendo spazi: la nuova sede della Bruno Magli sarà infatti al CAAB, accanto a FICO, dentro il quale le scarpe saranno vendute. Per noi questo è un fatto importante. Bologna si conferma ancora un volta attrattiva per gli investimenti esteri. Con il rilancio della Bruno Magli stiamo dimostrando che è possibile fare impresa nel nostro paese e nel territorio. Ora, l’obiettivo è mantenere qui e far ripartire la produzione.

Leggi il seguito di questo post »


Bologna e New York insieme per una alimentazione giusta

Presentazione di Bologna a Eataly, New York

Nei giorni scorsi, Bologna si è presentata a New York come città del cibo su invito di  GrownNY, l’ente no-profit che gestisce le politiche per la sostenibilità ambientale. In rappresentanza della nostra città hanno preso parte alla delegazione, oltre a me, anche Andrea Segrè, Presidente del CAAB e Preside della Facoltà di Agraria, i rappresentanti di Aeroporto, Bologna Welcome, Bologna Business School (Unibo) e alcune imprese tra le quali Coop Adriatica, impegnata nel progetto EatalyWorld – FICO. Momento centrale della 4 giorni USA la firma di un “Memorandum of Understanding” tra Comune di Bologna, GrowNY e CAAB, un accordo reciproco per la promozione dell’agricoltura sostenibile, la tutela dell’ambiente e della salute nelle nostre città. Il Memorandum si propone di facilitare l’accesso al cibo qualità per i cittadini e di ridurre al minimo gli sprechi alimentari. A questo scopo, verranno realizzati laboratori, stage e altre forme di scambio a partire da una collaborazione dedicata alla riprogettazione del mercato ortofrutticolo della grande mela, il Teminal Produce Market (2 miliardi di dollari di fatturato annuo). L’occasione è stata utile anche per presentare Bologna alla stampa e agli influencer americani. Per molti visitatori USA, infatti, Bologna è riconosciuta come una delle mete logisticamente più comode e interessanti per visitare l’Italia. Di seguito il mio racconto della missione. Leggi il seguito di questo post »


Servizi di mobilità intelligenti per le comunità solari

Da settembre, quattro veicoli elettrici da trasporto saranno impiegati per la distribuzione delle merci in particolare nella zona a traffico limitato del centro storico di Bologna: si parte con il Mercato delle Erbe, che sarà rifornito in modalità collettiva dai furgoni elettrici. I mezzi partiranno da CAAB utilizzando l’energia pulita prodotta dall’impianto fotovoltaico edificato sul Centro agroalimentare di Bologna, il più grande su tetto in Europa (100.000 mq , 10.500 kWp e una produzione energetica di 11.350.000 kWh/anno). Si tratta di 43.700 pannelli  assemblati per alimentare le attività interne al CAAB e produrre un surplus di energia capace di alimentare attività esterne. I furgoni verranno affiancati da biciclette elettriche a pedalata assistita grazie a un prototipo di nuova concezione, risultato della ricerca del coordinamento MovingSun realizzata all’Università di Bologna. Il nuovo sistema di ricarica è un vero e proprio distributore di batterie per biciclette, sviluppato dalla Logital in collaborazione con Technovo. Il prototipo realizza il concetto di “Swap & Go”, ovvero la modalità di scambio veloce che consente di aumentare l’autonomia nell’uso dei mezzi elettrici, di abbattere i costi dell’acquisto della bici elettrica – la batteria non si compra, si scambia – e di utilizzare le batterie per immagazzinare l’energia fotovoltaica nel momento in cui questa viene prodotta, migliorando così l’efficienza del sistema integrato smart mobility – smart energy. Fondamentale nel progetto, sarà l’intergrazione delle comunità solari bolognesi che da alcuni anni si  stanno diffondendo nell’area metropolitana. Leggi il seguito di questo post »