Da Bologna a Prato, nasce un cammino

IMG-5327.JPGE’ nato un nuovo itineraio a piedi tra Bologna e Prato chimato la via “Della Lana e della Seta”. Lo inaugureremo in questi giorni con un evento itinerante lungo l’omonima via che attraversa l’Appennino. Un trekking che attraversa paesaggi incredibilmente selvaggi e altri connotati dalla splendida archeologia industriale, legata alle lavorazioni tessili, a partire dalle due grandi opere idrauliche ‘gemelle’ della Chiusa di Casalecchio e del Cavalciotto di Prato. A soli sette mesi dalla firma del protocollo d’intesa tra la Città metropolitana di Bologna e il Comune di Prato, dunque, la Via della Lana e della Seta, che ne costituisce il primo importante progetto turistico, è pronta. Un tempo brevissimo per organizzare e promuovere un prodotto di turismo sostenibile che arricchirà l’offerta territorio metropolitano identificando appieno la visione della Destinazione Turistica che vuole città ed entroterra valorizzate assieme. Lo strumento operativo del protocollo che ne ha coordinato lo sviluppo è il Tavolo Bologna-Prato a cui partecipano, oltre alle due città, la Detinariona turistica metropolitana di Bologna, le Unioni dei Comuni dell’Appennino Bolognese e della Val di Bisenzio con i relativi comuni, Bologna Welcome e il CAI. Leggi il seguito di questo post »


Bologna estate 2018

BE-Iperbole_2

Con un po’ di emozione, sabato ho presentato in conferenza stampa la mia prima edizione di estate da Assessore alla Cultura. Un programma di cinque mesi, dal 15 maggio al 14 ottobre, completamente rinnovato e con una nuova immagine coordinata realizzata da LOStudio e con la promozione di Bologna Welcome. “BE” diventa parte del claim: “BE here”: un invito rivolto a cittadini e visitatori a “esserci”, a partecipare e vivere tutto quello che la città offre d’estate. Un’estate più larga e più inclusiva, con 152 giorni di programmazione in circa 200 diversi luoghi, nel centro e nei quartieri, nell’area metropolitana, lungo le vie e i cammini dell’Appennino per un totale di oltre 2.300 eventi programmati, 184 rassegne e i festival e 29 itinerari alla scoperta dei paesaggi tra cultura e ambiente. Cinema, musica, teatro, itinerari e passeggiate alla scoperta del territorio e dei suoi paesaggi culturali, attività per bambini e famiglie, mostre e musei da visitare, occasioni di lettura dentro e fuori dalle biblioteche, ma anche una particolare attenzione alla memoria e ai temi sociali, a cui saranno dedicati diversi incontri nel corso dell’estate. Leggi il seguito di questo post »


Bologna e Firenze fidanzamento lungo la via degli dei

28951962_2043522632587466_212527921365065233_nVi scrivo da Berlino, dove sono arrivato ieri per partecipare alla Fiera internazionale del turismo insieme alla mia collega Assessora Paola Concia di Firenze. Qui abbiamo presentato un nuovo progetto di promozione del territorio a cui teniamo molto. Ebbene sì Bologna e Firenze hanno deciso di fidanzarsi, due città italiane insieme si alleano per promuovere il nostro paese a livello internazionale e lo fanno puntando sull’Appennino, i borghi e i paesaggi naturali che separano le due aree urbane. Travel fast, discover slowly”, viaggia veloce e scopri lentamente, perchè in 30 minuti di treno puoi andare da Bologna a Firenze ma puoi scegliere di farlo anche in 5 giorni di cammino. Attraversando a piedi la Via degli dei o la Via della lana e della seta verso Prato, oppure con un treno storico a vapore lungo la prima ferrovia transappeninica italiana costruita ne l860. Per la prima volta, alla stampa specializzata abbiamo proposto un’idea di turismo che punta a raccontare i beni culturali e pasaggistici, l’economia di un territorio unico senza confini nel cuore dell’Italia. Dietro a tutto ciò c’è un’idea di futuro che punta a creare opportunità di lavoro, ripopolamento della montagna e dei comuni. All’ITB Berlin è stato anche lanciato l’incontro “Bologna – Firenze, andata e ritorno” in programma mercoledì 14 marzo a Loiano (dalle 9 alle 17.30 a Palazzo Loup, via Santa Margherita 21) dove i due sindaci metropolitani Virginio Merola e Dario Nardella racconteranno i contenuti del patto tra le città. Leggi il seguito di questo post »


Bologna, porta d’accesso e destinazione

convention-bureau-new(Articolo pubblicato da Corriere Imprese, lunedì 19 settembre 2016) Da alcuni anni a Bologna il turismo è diventato realtà, in particolare quello straniero. Oltre il cinquanta per centro dei visitatori che arrivano sotto le due torri provengono dall’estero, con una crescita particolare dai continenti americano e asiatico, quindi non grazie ai voli low cost. Bologna è diventata una destinazione che cresce a ritmi doppi e costanti rispetto a quelli nazionali. Da cinque anni è l’area regionale con il numero più alto di persone impiegate nei servizi e nell’indotto generato dal turismo. Qui abbiamo le principali infrastrutture e connessioni, le porte d’accesso di un’area ben più ampia dei confini della Regione Emilia-Romagna. Ora che la nuova legge regionale in materia di organizzazione turistica ha definito una nuova governance dei soggetti che guidano i prodotti da promuovere, la Destinazione turistica Bologna vedrà luce entro l’anno e coinciderà con l’area metropolitana. Un fatto nuovo ed importante, perché sono fermamente convinto che il futuro di Bologna passi in campo turistico (e non solo) per una strategia di promozione del capoluogo che non sia divisa dal resto.

Leggi il seguito di questo post »