In cammino, destinazione Bologna

b8737aa873Ci mettiamo in cammino. Nasce formalmente la ‘Destinazione Turistica Bologna Metropolitana’. Il Sindaco di Bologna Virginio Merola ha deciso di delegarmi in modo permanente quale presidente del Comitato che esprimerà tutti gli orientamenti relativi alle attività inerenti la Destinazione turistica. Inizia una nuova stagione per il turismo bolognese. La nostra priorità sarà promuovere un unico paesaggio urbano dall’appennino alla pianura, un patrimonio di natura, cultura ed esperienze uniche. Il Comune capoluogo sarà a servizio di questo progetto e porta di accesso per tutta la regione. La Conferenza metropolitana dei sindaci ha dato il via libera ieri al ‘Regolamento per lo svolgimento e l’organizzazione della Destinazione turistica’ che ora passerà in Commissione mercoledì prossimo e sarà poi votato dal Consiglio metropolitano entro il mese. Con questo passaggio prende vita la struttura dove saranno chiamati ad operare gli enti locali interessati alle attività di valorizzazione turistica del nostro territorio, i Presidenti delle Unioni dei comuni. Da ieri, siamo partiti per un nuovo cammino, un nuovo racconto. Quello che canta Bologna quale terra grande e straordinaria, ricca di autenticità, diversità e bellezza. Una terra dove la luce del sole attraversa i boschi e accarezza i rami degli alberi, lambisce le torri medioevali, corre lungo le cavedagne e le strade trafficate, scopre i teatri di oggi e gli scenari di un tempo che rivivono nella memoria delle generazioni. Un mondo dove le tecnologie e i mestieri rappresentano ancora un legame con la storia e la tradizione, facendo sognare e riflettere, dove l’autenticità rappresenta il più prezioso sengno di attrazione per i viaggiatori. Nei prossimi anni, insieme, non ci limitaremo a celebrare questo amore ma lo difenderemo tenendo unite le nostre comunità.

Leggi il seguito di questo post »


Lavoratori e lavoratrici CNA Bologna

flashmob-cna-filcams-19-novembre-2016-15-1030x579Un aggiornamento sulla vicenda CNA Bologna e il licenziamento di 37 dipendenti. Il 16 dicembre 2016 la FILCAMS-CGIL, in accordo con le altre sigle sindacali, aveva fatto richiesta alla Città metropolitana di attivare il Tavolo metropolitano di salvaguardia dopo che CNA aveva avviato la procedura di licenziamento collettivo dei dipendenti di CNA Associazione e CNA Servizi. Il Tavolo di Salvaguardia della Città metropolitana si è quindi attivato con le ormai consolidate modalità di gestione caratterizzate da tempestività e dalla dovuta riservatezza che le crisi occupazionali richiedono, individuando una data di convocazione entro il periodo della fase sindacale prevista dalla procedura. Oggi, le parti hanno sottoscritto un’ipotesi di accordo per la gestione della mobilità, proposta che sarà sottoposta all’assemblea dei lavoratori. In queste settimane, ci sono stati momenti anche molto aspri, ma con l’impegno di istituzioni, sindacato e CNA penso si sia riusciti ad affrontare la questione. Non è finita, ma le disponibilità e la responsabilità mostrata da Associazione, organizzazioni sindacali e dipendenti è stata importante e dirimente per delineare i contenuti dell’accordo sindacale. Leggi il seguito di questo post »


Bologna, porta d’accesso e destinazione

convention-bureau-new(Articolo pubblicato da Corriere Imprese, lunedì 19 settembre 2016) Da alcuni anni a Bologna il turismo è diventato realtà, in particolare quello straniero. Oltre il cinquanta per centro dei visitatori che arrivano sotto le due torri provengono dall’estero, con una crescita particolare dai continenti americano e asiatico, quindi non grazie ai voli low cost. Bologna è diventata una destinazione che cresce a ritmi doppi e costanti rispetto a quelli nazionali. Da cinque anni è l’area regionale con il numero più alto di persone impiegate nei servizi e nell’indotto generato dal turismo. Qui abbiamo le principali infrastrutture e connessioni, le porte d’accesso di un’area ben più ampia dei confini della Regione Emilia-Romagna. Ora che la nuova legge regionale in materia di organizzazione turistica ha definito una nuova governance dei soggetti che guidano i prodotti da promuovere, la Destinazione turistica Bologna vedrà luce entro l’anno e coinciderà con l’area metropolitana. Un fatto nuovo ed importante, perché sono fermamente convinto che il futuro di Bologna passi in campo turistico (e non solo) per una strategia di promozione del capoluogo che non sia divisa dal resto.

Leggi il seguito di questo post »


L’estate del turismo a Bologna

familyQuesta estate un segnale rilevante è quello arrivato dalle registrazioni degli hotel cittadini, con un interessante aumento della permanenza media degli ospiti, fino a 3 o anche 4 notti consecutive in città. Questo numero è particolarmente importante e finalmente corrisponde a uno degli obiettivi principali che avevamo per la promozione del turismo in città: prolungare la permanenza media dei visitatori, finora intorno alle 2 notti. Dopo un primo semestre con dati positivi, complessivmanete a Bologna i numeri dell’estate 2016 confermano un trend di crescita per il turismo. Le statistiche di occupazione camere fino a giugno mostravano un +7,3% rispetto allo stesso periodo del 2015, anno che già si era chiuso con numeri particolarmente positivi rispetto al 2014. Il mese di luglio si è poi rivelato in linea con l’anno precedente e così sono le previsioni di agosto: la tendenza è quella di un ulteriore aumento dell’occupazione camere (intorno al 5%) con una prevalenza di turisti stranieri, in particolar modo nord europei. Leggi il seguito di questo post »


Il testo più importante che leggerete

IMG_6308“Cari ragazzi e ragazze, consegnamo nelle vostra mani il testo più importante che leggerete nella vostra vita”. Con queste parole, oggi, come ormai da molti anni, in Valsamoggia (una cerimonia orginariamente della municipalità di Bazzano) il Sindaco Daniele Ruscigno ha consegnato il testo della Costituzione italiana ai diciottenni e ad alcuni giovani che hanno ricevuto la cittadinanza italiana. Insieme a lui, la studiosa di diritto costituzionale Francesca Minni, che ha dedicato ai ragazzi un breve discorso sulla Costituzione Italiana, sui diritti e sui doveri in essa contenuti e sull’importanza di leggere, conoscere e comprenderne i contenuti, la storia e le potenzialità. Questa mattina ho deciso di esserci e di accompagnare Francesca, un’amica, perchè davvero ritengo che questa sia una straordinaria iniziativa. Cogliere l’importanza di valorizzare e diffondere la conoscenza della nostra Carta fondamentale, non è un fatto scontato. Ieri sera, ho avuto modo di parlarne anche con il Sindaco Virginio Merola e abbiamo condiviso che, dal prossimo 2 giugno, sarebbe bello che tutti i nuovi diciottenni della città metropolitana di Bologna ricevessero la Carta Costituzionale partecipando ad un appuntamento come questo, organizzato dai vari comuni del territorio, a partire dal capoluogo. A questo scopo, abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di Francesca e dei suoi colleghi studiosi di i diritto costituzionale. Dopo le elezioni, infatti, sottoscriveremo un “Patto di collaborazione” per promuovere una conoscenza critica della Costituzione e dei suoi principi, un patto per prendersi cura della Carta Costituzionale come bene comune e irrinunciabile. Leggi il seguito di questo post »


Quelli che il Turismo

Una promozione turistica nazionale e internazionale della Bologna metropolitana da un milione di abitanti e lo sviluppo dell’accoglienza turistica. Questo è quanto si prefigge il progetto di Bologna Welcome, vincitrice del nostro bando di Promozione della destinazione Bologna, presentato ieri in conferenza stampa. L’investimento complessivo è ingente: 6 milioni di euro, di cui 4,2 tra Comune e Camera di Commercio, e 1,8 milioni dalla società Bologna Welcome. E l’obiettivo è ambizioso: arrivare entro il 2020 a un incremento medio annuo di presenze nella nostra città pari al 5,2% oltre all’allungamento della permanenza media dei turisti (attualmente circa 2 giorni) attraverso l’ampliamento dell’offerta turistica. Leggi il seguito di questo post »


L’Appennino conquista Bologna

Dopo l’Albero di Natale storto che l’anno scorso ha impazzato sui social e dopo la presentazione dell’accordo sulla Via degli Dei (Bologna – Firenze), torno di nuovo sulla promozione dell’Appennino bolognese. Come Assessore al Turismo del Comune capoluogo, ho siglato un’intesa con le Unioni dei Comuni della Montagna, la Città Metropolitana rappresentata dal consigliere Massimo Gnudi e la Regione Emilia-Romagna. Domenica scorsa abbiamo presentato questo nuovo percorso all’Arena del Sole, in collaborazione con il Gal Appennino bolognese, accompagnati dalle esibizioni di Riccardo Tesi e Banditaliana e  dal “Duo Carlo Maver-Dimitri Sillato”. Grazie a questa firma, si è dato vita ad un unico gruppo di lavoro operativo tra tutte le realtà territoriali attraversate dall’Appennino bolognese con l’obiettivo di promuovere la destinazione turistica. Finalmente, l’Appennino conquista Bologna. Non era mai accaduto prima, infatti, che vi fosse la partecipazione di tutti i comuni, imolese compreso, all’interno di un unico contenitore che avesse tale scopo. Dunque ci mettiamo al servizio della Bologna da un milione di abitanti. Si tratta del primo progetto messo in campo dalla neonata Città Metropolitana. Non è un caso che si basi su cultura, turismo e paesaggio. Inoltre, è la dimostrazione che se partiamo dai contenuti e dal lavoro di squadra, è possibile lavorare bene. Abbiamo trovato un metodo ed uno spirito positivi, ora mi auguro che tutti sappiano farne tesoro. Parte di questo tesoro, si chiama Montagna bolognese, una terra straordinaria e piena di risorse, per troppo tempo lontana dai riflettori e dalle attenzioni della politica. Leggi il seguito di questo post »