Bologna Design Week

Il design come brand territoriale, anche Bologna può dirlo. Basta guardare lo straordinario lavoro fatto dal team di Youtool, ideatore e curatore della Bologna Design Week. Da mercoledì 30 settembre a sabato 3 ottobre, con il patrocinio di EXPO Milano 2015, Comune di Bologna, Regione Emilia Romagna e CERSAIE si terrà la prima edizione. Un evento culturale che nasce e si sviluppa nell’intento di mappare la creatività diffusa sul territorio attraverso un approccio collaborativo tra istituzioni, imprese, progettisti, Università, Enti di ricerca, associazioni e privati. 150 eventi, 8 percorsi tematici, con allestimenti curati da grandi marchi come Baxter, Cappellini, Cassina, Molteni & C, Kartell, Fritz Hansen, Prescopool, Technogym, Veneta Cucine, Visionnaire e Vitra e quattro le sedi principali – Galleria Cavour, Campogrande Concept, Corte Isolani e Atelier Corradi. Youtool Studio nasce dall’esperienza di youtool.it, piattaforma creativa online che da anni facilita l’incontro tra designer e aziende. Una agenzia specializzata in comunicazione, già selezionata e sostenuta  dal bando comunale Incredibol!. Leggi il seguito di questo post »


#RESETPD – rifondiamo il PD

resetIn questi giorni, abbiamo chiesto a gran voce che i grandi elettori del PD votassero come Presidente della Repubblica figure autorevoli come Romano Prodi o Stefano Rodotà, figure che un Paese normale non avrebbe faticato a riconoscere come rappresentative e credibili a livello nazionale ed internazionale. Abbiamo apertamente contestato ipotesi che non rappresentassero, a nostro avviso, la richiesta di cambiamento che viene dal Paese. Oggi, rispettiamo la scelta del Presidente Napolitano e lo ringraziamo per la sua disponibilità personale.

Alle elezioni del 24 e 25 febbraio non abbiamo votato per lo status quo, per “sopravvivere” ma per un governo capace di cambiare in profondita’ questo Paese.Al contrario, una parte del gruppo dirigente nazionale ha voluto bombardare il PD per farlo esplodere e impedire il rinnovamento, come se il partito fosse cosa propria. Lo ha fatto con cinismo e col fare dei codardi. Il PD se lo e’ voluto portare via una generazione sorda e incapace, mentre milioni di cittadini italiani guardavano a loro con un sentimento misto di speranza e indignazione. A questi noi diciamo NO!Non ucciderete il PD, non ve lo permetteremo. Noi ricostruiremo il Pd dalle fondamenta, lo renderemo coraggioso, netto e radicale nelle scelte, ma non meno inclusivo di punti di vista differenti. Leggi il seguito di questo post »


Pd, la profezia di Lepore: due mesi per cambiare o morire

«Se non ripartiamo dalla partecipazione civica, se non mobilitiamo i cittadini attorno a istanze di giustizia sociale, se non lasciamo spazio a chi promuove il cambiamento, il Pd tra due mesi è morto». Qualcuno potrebbe dare la colpa all’aria «rottamatrice» di Palazzo Vecchio, dove ieri ha partecipato al forum della rete Eurocities, ma Matteo Lepore insiste nel non voler essere etichettato come renziano dell’ultima ora. «Non penso che con Matteo Renzi avremmo vinto, né chiedo di rottamare nessuno — dice il coordinatore della giunta Merola (che assicura di non aver incontrato ieri il sindaco fiorentino, ndr) — quello che voglio è solo meno cinismo e finto senso di responsabilità». Leggi il seguito di questo post »