Educatori senza stipendio per la chiusura delle scuole: l’assessore risponde

Le scuole sono state chiuse causa maltempo e gli educatori e le educatrici dipendenti delle cooperative sociali, impiegati nei servizi scolastici del Comune di Bologna, sono rimasti senza reddito. I sindacati hanno chiesto soluzioni a questo problema, affinchè i periodi di chiusura previsti non si traducessero in decurtazioni automatiche delle retribuzioni degli educatori, già particolarmente contenute. L’Asessore comunale alla Scuola Marilena Pillati si è fatta carico del problema è ha risposto loro per iscritto, impegnandosi a trovare una soluzione. La giunta è impegnata in questo senso. Di seguito ho pensato fosse utile pubblicare la lettera dell’Assessore alla FP CGIL.

Gentilissima,
l’Amministrazione Comunale si sta attivando per ricercare soluzioni alle problematiche da Voi evidenziate in riferimento agli educatori e alle educatrici dipendenti dalle Cooperative Sociali e impiegati nei servizi scolastici del Comune di Bologna. In particolare, si sta valutando, in accordo con le imprese aggiudicatarie, la possibilità di impiego nel corso dell’anno educativo-scolastico, coerentemente con le mansioni richieste, che permetta di recuperare le ore di lavoro perse, a seguito della sospensione dell’attività didattica per l’emergenza neve.
Cordialmente
L’Assessore 
Marilena Pillati


Un modo utile di usare #boneve…ma preparatevi, non finisce qui

In queti giorni gelidi, molti cittadini bolognesi hanno seguito su Twitter la tag #boneve per tenersi informati e affrontare l’emegenza. Un modo semplice e utile per scambiarsi informazioni. #boneve è stata lanciata dal profilo @Twiperbole e adottata anche da altri enti come la Provincia e l’Aeroporto, per informare sullo stato delle strade o sullo stop dei voli. Molte persone stanno segnalando problemi, ritardi negli interventi, indicando vie e strade. Altri hanno usato #boneve per raccontare Bologna come non l’avevano mai vista prima, rilanciando foto e video. Facebook in fin dei conti rischia di essere spesso uno sfogatoio sociale, quasi come la palestra di kickboxing sotto casa mia, ma Twitter…forse Twitter in 140 caratteri ci fa sentire un pò più civici e utili. In ogni caso, preparetevi per un’ulteriore settimana di neve: martedì qualche cm secondo l’Arpa e poi nel week end, di nuovo mezzo metro. Tutte le info sul piano neve del Comune di Bologna, le potete trovare QUI.