Al fianco di Michele il fotografo

indexQuando ti spaccano la vetrina, entrano nel tuo negozio e ti rubano tutto è problema per tanti non solo per te. A Bologna la comunità, le persone, le istituzioni devono rispondere e starti vicino. Nessuno deve rimanere solo, sentirsi ‘mollato’. E’ quanto è accaduto a Michele in Bolognina come a tanti altri.  E’ lui che ci ha chiesto di reagire. E noi abbiamo risposto, mettendo da parte le nostre divisioni. Per questo, stamattina insieme a Manes Bernardini e Daniele Ara ci siamo ritrovati nel suo negozio per lanciare un’inizativa di solidarietà e raccolta fondi per le strade della Bolognina a partire da via Zampieri. La via dove alcune settimane fa il fotografo Michele Bettini ha subito un grave danno. Ora vogliamo chiamiare a raccolta tutti quelli che vogliono dare una mano e ritrovarci in un’iniziativa di raccolta fondi insieme a febbraio, per poi proseguire. Tutto il ricavato sarà devoluto a progetti per le strade e il commercio di vicinato della zona. Bologna è viva e ha tante potenzialità dalle quali ripartire. Anche la nostra rabbia, il nostro impegno, il nostro orgoglio. Nei prossimi giorni renderemo nota la data dell’iniziativa e le modalità di adesione. Leggi il seguito di questo post »


In Bolognina, giorno per giorno

201609010211050006518Ieri l’Ostello We Bologna, a pochi passi dalla Stazione Centrale lato via Carracci alle porte della zona Bolognina, ha festeggiato il suo primo anno di attività e i suoi primi 35 mila ospiti. Chi da anni, invece, promuove la Bolognina è Giancarlo Morisi, gestore dell’Hotel il Guercino, che questa estate ha registrato un più 40% di pernottamenti. Pochi mesi fa, insieme a una ventina di negozianti della zona Morisi ha costituito un’associazione che con l’Amministrazione collaborerà alla cura e alla promozione di quella porzione di territorio. Questi sono solo due esempi che ci raccontano un’altra faccia della Bolognina e i suoi cambiamenti. Così come mi auguro faranno bene i quattro nuovi operatori che hanno accettato la sfida di aprire i chioschi vuoti del Mercato Albani, a seguito del progetto di rilancio proposto dal Comune e già più volte ripreso sul mio blog. Con loro stiamo ragionando sull’apertura pomeridiana e serale del Mercato, così come su un intervento di arte urbana e pulizia che migliori ancora lo spazio tra le case e i chioschi. Certo, tutto questo non basta, ma rappresenta una speranza, un altro passo in avanti per migliorare le cose. E’ possibile fare impresa in Bolognina e investire. Come annunciato, ieri sono tornato in zona per incontrare un primo gruppo di commercianti andandoli a trovare nel negozio e continuerò oggi e domani. Una serie di incontri che manterrò periodici e che ieri sono partiti dalle strade Serra, Albani, Tibaldi, Bolognese e dintorni. Leggi il seguito di questo post »


Di Internazionale, birre, pipì e sfruttamenti vari

Internazionale_Logo_Sito1

Capita di venire citati da un blogger che pubblica per Internazionale.it. L’argomento è interessante ed è anche molto ‘bolognese’ (paradossi di Internazionale o grandeur di Bologna?!). Di ordinanze, di pipì e di birre in strada se ne parla da diversi decenni a Bologna, qualcuno potrebbe affermare da oltre 900 anni. Partire da qui, però, ci porterebbe troppo lontano, mentre voglio iniziare da un dato solido. Il blogger in questione mi tira in ballo, allude a varie storie ma fa anche delle affermazioni circostanziate: “i colossi dell’alimentare vogliono avere campo libero fin sotto le due torri (letteralmente: una piccola Coop è a pochi metri dal simbolo della città), e la giunta cittadina colpisce gli esercizi dei bangladesi nelle loro due caratteristiche peculiari: le birre fresche e l’orario serale prolungato“. Da maggio fino a ottobre 2016, infatti, l’Amministrazione ha emesso un’ordinanza anti alcol e vetro che limita gli orari di negozi e laboratori artigianali (locali senza licenza di somministrzione) alle 21 qualora vendano alcolici e vieta loro la refrigerazione degli stessi. Il limite delle 21 decade qualora il negozio opti per la rinuncia alla vendita di alcol. L’informazione che probabilmente manca al blogger è che tale ordinanza vale anche per i supermercati o minimarket della grande distribuzione organizzata. Tanto che proprio una nota marca della ‘gdo’ ha impugnato la nostra ordinanza chiedendo una sospensiva al TAR. Nei prossimi giorni, si attende il pronunciamento del giudice che potrebbe sospendere il provvedimento immediatamente o rimandare più avanti per un pronunciamento sul merito. Partiamo da qui. Perchè l’articolo a firma Wolf Bukowski pubblicato da Internazionale è molto romantico, tutt’altro che Pulp, ma una cosa è certa: è male informato. La nostra ordinanza non favorisce la grande distribuzione, affatto. Tanto è vero che il ricorso è stato presentato da una grande marca, preoccupata per la limitazione al proprio orario. Chiarito questo, passiamo al resto. Leggi il seguito di questo post »


Ancora novità per il Mercato Albani

1918374_1143954858988451_899756277604635366_nMesi di lavoro per rilanciare il Mercato Albani e finalmente il giorno tanto atteso è arrivato. Ne avevamo già parlato. La Giunta e il Presidente di Quartiere Daniele Ara venerdì mattina hanno presentato al Sindaco Virginio Merola le azioni svolte insieme ai commercianti. Nuova illuminazione, telecamere, serrande, bagno e ricerca di nuovi negozianti. La rigenerazione continua. Il mercato rionale di via Albani, che con i suoi 82 anni ha acquisito da novembre 2015 la qualifica di Mercato Storico, cambia volto e carattere, con l’obiettivo di diventare uno dei poli del rilancio della Bolognina. Insieme, appunto, abbiamo promosso un ampio intervento che ha coinvolto più Settori, il Quartiere Navile e le categorie economiche. Il Comune ha commissionato al CAT Confcommercio e Confesercenti Emilia-Romagna un’analisi per studiare le criticità e definire linee di intervento nell’ambito del documento “Mercati Rionali Permanenti – analisi e proposte per un programma di riqualificazione e valorizzazione”. Leggi il seguito di questo post »

Il Mercato Albani, da problema a soluzione

DSC_0099Nei prossimi giorni approveremo un nuovo provvedimento dedicato alla Bolognina. Si tratta del progetto di riqualificazione commerciale del Mercato di via Albani. Il primo del nuovo Piano delle aree a introdurre nei mercati rionali nuove categorie merceologiche, tra le quali l’artigianato e i servizi. Si tratta di una sperimentazione che mi aspetto apra le porte a una nuova generazione di commercianti e operatori, nonchè offra linfa ai mercati in difficoltà. Tutto questo mentre le forze dell’ordine hanno finalmente arrestato il presunto autore di ‘spaccate’ e furti in zona. Dopo la rigenereazione dei mercati di Mezzo e delle Erbe attraverso il cibo, dopo il mercato San Donato trasformato in un centro dedicato alla musica, ora tocca all’artigianato e ai nuovi mestieri. Bologna non può rimanere ferma, se vogliamo continuare a cambiarla in meglio. Leggi il seguito di questo post »

Il Natale e le periferie

conad

il 24 dicembre con i residenti del Fossolo 1

Questo Natale ci sono molti buoni motivi per guardare alle tante periferie della nostra città, quelle geografiche, quelle dell’anima. Le storie che Bologna è in grado di raccontare sono quasi infinite, lo sappiamo. Vicende cariche di drammi e di gioia, di luci e di ombre, di speranza e di rassegnazione. Forse sto invecchiando anch’io, ma in questi giorni ritrovo in ognuna di esse un valore comune, un fattore che può fare la differenza nella nostra ricerca di futuro. La voglia fottuta di non lasciarsi andare, di non sentirsi soli, impauriti come siamo di smarrire la strada, di perdere quanto di buono abbiamo costruito in una vita. Lontane dai riflettori ci sono tante storie comuni che sicuramente meritano di essere raggiunte, in questa grande città, che ora ci piace chiamare metropolitana, ma dove sento tagliare le radici e sradicare i legami, mentre avanza il concetto di periferia. Non è di malinconia che sto farneticando, ma della voglia di essere una comunità che ancora ci preme, ne sono sicuro. Questo Natale andiamo in periferia per ritrovare noi stessi. Ecco alcune tappe che vi propongo. Leggi il seguito di questo post »


Ritrovarci in Bolognina

Se volete passare un sabato pomeriggio con la vostra famiglia o i vostri amici, ritroviamoci oggi in Bolognina. I cittadini e il Quartiere hanno promosso molte iniziative per una bella giornata di fine Ottobre. In via Tiarini e via Serra troverete la ‘Festa di strada’ organizzata dai commercianti della zona, animata da bancarelle di prodotti tipici e artigianali, artisti di strada, gruppi musicali, mini luna park e gonfiabili per i bambini. Poco lontano in via Fioravanti, fino al giorno 25, si terrà la prima edizione bolognese del ‘Finger Food Festival’ e le iniziative dell’associazione ‘I Colori del Navile’, tre giorni dedicati al cibo di strada e alla musica. Solo nella giornata di ieri sono passate almeno 8 mila persone. C’è un motivo in più, però per ritrovarci oggi in Bolognina. Nella folla, tra le altre e come le altre, sono sicuro ci capiterà di incontrare molte di quelle famiglie che fino a pochi giorni fa soggiornavano nello stabile occupato dell’ex Telecom sgomberato martedì scorso, 21 delle quali hanno oggi trovato un alloggio presso l’ex residence Galaxy di via Zanardi (il resto delle persone coinvolte sono state sistemate in altre strutture). Leggi il seguito di questo post »