Il Cierrebi, un percorso partecipato

immagini.quotidiano.net«II Cierrebi non si tocca senza un laboratorio partecipato coi cittadini che sarà avviato tra qualche settimana». Inizia così l’intervista che ho rilascito oggi a La Repubblica di Bologna e che riporto di seguito. Penso sia utile per fare il punto insieme con tutti cittadini interessati. E’ un impegno. Inoltre, di questo e di altri temi parleremo il 23 maggio prossimo alle 18 all’incontro “Bologna per lo sport”, momento di lancio del percorso che ci porterà a condividere il Piano Strategico per lo Sport. Sarà l’occasione per presentare ufficialmente l’esito della ricognizione sullo stato di salute dell’impiantistica cittadina e per confrontarci sulle priorità da affrontare insieme nel corso di questo mandato. Sarà con noi, fra gli altri, Andrea Rossi, sottosegretario alla Presidenza della Regione Emilia-Romagna.

«II Cierrebi non si tocca senza un laboratorio partecipato coi cittadini che sarà avviato tra qualche settimana» così l’assessore Matteo Lepore dopo l’annuncio che il centro sportivo di via Marzabotto chiuderà a fine mese in coincidenza col passaggio di proprietà da Carisbo al costruttore Maccaferri. Non sarà una chiusura totale però. Il Comune si farà garante delle attività che lì si svolgono regolarmente, in primo luogo quella della palestra in cui gioca la squadra di basket femminile che milita nel campionato di A2. «Per gli altri vedremo i numeri, se e in che misura poterli ospitare altrove» spiega ancora Lepore che comunque scongiura «una chiusura prolungata e totale del centro». Leggi il seguito di questo post »


La lettera del Sindaco a Saputo per lo Stadio

db6a09c51b07dcabadd265e5d3902df7_169_lIl Sindaco di Bologna, Virginio Merola, ha risposto alla manifestazione di interesse ricevuta il 23 febbraio scorso dal Presidente del Bologna FC 1909, Joey Saputo. Nella lettera al Presidente Saputo, il Sindaco esprime soddisfazione e vivo interesse per la determinazione – manifestata dal Bologna FC 1909 – di volere avviare un processo di ammodernamento dello stadio Renato Dall’Ara che, oltre valorizzare un così importante bene architettonico della città, possa portare a un miglioramento sostanziale dell’impatto che lo stadio stesso ha sul contesto circostante. Inoltre, aspetto fondamentale, la lettera del Bologna FC 1909 evidenzia un obiettivo che collima con quelli della Giunta e, più in generale, della città: l’avvio di un’operazione che consenta una radicale rigenerazione delle aree attinenti allo stadio e della zona Ovest di Bologna, sia sul piano urbanistico che della viabilità.

La proposta avanzata dal Bologna FC 1909 nell’ambito della Legge 147/2013 riguarda infatti aree strategiche che il Comune ha già inserito nel “Piano operativo comunale per la rigenerazione dei patrimoni pubblici” approvato dal Consiglio comunale nel marzo 2016.

Leggi il seguito di questo post »


Il Premio Bulgarelli a Bologna

Per Natale vogliamo fare un regalo ai tifosi del Bologna: stiamo lavorando per riportare il premio Bulgarelli nella nostra città. Nei giorni scorsi ho incontrato a questo proposito il mister Fabio Capello, il giornalista Luigi Colombo e il direttore dell’Associazione calciatori Gianni Grazioli.

15726880_1374869805896954_8745615240416370526_n
Leggi il seguito di questo post »


Risposta alla Virtus Atletica e altre società sportive

Ringrazio la Virtus Atletica Bologna e le altre società sportive attive presso lo Stadio e l’Antistadio per avermi dato l’occasione di chiarire alcuni aspetti che ci stanno molto a cuore (ripeto qui quello che ho affermato sulle pagine de La Repubblica). L’Amministrazione comunale riconosce il valore delle attività sportive che si svolgono nello Stadio e nell’Antistadio, tanto che nel documento programmatico delle linee di mandato 2016-2021 presentato in Consiglio comunale parliamo del futuro di quell’area come uno degli obiettivi prioritari dei prossimi cinque anni. Cito le parole del Sindaco scritte nel documento (che potete scaricare qui): ‘Occorre proseguire il rapporto di stretta collaborazione con il Bologna FC per la ristrutturazione dello stadio Dall’Ara come straordinaria occasione per ammodernare lo stadio comunale e riqualificare quel quadrante di città, anche in termini di compensazione verso le realtà che perderanno spazi e strutture a seguito dell’intervento’. Leggi il seguito di questo post »


Crowdfunding per i campetti di basket. Al vaglio tutti gli impianti indoor

FINALE  PLAYGROUND  2013   FOTO SCHICCHI

Intervista al Corriere di Bologna. Matteo Lepore, fresco assessore allo Sport del Comune, non si sorprende della scalata di Bologna nella classifica del Sole24Ore riguardo all’indice di sportività. Ma dagli impianti per gli sport di base al ‘piano-Dall’Ara’ per consentire un grande rilancio del Bologna calcio, c’è molto lavoro da fare. Sotto la lente d’ingrandimento ci sono anche i campetti da basket all’aperto, dei quali il Corriere di Bologna si è occupato la scorsa settimana. «Un lavoro che ci è servito per vedere alcune criticità, ma la questione dei playground non si esaurisce soltanto ristrutturandoli. Serve un approfondimento del tessuto sociale, chi quei campetti li ha costruiti oggi ha un’altra età e non gioca più e magari i figli scelgono altri luoghi. Dietro c’è la socializzazione e il luogo d’aggregazione, sono questi i punti che ci stanno a cuore». Leggi il seguito di questo post »


Il Bologna FC e la città

CurvaBologna-630x413

Domenica sera sono stato ospite in studio della trasmissione Tempi supplementari, in onda sul circuito Radio Nettuno – Radio International e condotta da Ugo Mencherini e Vittorio Longo Vaschetto, con la collaborazione di Ugo Bentivogli. Di seguito la trascizione dell’intervista, dedicata pricipalmente al rapporto tra la squadra e la città. Il Bologna Fc può essere uno straordinario veicolo di promozione per il nostro territorio. La collaborazione con la società e i tifosi è preziosa in questo senso, ma tutto parte dall’amore per la città e i suoi colori. Nell’intervista abbiamo avanzato diverse ipotesi sulle quali stiamo in effetti già lavorando e molti tifosi si stanno esprimendo. L’argomento ha suscitato molto interesse. Qualche giorno dopo, esattamente il 27 gennaio in occasione della Giornata della Mermoria, il Sindaco Merola ha annunciato l’intenzione di intitolare la curva San Luca ad Arpad Weisz. La proposta arriva dagli studenti della scuola Guinizelli. Weisz, ungherese, ha vinto tre scudetti in Italia, uno con l’Ambrosiana e due con il Bologna, che ha poi portato anche a successi internazionali. Per le sue origini ebraiche fu deportato ad Auschwitz, dove morì con la famiglia. La sua figura è stata riscoperta qualche anno fa da Matteo Marani in un libro. A mio avviso, si tratta di una scelta di grande valore. Leggi il seguito di questo post »