Immaginazione civica a #CitylabParis

Vi scrivo da Parigi dove sono arrivato ieri sera, ospite al Citylab 2017 su invito di Bloomberg Philantropies, Aspen Institute e della rivista The Atlantic. Dal 22 al 24 Ottobre, infatti, si ritrovano per il quinto anno i 40 sindaci delle più importanti città del mondo (C40), a confronto con le migliori esperienze di innovazione urbana. Mi è stato chiesto di intervenire martedì mattina per condividere con i partecipanti il percorso che ci ha portati alla creazione dell’Ufficio Immaginazione civica e alla realizzazione delle attività di partecipazione e collaborazione per la cura dei beni comuni. In una tavola rotonda dal titolo ‘Coltivare la creatività urbana’, mi confronterò con Tommi Latio – Direttore del settore Cultura della città di Helsinki e Amalia Zepou – Vicesindaco di Atene, vincitrice del Mayors Challenge 2014 (5 milioni $ di premio). I governi delle città stanno ricercando nuovi metodi per ingaggiare la cittadinanza: dalla necessità di rendere più efficaci i servizi pubblici di base, alla voglia di aprire nuovi canali di partecipazione e fiducia.

Leggi il seguito di questo post »


Un fondo startup da 50 milioni presso le Scuole Aldini di Bologna

Le scuole sono il  vero incubatore di idee, il lugo migliore sul quale investire per dare un futuro ai nostri figli, ai loro talenti e alle loro imprese. Nel corso di questi quattro anni di mandato ho cercato ripetutamente di trovare la via giusta per spingere in alto nell’agenda politica questo tema, ricercando nuove forme di collaborazione tra il mondo scolastico, quello imprenditoriale e gli enti locali. Per questo, sono molto felice delle due notizie che abbiamo dato oggi: aprirà nel 2016 a Bologna ‘Barcamper Garage’, un programma di accelerazione di startup e spazio di innovazione (Mentorship + Coworking + Fablab + Incubazione), affiancato da un fondo venture capital, che effettuerà investimenti in accelerazione, seed e early stage per un totale di 50 milioni di euro. Animatore del progetto sarà Gianluca Dettori, fondatore di dpixel. Obiettivo del programma sarà attrarre in città e lanciare oltre 50 startup innovative da tutta Italia. Inoltre, grazie all’accordo tra Unindustria, Comune di Bologna e dpixel, il ‘Barcamper Garage’ avrà sede presso l’Istituto Aldini Valeriani. Leggi il seguito di questo post »


Bloomberg: 21 città a Berlino per la sfida dei sindaci

Il pitch di Bologna all'Ideas Camp di BerlinoNeanche il tempo di recuperare il jetlag di Portland e una mattina passata con i commercianti di via Mazzini, sono ripartito alla volta di Berlino. Andata l’11 giugno scorso, rientro venerdì 13 in serata, per partecipare all’Ideas Camp rivolto dalla Fondazione Bloomberg alle 21 città europee finaliste nel Mayors Challenge 2014. Oltre a me erano parte del team anche Michele D’Alena (Agenda Digitale Comune di Bologna), Francesca Martinese (Ufficio Relazioni Internazionali Comune di Bologna) e Martina Lodi (Aster), tutti invitati e spesati dalla Fondazione. Il 23 aprile scorso avevamo ricevuto la notizia che il nostro progetto era stato selezionato tra quelli provenienti da 150 città di tutta Europa, passando alla fase finale. Entro il 31 luglio prossimo, il nostro gruppo di lavoro (composto da tanti colleghi della PA e non solo) dovrà consegnare una progettazione avanzata e definitiva che concorrerà per i premi finali: 5 milioni di euro per il primo e 1 milione di euro ad altre quatto idee. Il camp di Berlino è stato molto utile e straordinariamente interessante. L’ex Sindaco di New York è stato con noi nella nostra prima giornata, aperta da una sua conversazione con Alexander Ljung (fondatore di SoundCloud) e Zain Verjee (giornalista CNN). Bloomberg ci ha prima raccontato la sua ida di innovazione per poi ascoltare pazientemente i nostri pitch di presentazione. Da quel momento in avanti sono state due giornate di lezioni intensive dedicate ai metodi di progettazione e (Human centered design, Metrics, Open Innovation) seguiti passo passo da un gruppo di coach che ci sono stati assegnati. Leggi il seguito di questo post »


Le Serre dei Giardini

https://i0.wp.com/www.comune.bologna.it/sites/default/files/styles/evidenza_home_pincipale/public/06%20daisy%20bo%20Assonometria%20Generale%20Progetto_top3.jpg

Bologna avrà presto un nuovo spazio pubblico dedicato alla diffusione della cultura imprenditoriale. Le Serre dei Giardini saranno il nodo centrale di una rete di luoghi pubblici e privati dedicati all’accelerazione di imprese e idee innovative, coworking e servizi condivisi. Il progetto è coordinato dal Comune di Bologna con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Fondazione Marino Golinelli, Associazione Kilowatt, ASTER e NovaSOLE24ORE. Prenderà vita nei 650 metri quadrati delle serre comunali all’interno dei Giardini Margherita. Lo abbiamo presentato ieri, in occasione dell’evento dedicato all’avvio di Trust Eureka – il Vivaio delle imprese, la prima attività delle Serre, che partirà proprio il 30 giugno prossimo. La progressiva colonizzazione e riqualificazione delle Serre avverrà in tre fasi. Fase 1) nell’estate 2014 partirà la gestione temporanea delle palazzine a sud a cura di Fondazione Golinelli e Kilowatt. Fase 2) a partire dal prossimo autunno-inverno, partiranno i lavori di ristrutturazione degli immobili. Fase 3) tra il 2014 e il 2015 selezioneremo altri soggetti privati per investire sulle serre a nord. Questa iniziativa rientra nel percorso che stiamo portando avanti dedicato alla promozione della cultura tecnica e imprenditoriale, con particolare attenzione per i più giovani. Leggi il seguito di questo post »


Le imprese entrano in classe: ecco le nuove scuole laboratorio

“L’ex presidente del Consiglio Romano Prodi ha detto più volte che senza uno sviluppo adeguato della cultura tecnica non c’è futuro. Gli farà sicuramente piacere sapere che a settembre l’amministrazione comunale presenterà all’assemblea dei Comuni della nuova città metropolitana il progetto sulla cultura tecnica da sviluppare in città. Se ne sta occupando in particolare l’assessore all’Economia Matteo Lepore che ha incontrato l’assessore regionale alla Scuola, Ricerca e Lavoro Patrizio Bianchi per discutere di questo tema. Servono infatti soldi, i pochi che hanno i Comuni, quelli della Regione e soprattutto i fondi strutturali dell’Unione Europea: «Tutti i nostri sforzi — spiega l’assessore — saranno concentrati su questo campo. A Bologna ci sono 8 mila studenti che frequentano le scuole tecniche, la maggioranza dei quali è nata in famiglie di immigrati. Questi studenti alla domanda dei questionari del Comune su dove vogliono andare a lavorare rispondono ovunque ci siano opportunità: il progetto sulla cultura tecnica è finalizzato a creare le condizioni perché quelle opportunità siano qui». Il progetto è in corso di definizione ma le linee fondamentali sono già state anticipate e pubblicate all’interno del cosiddetto piano strategico metropolitano. L’idea è quella di creare una rete più strutturata tra le nove scuole tecniche (Aldini-Valeriani, Alberghetti di Imola, Archimede di San Giovanni in Persiceto, Belluzzi-Fioravanti, Majorana di San Lazzaro, Istituto salesiano, Giordano Bruno di Budrio, Malpighi di Crevalcore, Montessori -Da Vinci di Porretta Terme) e le imprese del territorio, occupare i molti spazi vuoti esistenti nelle scuole con nuovi laboratori e strutture e aumentando l’interscambio scuola-impresa” (Da Il Corriere del 26 Aprile 2014). Leggi il seguito di questo post »


Andiamo a Berlino, Bologna in finale al premio Bloomberg

Oggi alle 13 il Sindaco Virginio Merola presenterà in conferenza stampa il progetto selezionato tra le 155 candidature provenienti da tutta Europa che concorrerà alla fase finale del Mayors Challenge 2013-2014. Il progetto vincitore si aggiudicherà 5 milioni di euro.

I finalisti parteciperanno all’ “Ideas Camp” promosso dalla Fondazione Bloomberg a Berlino il prossimo giugno, una conferenza di due giorni che riunirà i leader di ciascuna città assieme ad esperti di innovazione, politiche e programmazione, che lavoreranno insieme ai team delle città e li spingeranno a rafforzare ulteriormente la propria idea.

Andiamo a Berlino e per Bologna è l’occasione che stavamo aspettando. Leggi il seguito di questo post »