Un Picnic collaborativo per scoprire la Velostazione

Sabato 26, i visitatori di ‘Dynamo – la Velostazione di Bologna’ invaderanno il parco della Montagnola con una nuova edizione del nostro Picnic collaborativo: basta portare cestini, plaid, coperte e tutto ciò che occorre per un perfetto picnic. La velostazione offrirà parcheggio bici gratis ai primi 500 partecipanti, oltre a pane e frutta fino ad esaurimento scorte. Sarà una delle occasioni per prendere parte alla due giorni di inaugurazione della Velostazione (25-26 settembre), un altro progetto selezionato dal bando Incredibol! che domani prenderà finalmente luce. Dico luce non casualmente, perchè i locali sono quelli della ex autorimessa sotto la Scalinata del Pincio. Di propietà comunale, di fronte a Piazza XX Settembre a pochi metri dall’Autostazione e Stazione Alta Velocità. Dynamo rappresenta un’opera unica di rigenerazione urbana, pensata e avviata in un anno per offrire servizi pubblici dedicati alla bici e alla cultura. Parliamo in tutto di 1000 mq ripensati e ripuliti grazie alla collaborazione civica sprigionata dalla comunità degli appassionati di bicletta che vivono nella nostra città. La fase che si apre venerdì rappresenta una prima gestione e apertura, alla quale seguirà una fase di investimenti per un totale di oltre 1,5 milioni di euro del Comune e della Regione Emilia-Romagna. Così, noi a Bologna sosteniamo le startup creative e aggiungiamo un ulteriore spazio alla rete già composta da Le Serre dei Giardini Margherita, Mercato Sonato e ormai tanti altri spazi concessi a nuove realtà produttive. La città cambia se sono le persone a farlo, collaborando. Leggi il seguito di questo post »


Portland ve la raccontiamo noi

Forse non lo sapete, ma dal 4 all’8 di giugno sono stato a Portland (Oregon) per il decimo anniversario del gemellaggio con la nostra Bologna, ospite dell’Associazione Portland-Bologna Sister City e dell’Associazione La Vita bella. Per l’occasione il Comune ha selezionato 3 giovani realtà locali, imprenditoriali e creative, sostenendo il loro viaggio negli Stati Uniti. Tra amministrazioni pubbliche i rapporti sono ormai stabili, in ambiti quali cultura, mobilità, sostenibilità ambientale e risparmio energetico. All’ottimo rapporto che intercorre sul piano istituzionale si affianca una fitta rete di scambi che coinvolge la società civile grazie appunto alla Portland-Bologna Sister City Association (PBSCA), che raggruppa singoli cittadini e personalità della città americana. Interessati a promuovere le relazioni di amicizia organizzano concerti, lezioni, presentazioni e le serate chiamate know-BO una volta al mese. Era la prima volta a Portland per la giunta Merola e proprio per non limitarci ad un mero incontro istituzionale, ho pensato fosse importante investire sulla presenza di tre startup innovative selezionate: SGNAM, GINGER e Kinodromo, rispettivamente attive nei settori del food delivery, del crowdfunding e della distribuzione cinematografica. A disposizione un programma di incontri di scambio e formazione presso la città americana. Da notare che gli Stati Uniti sono diventati quest’anno il primo paese nella classifica del turismo straniero bolognese, inoltre la west coast è un’area estremamente interessante per lo sviluppo imprenditoriale e l’innovazione. Ecco di seguito il mio racconto di un pugno di giornate passate a “Portlandia”. Educata, accessibile e liberale, dotata di un fascino oscuro trasgressivo, dove per tanti il sogno degli ann’90 è ancora vivo. Leggi il seguito di questo post »


#Salvaiciclisti e Bici senza frontiere 8-9 febbraio Bologna

Video Bici Senza Frontiere Cycle Dance Flashmob from Bici Senza Frontiere on Vimeo.

Il raduno nazionale di #Salvaiciclisti sarà l’8 e 9 febbraio a Bologna, in occasione di Bici Senza Frontiere. Le squadre provenienti da tutta Italia si sfideranno in bici per vedere chi è più bravo a caricare, smontare, correre, spingere, rispondere e lavorare di strategia. Divertimento e mobilità in una città che vogliamo sia sempre più a misura di ciclista: il 10% dei bolognesi, secondo gli ultimi dati, si sposta quotidianamente sulle due ruote. “Ci aspettiamo circa 400 giocatori – spiega Simona Larghetti di Salvaciclisti Bologna e presidente della Consulta comunale della bicicletta – più qualche migliaio di persone”. I giochi rappresentano situazioni quotidiane del ciclista urbano: ecco allora che in bike to school vince chi riesce a portare più bimbi a scuola, mentre si affronteranno disavventure nel percorso casa-lavoro con bike to work. Poi spazi per i più piccoli, balli e flash mob, dalle 12 dell’8 febbraio in piazza Maggiore. Leggi il seguito di questo post »