CITTÀ DELLA MUSICA PER L’ARTE DI STRADA, NUOVE REGOLE

ARTISTIBologna, a cui l’Unesco ha riconosciuto il titolo di città creativa della musica, sceglie di valorizzare l’arte di strada nel rispetto del contesto delle piazze e delle vie nelle quali storicamente viene esercitata questa attività. Per tutelare gli artisti e consentire una loro più equilibrata distribuzione sul territorio, garantire il diritto al silenzio e la cura delle aree più frequentate, in particolare nel cuore della città, la giunta di Virginio Merola, su proposta mia (in qualità di Assessore alla Cultura) e dell’assessore Alberto Aitini (commercio e sicurezza urbana integrata) ha approvato una nuova proposta per regolamentare e promuovere l’attività di artista di strada. Non è la prima volta che interveniamo su questo fronte, avendo da alcuni anni aperto un tavolo con gli artisti che frequentano la città, i residenti e le imprese della zona via Indipendenza, Rizzoli e Ugo Bassi, cioè la cosidetta T. La scena artistica bolognese è nel mentre mutata, nuovi protagonisti si sono affacciati e vi era la necessità di un maggiore coordinamento per evitare sovrapposizioni. Questa scelta è finalizzata a promuovere l’arte di strada, aprendo maggiori spazi anche alle attività prive di impatto sonoro. Allo stesso tempo, come in altre città europee, pensiamo sia interessante dare valore alla musica di qualità nel cuore di Bologna.

Leggi il seguito di questo post »


2′ aggiornamento regole artisti di strada a Bologna

Abbiamo aggiornato le regole per gli artisti di strada che si esibiscono a Bologna. Le nuove disposizioni, approvate dalla giunta comunale, sono il risultato del monitoraggio svolto dal tavolo tecnico periodico composto dal Comune di Bologna, da una rappresentanza di residenti e operatori privati del centro storico, in particolare dell’area T (Indipendenza-Rizzoli-Ugo Bassi) e da un gruppo di artisti di strada che frequentano la città. Per questo li ringrazio, perché sono stati protagonisti di un confronto importante che ha l’obiettivo di continuare a valorizzare l’arte di strada e tutelare residenti e lavoratori della T. Si tratta di un secondo aggiornamento, infatti avevamo già trattato l’argomento anche qui nel blog. Il tavolo di monitoraggio continuerà a lavorare per migliorare il nostro lavoro attorno agli obiettivi che ci siamo dati. Vogliamo collaborare per il bene comune. Leggi il seguito di questo post »