Questa è la mia storia. O la nostra?

Dopo mesi di intenso lavoro, finalmente ieri abbiamo presentato la campagna di comunicazione internazionale del progetto AMITIE, che da oggi troverete nelle strade di Bologna e delle altre quattro città partner del progetto europeo. AMITIE è una nuova comunicazione orientata verso i cittadini, le autorità locali, le ONG, enti privati e aziende, per sensibilizzare, facilitare la comunicazione pubblica nella diversità culturale… ma soprattutto per porre un questione: siamo o non siamo, tutti noi, nuovi cittadini? persone che si stanno costruendo progetti di vita e percorsi di cittadinanza che prescindono dai luoghi di nascita? A Bologna il 70% della popolazione non è nata qui, figli di una migrazione nazionale o internazionale. Cosa ci lega gli uni agli altri, cosa ci fa sentire (o non sentire) parte di un’unica comunità, di un’unica storia? Seguiteci su… http://amitie-community.eu/italia/

Il progetto AMITIE è coordinato dal Comune di Bologna, con la partecipazione di Fondazione Cineteca di Bologna (IT), Comune di Riga (LV), Centro Lettone per i Diritti Umani (LV), FAMSI – Fondo Andaluso di Comuni per la Solidarietà Internazionale (ES), APEL Associazione di Servizi (RO), Alma Mater Studiorum – Università di Bologna (IT), G.V.C. – Gruppo di Volontariato Civile (IT), FELCOS Umbria – Fondo di Enti Locali per la Cooperazione Decentrata e lo Sviluppo Umano Sostenibile (IT), Comune di Recife (BR), “Pé no chão” – Gruppo di mutuo supporto (BR), Regione Emilia-Romagna (IT). Leggi il seguito di questo post »