È nata la Nuova Rete Civica Iperbole

Presentazione Nuova Rete Civica - Palazzo Re Enzo“È nata la nuova Rete Civica Iperbole, una piattaforma digitale dedicata alla comunità bolognese metropolitana, per migliorare l’accessibilità dei servizi online, promuovere la partecipazione e accelerare la collaborazione nella cura dei beni comuni. Un evento che arriva a dicembre 2014 quando, per la prima volta, il portale del Comune taglierà il traguardo dei tre milioni di visitatori l’anno. In entrambi i casi, si tratta di risultati importanti per un ente locale, frutto di un duro lavoro che merita l’orgoglio di Bologna. La nuova Iperbole è un progetto di cui possiamo andare fieri, destinato a scrivere una pagina inedita nella storia della comunicazione e a porre la collaborazione tra Pubblica Amministrazione e cittadini come frontiera e campo di esplorazione. La principale scommessa riguarda la costruzione di un nuovo legame di fiducia tra individui e istituzioni, che insieme decidono di collaborare per gestire i piccoli e i grandi problemi che hanno di fronte. Ciò significa applicare come metodo costante il disegno condiviso dei nostri servizi insieme alla cittadinanza, non solamente per un ascolto dei bisogni ma anche al fine di abilitare la partecipazione diretta e responsabile.

Leggi il seguito di questo post »


A Bologna la terza Smart City Exhibition “Comunicazione, qualità e sviluppo nelle città intelligenti”

Stand Bologna SmartCity "Le idee che cambiano Bologna"Si è conclusa ieri SCE2014, la manifestazione che vede protagoniste le Smart City e le politiche di innovazione e sostenibilità, con l’obiettivo di diffondere e condividere esperienze, strategie, problematiche e soluzioni. Bologna, con le sue politiche innovative, è stata protagonista di questo appuntamento: da una parte lo spazio “Smart City, le idee che cambiano Bologna” che ha ospitato numerosi incontri di confronto e diffusione delle tante esperienze collaborative e innovative attivate nella nostra città, dall’altra la partecipazione del Comune di Bologna come relatore in diversi convegni, per raccontare le proprie esperienze e potersi confrontare con altre importanti realtà nazionali e internazionali. Durate l’evento, Forum PA ha presentato i dati di ICity Rate 2014 – La classifica delle città intelligenti italiane, II ed; dove Bologna conferma la vivibilità che la contraddistingue: prima nella cura dell’infanzia e con punteggi molto elevati rispetto alla media nazionale nell’assistenza ospedaliera e nell’assistenza domiciliare agli anziani (11,2% della popolazione over 65 trattata in assistenza domiciliare contro una media nazionale del 4,12%) oltre che nella coesione sociale, grazie alla modesta quota di popolazione in condizione di povertà relativa. Leggi il seguito di questo post »


9 maggio: Stati generali nativi digitali

A Bologna Venerdì 9 Maggio, una giornata dedicata all’universo digitale di bambini e adolescenti. Sarà l’occasione per mettere in connessione e condividere esperienze, competenze e proposte elaborate nel panorama educativo nazionale e internazionale. Strumenti, linguaggi e contenuti digitali stanno radicalmente cambiando le modalità di fruizione e di accesso ai saperi delle giovani generazioni che utilizzano internet, social media, tablet e smart phone dai primi anni di età. Chi lavora con bambini e adolescenti non può prescindere dal cercare formule inedite ed interdisciplinari per proporre loro nozioni e supporti digitali in maniera corretta. Gli Stati Generali per Nativi Digitali rappresentano un’occasione al confronto per genitori, educatori, insegnanti dirigenti scolastici, bibliotecari, professionisti dei media digitali, aziende informatiche, operatori della comunicazione, editori scolastici, imprese e pubbliche amministrazioni che in ambiti differenti si occupano di infanzia, adolescenza e tecnologie digitali. Leggi il seguito di questo post »


Il punto sull’Agenda digitale nazionale a Smau

strategia-agenda-digitaleIl 20 marzo scorso, in qualità di Presidente della Commissione Innovazione di ANCI, ho partecipato all’evento promosso da SMAU e ANCI dedicato a fare il punto sullo stato di attuazione dell’Agenda Digitale nazionale. All’incontro sono intervenuti anche il Ministro Lanzetta, il Presidente di ANCI Fassino e la Presidente della Regione Friuli Venezia-Giulia Debora Serracchiani. Per imprimere un cambio di passo all’attuazione dell’Agenda digitale, “bisogna darle una stabilità ed una coerenza di fondo, anche attraverso riferimenti politici e politiche forti che il nuovo governo Renzi, nella sua sensibilità per le tecnologie, saprà dare”. E’ quanto ha sottolineato Marco Filippeschi, sindaco di Pisa e componente della cabina di regia dell’agenda digitale italiana aprendo. Filippeschi si è soffermato su quelle che, a suo parere, devono essere le priorita’ del lavoro dei prossimi mesi, partendo dall’eredità comunque “positiva” del governo Letta che ha puntato su pochi obiettivi digitali. Tra queste, il completamento della copertura in banda larga del territorio, “condizione necessaria per favorire gli investimenti nelle grandi aree urbane”. Infine, ma non ultimo, il tema delle risorse.”Riforme e progetti impegnativi per le amministrazioni, come l’anagrafe della popolazione nazionale residente e la fatturazione elettronica richiedono adeguati finanziamenti”, ha detto Filippeschi. Leggi il seguito di questo post »


Bologna ultra broadband: accordo con Fastweb per 200mila famiglie e 43mila imprese

Dopo l’accordo con Metroweb, questa mattina abbiamo siglato un’intesa tra il Comune e Fastweb per il completamento della rete in fibra ottica che porterà la banda ultralarga in tutte le zone della città. Entro il mese di agosto 2014, oltre il 90% delle famiglie e delle imprese bolognesi potranno navigare in Internet con velocità vicine ai 100Mbps in download e 10 Mbps in upload, parliamo di 200 mila famiglie e 43 mila imprese. Il protocollo firmato dal Sindaco Virginio Merola prevede investimenti per 23 milioni di euro sul territorio e iniziative congiunte per favorire la cultura digitale e l’implementazione di nuovi servizi digitali da parte della Pubblica amministrazione. Così Bologna sta per diventare la prima città in Italia a raggiungere gli obiettivi dell’Agenda digitale europea. Già in questi mesi, infatti, i cittadini potranno accedere ai servizi della banda direttamente dal loro appartamento.
Leggi il seguito di questo post »


Bologna ultra broadband: al via 40mila unità immobiliari

L’Agenda Digitale di Bologna compie un decisivo passo in avanto con l’accordo firmato oggi tra il Comune e la società Metroweb. Questa mattina, infatti, il Sindaco Merola insieme al Presidente di Metroweb e Cassa Depositi e Prestiti Franco Bassanini hanno presentato i contenuti dell’intesa che candida la nostra città ad essere una delle prime in Italia dotata di un’infrastruttura in fibra ottica super veloce. Nelle prossime settimane verranno effettuate le gare per assegnare i lavori e partiranno i cantieri per realizzare la cabalatura di 40mila unità immobiliari, alla velcità di 100megabit [FTTH Fiber-To-The-Home]. L’accordo prevede l’avvio di un primo intervento che consentirà la copertura di almeno il 20% della popolazione bolognese, con un investimento da parte di Metroweb pari a 15 milioni di euro. Il progetto è definito sperimentale poichè, per le sue caratteristiche, introduce molte novità relative alle modalità di collaborazione tra pubblica amministrazione e operatori privati, nononchè in relazione all’organizzazione dei lavori di progettazione e scavo.  L’intrevento consentirà la creazione di un’infrastruttura che verrà messa a disposizione di tutti gli operatori di telecomunicazioni interessati ad offrire servizi sul territorio.

Franco Bassanini e Virginio Merola

La rete a banda ultra larga sarà un nuovo asset strategico che potrà conferire competitività al sistema territoriale. Inoltre, si auspica che la sperimentazione, avviata in tre aree della città, possa essere estesa all’intera area metropolitana. I quartieri interessati in questa prima fase saranno Navile, San Donato, Santo Stefano e Savena. La banda ultralarga arriverà finalmente nelle residenze e nelle imprese della città e si parte dalle zone più popolari. Abbiamo scelto queste zone non solo per le caratteristiche urbanistiche, ma anche perché diverse start-up vi stanno prendendo sede accanto ai numerosi insediamenti produttivi già esistenti. Dopo la realizzazione della banda larga per gli edifici pubblici e le scuole, a Bologna l’ultra broadband arriva anche a casa e nelle imprese. Ora tocca al Governo Renzi fare la sua parte per il resto del paese. Noi ci siamo e abbiamo battuto un colpo. Nelle prossime settimane, insieme ad altri operatori privati presenteremo ulteriori accordi per investimenti dedicati sempre al cablaggio cittadino e entro il 2016 contiamo di avere raggiunto gli obiettivi di copertura digitale europea per tutto il territorio urbano. Leggi il seguito di questo post »


L’educazione: una priorità per l’agenda digitale urbana e nazionale

Foto di StudioLOST – FSanzo LGuidi MPillati

L’inclusione e l’educazione sono a mio avviso il primo obiettivo di un’agenda digitale urbana e nazionale, seppure in scala e modalità differenti. Questa mattina, nel nostro piccolo (ma mica troppo) insieme all’Assessore Marilena Pillati e il team #AGENDADIGITALEBO (io ero in panchina a causa dell’influenza), abbiamo presentato un gruppo di progetti dedicati agli obbiettivi di formazione e uso consapevole della rete, proposti da associazioni, mamme e cittadini che rappresentano una fonte di innovazione civica preziosa. Le tecnologie abilitano ma sono le emozioni umane ad accenderle, nel bene e nel male questo ce lo dobbiamo ricordare. Più queste emozioni si trasformano in relazioni consapevoli meglio è, soprattutto tra i giovanissimi. Non diamo per scontato, infatti, che se un bambino di 3 anni oggi spesso è già in grado di usare un ipad da solo, mentre tu padre! fatichi ancora ad aggiornarne il software dello smartphone, in questo salto generazionale si risolva il tutto e così sia. Semmai si complicano e si aprono nuovi orizzonti, che vanno affrontati insieme e a questo sono dedicate le iniziative presentate oggi.

Giusto come promemoria, solo il 4  febbraio scorso il presidente Obama annunciava importanti progressi verso la realizzazione l’obiettivo collegato ad ottenere la connettività Internet ad alta velocità e tecnologie didattiche nelle classi e nelle mani di insegnanti formati. Oltre 750 milioni dollari sono stati raccolti dalle companies chiamate a raccolta dal Presidente americano per fornire tecnologie all’avanguardia alle scuole, device, software libero, sviluppo professionale degli insegnanti e la connettività wireless domestica. Anche l’Amministrazione Comunale si sta occupando di dotazioni e infrastrutture, un tema altrettanto prioritario quanto quello dei programmi di inclusione digitale. I contenuti delle scuole bolognesi viaggeranno, infatti, grazie alla posa della fibra ultra veloce che il Comune ha finanziato (circa 2 milioni di euro per il completamento) e che con Lepida stiamo posando su tutti gli istituti (entro il 2014). Inoltre, presto la città avrà a disposizione la copertura di banda ultra larga, ma di ciò avremo modo di parlare più diffusamente il 3 marzo alle ore 12 in Sala Rossa con il Sindaco Virginio Merola e il Presidente di Metroweb Franco Bassanini in occasione della presentazione di un accordo molto importante… ma oggi voglio concentrarmi sui progetti educativi. Leggi il seguito di questo post »