HousingBO, tra diritto alla casa e diritto allo studio

Il diritto alla casa è legato al diritto allo studio e all’accoglienza a Bologna. Questo è un aspetto di cui abbiamo parlato a lungo durante l’istruttoria pubblica sul disagio abitativo e che continuiamo ad approfondire: la settimana scorsa abbiamo presentato i dati della ricerca sulla condizione abitativa degli studenti dell’Università di Bologna, raccolti grazie all’analisi di oltre 11.000 questionari compilati dagli studenti della nostra città.

bologna 2

La ricerca, che ha coinvolto il 13,6% degli iscritti all’Ateneo, è un’esperienza unica nel panorama nazionale e internazionale che mette a disposizione dell’intera città un patrimonio conoscitivo inedito sul fenomeno abitativo studentesco. Uno strumento importante per continuare il coinvolgimento sempre maggiore degli studenti nelle scelte politiche di una città che è anche la loro.

L’istruttoria pubblica sul disagio abitativo e questa ricerca, condotta nell’ambito del progetto HousINgBo della Fondazione Innovazione Urbana, confermano quanto Bologna stia crescendo nella sua attrattività e, quindi, quanto sia sempre più necessario realizzare politiche che tengano conto della reale situazione della nostra città: c’è bisogno, prima di tutto, di un piano di riequilibrio del mercato degli affitti. Lo dobbiamo agli studenti che scelgono Bologna come città in cui studiare e che ci mettono anche otto settimane, come ci dicono i dati della ricerca, a trovare una stanza, spesso a prezzi troppo alti. Leggi il seguito di questo post »


IL NUOVO TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA

o2a_teatro comunale_ingressoEcco il nuovo Teatro Comunale di Bologna e la nuova via del Guasto. L’architetto Luigi Orioli si è aggiudicato il Concorso di idee che abbiamo realizzato. Ho sempre sostenuto che la  cultura fosse la speranza della nostra città e per la zona universitaria in particolare. In questi anni abbiamo organizzato attività e iniziative, portato solo questa estate 136 mila spettatori attorno al palco di Piazza Verdi, ma la soluzione definitiva era e sarà sempre la bellezza. Ebbene sì, serviva una svolta urbanistica e architettonica per aprire gli spazi alla città. Seguendo il progetto di Luigi Orioli, via del Guasto verrà allargata e diventerà una piazza per le famiglie, i cittadini, gli studenti, i lavoratori del Teatro e dell’Ateneo.

Leggi il seguito di questo post »


DIRITTO ALLA CASA, ALLO STUDIO E ACCOGLIENZA IN CITTÀ

eIn questi giorni ci stiamo confrontando molto sull’argomento “affitti turistici”. E lo stiamo facendo anche in Consiglio comunale, maggioranza e opposizione, per dare seguito a quanto emerso dall’istruttoria sulla casa. Sicuramente è una delle volte che questo sforzo si vede maggiormente dal punto di vista politico, questo credo sia bello da evidenziare e da portare avanti come metodo, perché stiamo affrontando un tema molto importante: il diritto alla casa, il diritto allo studio e l’accoglienza all’interno della nostra città. Lo facciamo in una fase storica di grande trasformazione dell’economia e della vita della nostra città. L’Istruttoria pubblica sul disagio abitativo ha fatto emergere un lavoro importante sui dati e, idealmente, ci fotografano in modo chiaro e inequivocabile qual è la condizione studentesca a Bologna dal punto di vista dell’abitare, nei dettagli della collocazione delle abitazioni degli studenti, delle loro condizioni, della loro percezione della vita in città.

Leggi il seguito di questo post »


Istruttoria pubblica sul disagio abitativo, il mio intervento

acer-vuoti.jpgVenerdì e sabato 20-21 settembre, nella sala del Consiglio comunale di Palazzo d’Accursio, si è svolta l’Istruttoria pubblica sul disagio abitativo, richiesta da 2.235 cittadini, così come previsto dall’articolo 12 dello Statuto comunale. Di seguito il mio intervento in conclusione della due giorni in qualità di Assessore al Patrimonio e alle Relazioni con l’Università.

“Buonasera ai cittadini e alle cittadine presenti e alle associazioni che hanno partecipato a questa istruttoria. Abbiamo ascoltato oltre 50 interventi in questa lunga e importante istruttoria. Permettetemi quindi in apertura di ringraziare quanti hanno partecipato e ascoltato il dibattito, in primo luogo chi nei mesi scorsi ha raccolto alcune migliaia di firme per porre la questione abitativa all’attenzione di questo Consiglio. In primo luogo, gli studenti e le studentesse dell’Università di Bologna. La gran parte di loro non è nata nella nostra città e non vota alle nostre elezioni amministrative. Attraverso l’istituto dell’istruttoria pubblica hanno potuto prendere parola ed esporre le loro istanze, in un’occasione che per la storia locale credo sia unica e originale. Leggi il seguito di questo post »


“GIRA LA CARTOLINA, I SENZA DIMORA DIVENTANO GUIDE TURISTICHE

Piazza GrandeNei giorni scorsi un articolo bello e super condiviso del quotidiano la Repubblica Bologna ha rilanciato il progetto della cooperativa sociale Piazza Grande. Si chiama “Gira la cartolina”, nato all’interno del SCALO Condominio Lab Comunità. In programma una serie di passeggiate condotte da persone senza dimora, che attraverso la relazione con l’agenzia del turismo Bologna Welcome stanno entrando a far parte dell’offerta turistica della città. “Gira la Cartolina” è un’idea di Start Up sostenuta con i fondi europei Pon Metro del Comune di Bologna Rete Civica Iperbole, grazie ai quali è stato possibile finanziare un percorso formativo per gli accompagnatori senza dimora, oltre che al percorso di sostegno di “Insieme per il lavoro”. Siamo molto orgogliosi di iniziative come questa. Orgogliosi perché a Bologna si può.

Leggi il seguito di questo post »


Il piano per tutelare il Centro Storico

66447497_2566324666724869_5762042392471404544_nQuando nell’aprile del 2017 proposi di approvare anche a Bologna un piano contro il proliferare eccessivo di pubblici esercizi e minimarket nel Centro Storico sapevo che ci sarebbe voluto tempo. Ora il piano per limitare le nuove licenze e tutelare l’autenticità della nostra città è finalmente stato approvato dal Consiglio Comunale. La Giunta aveva predisposto una delibera alla quale hanno poi lavorato ottimamente i miei colleghi Orioli e Aitini (che ne frattempo è subentrato alla mia delega al Commercio). Il provvedimento ha un obiettivo preciso: privilegiare la qualità e non la quantità. Basta strade monoprodotto o vicoli che si trasformano in specchietti per turisti, a favore invece delle botteghe storiche, degli artigiani e dei servizi per chi abita la zona dentro le mura. Sosteniamo in questo modo l’economia di prossimità, il lavoro e anche la vivibilità prevenendo il consumo eccessivo della città prima che sia troppo tardi. Il prossimo passo che ora si rende necessario è la regolamentazione per gli affitti brevi rivolti ai turisti e in particolare per quelli intermediati dalle piattaforma online come Airbnb e altri operatori. A questo scopo, chiedo alla Regione Emilia-Romagna di approvare subito un provvedimento che attui quanto previsto dall’utlimo Decreto Crescita e cioè l’introduzione del codice identificativo e l’istituzione della banca dati per le locazioni.

Leggi il seguito di questo post »


“BOLOGNA ESTATE 2019”, NEL PRIMO MESE E MEZZO 895.000 SPETTATORI

66090515_2536926319691291_7942639585488535552_nOltre 895 mila spettatori per “Bologna Estate 2019” nel primo mese e mezzo di programmazione: un risultato straordinario, il migliore riconoscimento al lavoro culturale che la nostra città è capace di esprimere! Nel 2018 avevamo superato il milione di spettatori a settembre. Quest’anno grazie alle 58 rassegne partite nei quartieri di Bologna e ai grandi eventi sportivi e culturali che abbiamo promosso ci accingiamo a tagliare un traguardo che si preannuncia da record.

Leggi il seguito di questo post »