LARGO AI SOGNI, TEATRI E CULTURA PER IL FINE ANNO SCOLASTICO

FB scuole

A fine giugno, se l’evoluzione della pandemia coronavirus lo consentirà, i bambini che frequentano l’ultimo anno dei nidi e delle scuole d’infanzia comunali potranno vivere per piccoli gruppi un momento di passaggio al grado di scuola superiore, insieme alle proprie educatrici, insegnanti e collaboratrici. Il tutto avverrà all’interno dei giardini dei rispettivi plessi e alla presenza dei genitori, come da consuetudine nei momenti di passaggio a fine anno educativo e scolastico. L’organizzazione di questo momento di passaggio è attualmente in corso e nei prossimi giorni verrà comunicata alle famiglie interessate.


Dal 15 giugno, per i bimbi e i ragazzi frequentanti l’ultimo anno delle scuole primarie e secondarie di primo grado si apriranno i teatri e i luoghi della cultura bolognesi, allestiti per l’estate. Il programma degli incontri sarà curato dal Dipartimento Cultura del Comune di Bologna, che ha individuato la modalità organizzativa per garantire una piena sicurezza, grazie al supporto di un gruppo vario di operatori e istituzioni culturali.
A partire dal 4 giugno, i genitori rappresentanti delle classi delle annate indicate si potranno rivolgere al Dipartimento cultura tramite la e-mail festa2020@comune.bologna.it per manifestare il proprio interesse. Tutte le classi verranno ricontattate e sarà loro proposta un’attività dedicata tra il 20 e il 21 giugno, presso uno dei teatri o degli spazi all’interno della programmazione comunale estiva. Le attività saranno a titolo gratuito e comprenderanno una partecipazione attiva dei ragazzi e dei loro accompagnatori, correlate dai relativi protocolli di sicurezza da seguire con attenzione, il progetto si chiama “Largo ai sogni”.

Leggi il seguito di questo post »

IDEE PER IL FUTURO, RIPARTIAMO INSIEME

fa3b5d11-dcc0-4043-9b4a-2ddb7fe9372eIl Comune di Bologna e Macron hanno fatto un accordo per la vendita e la consegna a casa delle mascherine, in una giornata ne sono state vendute quasi cinquecentomila, segno che un bisogno c’era. Dalla tempesta usciremo solo facendo sistema. Ha detto bene Valter Caiumi, presidente di Confindustria Emilia, la città vuole sapere come rispondere alla crisi sociale e produttiva che nei prossimi mesi emergerà. In una situazione come quella attuale il totonomi e’ sterile. Io faccio politica in questa città e voglio continuare a farla. Io questa città la vivo. Da anni come amministratore ne frequento quotidianamente il centro e i quartieri più popolari, e ne conosco quindi anche la pancia più profonda. Per questo sono convinto che dobbiamo essere più consapevoli della nostra forza e delle nostre possibilità, senza nasconderci i problemi e le sfide.
Leggi il seguito di questo post »


PALESTRE SCOLASTICHE APERTE ANCHE LA SERA E NEI FINE SETTIMANA

Palestre scuolePer lo sport apriamo di più le scuole bolognesi, il pomeriggio e la sera. Finalmente con un accordo pluriennale che impegnerà maggiori risorse sulla manutenzione. Da tempo un mio cruccio è la manutenzione degli impianti sportivi comunali. Possiamo e dobbiamo fare di più. Per questo motivo ho proposto al Consiglio Comunale di Bologna un accordo di sei anni con la Città Metropolitana per avere le scuole aperte il pomeriggio e una maggiore manutenzione delle palestre, per venire incontro alla richiesta di maggiori spazi sportivi di base.

Leggi il seguito di questo post »


UN MILIONE ALLE BIBLIOTECHE PER LETTURA E SCRITTURA

salaborsa_immagineUn milione di euro di fondi europei (PON Metro) da destinare alla realizzazione di due progetti, curati dalle Biblioteche di Quartiere, dedicati a giovani che non studiano e non hanno un lavoro e persone che, per motivi diversi, vivono una condizione di fragilità o di isolamento. Continua il nostro lavoro sulla cultura nei quartieri e nelle periferie. Oggi abbiamo proposto al Consiglio Comunale questo investimento, per insegnare ai ragazzi tecniche di scrittura innovative, produrre testi, raccontare i servizi pubblici e il territorio in cui vivono. Formeremo operatori dedicati alla lettura ad alta voce e alla mediazione culturale e sociale, capaci di raggiungere le persone più fragili e ricucire le fratture della comunità. Una campagna di alfabetizzazione che durerà due anni, per riavvicinare la popolazione alla bellezza della cultura. Un investimento sulle competenze e la cura delle relazioni tra persone.

Leggi il seguito di questo post »


AL VIA LA CONSEGNA DEI DEFIBRILLATORI NELLE PALESTRE SCOLASTICHE

Def AldiniQuesta mattina ho consegnato, assieme a Lavoropiù, due defibrillatori alle scuola Tanari-Manfredi e Aldini Valeriani, per dotare le loro palestre di questo importante strumento.

Leggi il seguito di questo post »