PARLIAMO DI IDEE. UNA MIA INTERVISTA.

Voglio condividere con voi una mia intervista uscita venerdì 20 novembre su Il Resto del Carlino.

Matteo Lepore “Dialogo con il centro sulle idee. Basta pregiudizi, è tempo di riconciliazione”

L’assessore apre a ’Bologna Civica’: “Proposte in linea con quanto siamo facendo. Le primarie? È scontato che lo Statuto verrà rispettato”

di ROSALBA CARBUTTI

Il Pd discute? Matteo Lepore risponde con “la riconciliazione”. Il Covid sta cambiando le nostre vite e la politica ne deve prendere atto. Risultato: l’assessore alla Cultura, al Turismo e al Patrimonio, uno dei possibili candidati dem per la successione di Merola nel 2021, apre al centro e al dialogo con ’Bologna Civica’, la creatura di Giancarlo Tonelli e Gian Luca Galletti. Un dialogo che parte dalle tre proposte lanciate dall’ex ministro su scuola, riduzione delle tasse e rivoluzione dei tempi della città.

Leggi il seguito di questo post »

SERVE UN SINDACO DI STRADA: BOLOGNA VA ASCOLTATA DAVVERO

Condivido qui un’intervista che ho rilasciato a Francesco Rosano pubblicata oggi su Il Corriere di Bologna.

«C’è bisogno di riconciliazione». L’assessore Matteo Lepore non cede sulla sfida nel Pd per la candidatura a sindaco e resta in campo. «Come si è visto in questi anni sono caparbio», dice Lepore, che vuole «unire e coinvolgere tutti», dalla sinistra al civismo-centrista. «Il prossimo sindaco dovrà andare in strada». E le primarie? «Se non si trova una strada che unisce c’è lo statuto», ricorda l’assessore, che dice di non temere i caminetti ma «i sommergibili che non si sa da dove vengono o dove vanno».

Leggi il seguito di questo post »

IL RUOLO DI BOLOGNA PER UNA NUOVA EUROPA DELLE CITTÀ

L’emergenza causata dalla diffusione del Covid-19 è ancora imprevedibile nella sua portata, ma alcuni dei suoi effetti più preoccupanti sono già evidenti. Non solo quelli sanitari, ma anche quelli sociali, economici e politici, che sempre più gravemente colpiscono i contesti urbani. Ho scritto un contributo, assieme ad Anna Lisa Boni (Segretario Generale di Eurocities), Raffaele Laudani (Presidente della Fondazione per l’Innovazione Urbana e Direttore della Academy of Global Humanities and Critical Theory) e Stefano Manservisi (Professore a Sciences-Po/Paris School for International Affairs e al Collegio Europeo di Parma, già Direttore Generale Cooperazione Internazionale della Commissione Europea), per affrontare il tema e proporre un ruolo di Bologna nella costruzione di una nuova Europa delle città.

Leggi il seguito di questo post »

Riflessioni per una buona svolta

Condivido un’intervista che ho rilasciato a Silvia Bignami pubblicata oggi su Repubblica Bologna.

Lepore, Merola propone di fare una grande coalizione civica, per Bologna 2021, con un’unica lista e senza simbolo del Pd. È d’accordo?
«Merola ha posto un punto importante, che apre uno scenario stimolante. Tutti parlano di coalizione larga per il 2021, ma questa coalizione bisogna anche costruirla e qualificarla e serve un progetto riconoscibile. Ho visto che le reazioni a quel che ha scritto Virginio, da parte del mondo associative e sociale, sono state positive. La strada è lunga, ma se anche chi, come Coalizione Civica, è sempre stata all’opposizione – molto dura peraltro applaude a questa apertura, io penso che questo sia lo scarto che serviva».

Leggi il seguito di questo post »

A BOLOGNA NASCE IL TRUST PER L’ARTE CONTEMPORANEA

Ho il piacere di condividere con voi questa importante novità: a Bologna è nato da pochi giorni il Trust per l’Arte Contemporanea.

È stato siglato l’atto notarile che istituisce la costituzione del “Trust per l’Arte Contemporanea”, annunciato negli scorsi mesi in occasione di Arte Fiera e poi rimandato a causa del lockdown, determinato dall’emergenza sanitaria del coronavirus.

Leggi il seguito di questo post »

IL VALORE DEL TEMPO, LA FAMIGLIA, I CARICHI DI CURA: L’ESITO DEL QUESTIONARIO

In questi mesi ho ritrovato il valore del tempo, in particolare ho passato la quarantena in casa con mia figlia e la mia compagna. La cosa più importante per me è stata proprio questa, il confronto tra una donna e un uomo che si sono guardati negli occhi domandandosi con sincerità ogni giorno che cosa fossero l’equità e il rispetto nella pratica quotidiana della vita familiare e lavorativa, cosa possiamo fare insieme per offrire ai nostri figli una vita più felice.

A questo proposito ho letto un dato drammatico: già nel 2019 si sono dovute dimettere dal lavoro oltre 37.611 neo mamme. I papà che hanno lasciato il posto sono invece stati 13.947. Dati Istat.

Leggi il seguito di questo post »

“VOGLIO UNA BOLOGNA GRANDE”

Ho rilasciato un’intervista a Elisa Toma, Master in giornalismo dell’Università di Bologna. Abbiamo parlato di molti argomenti, dai progetti su cui sto lavorano al futuro della città. E’ stata pubblicata su “Quindici”, il quindicinale del Master in giornalismo. La condivido con voi.

“Non dichiara di candidarsi ma per molti osservatori è al primo posto tra chi potrebbe succedere a Virginio Merola. Da Palazzo d’Accursio, l’assessore Matteo Lepore parla della città che amministra e di quella che immagina. Una Bologna green che punti sulla cultura e sulla scienza. Per scegliere il candidato sindaco auspica le primarie di coalizione e al Pd consiglia di rimboccarsi le maniche per tornare a rappresentare una sinistra coraggiosa. Definisce la destra “smoderata” e non teme un nuovo assalto. Ma parla anche del nonno socialista e della musica che ascolta: dai Nirvana ai Radiohead fino a Liberato.

Foto di Chiara Marchetti
Leggi il seguito di questo post »

BOLOGNA ESTATE C’É, AL VIA IL CARTELLONE DI EVENTI DIFFUSI IN CITTÀ

Il primo cartellone estivo d’Italia parte a Bologna e sarà diffuso in tutta la città, dal centro ai Quartieri, cortile per cortile, piazza per piazza, iniziativa dopo iniziativa. L’Amministrazione comunale e gli operatori culturali hanno lavorato con tenacia per offrire a tutti un’estate culturale degna della responsabilità, dell’impegno e del coraggio mostrati durante la fase più critica dell’emergenza sanitaria. Il risultato è un cartellone ricco, accessibile e variegato, che permette di incontrarsi in sicurezza non lontano dalle proprie abitazioni. L’intensa progettazione di questi mesi è stata guidata dalla forza del desiderio, dall’immaginazione e dalla competenza. Il nostro obiettivo è diffondere in tutta la città l’energia, l’affetto e la dolcezza di un’estate di caseggiato aperta a tutti.

Leggi il seguito di questo post »

TORNA IL CINEMA IN PIAZZA MAGGIORE. E SONO INIZIATI I LAVORI AL GIURIOLO

Lepore Farinelli

Era solo un desiderio, ora è realtà: il cinema più bello del mondo torna in Piazza Maggiore. Abbiamo lavorato con la Cineteca per riportare il grande schermo al servizio della città, e ci siamo riusciti. Lo faremo dal 4 luglio al 1° settembre nel pieno rispetto delle norme di sicurezza, garantendo distanze e numeri adeguati che permettano a cittadini e turisti di godersi le serate in piazza. Hanno inoltre preso il via i lavori al Giuriolo, un cantiere frutto di un investimento dello Stato e del Comune. Un’altra opera che parte appena finito il lockdown, segno di una Bologna laboriosa che ha voglia di farcela. L’ex parcheggio diventerà la casa del nuovo Archivio dei film della Fondazione Cineteca e del laboratorio di restauro L’Immagine Ritrovata.

Leggi il seguito di questo post »


IDEE PER IL FUTURO, RIPARTIAMO INSIEME

fa3b5d11-dcc0-4043-9b4a-2ddb7fe9372eIl Comune di Bologna e Macron hanno fatto un accordo per la vendita e la consegna a casa delle mascherine, in una giornata ne sono state vendute quasi cinquecentomila, segno che un bisogno c’era. Dalla tempesta usciremo solo facendo sistema. Ha detto bene Valter Caiumi, presidente di Confindustria Emilia, la città vuole sapere come rispondere alla crisi sociale e produttiva che nei prossimi mesi emergerà. In una situazione come quella attuale il totonomi e’ sterile. Io faccio politica in questa città e voglio continuare a farla. Io questa città la vivo. Da anni come amministratore ne frequento quotidianamente il centro e i quartieri più popolari, e ne conosco quindi anche la pancia più profonda. Per questo sono convinto che dobbiamo essere più consapevoli della nostra forza e delle nostre possibilità, senza nasconderci i problemi e le sfide.
Leggi il seguito di questo post »