Per ripartire insieme

Intervista Repubblica“Io, con Zingaretti per rifare la sinistra aperta ai civici e ai cattolici di Zuppi”

Da La Repubblica Bologna del 30 agosto 2018 – «Per favore, usciamo dal ‘Truman show’ dei social di Salvini, fuori c’è un mondo diverso» esorta l’assessore Matteo Lepore. Invito che è stato colto dalle 40.000 persone partecipanti alle serate culturali dell’estate in piazza Verdi, un successo che rappresenta una costola di un progetto politico e di un’idea di città che Lepore, uno dei futuri candidati della sinistra al dopo Merola, intende proporre sulla scia dell’adesione al programma di Nicola Zingaretti. «Siamo riusciti a portare in zona universitaria famiglie e persone che da tempo non ci andavano», commenta Lepore. E non è ancora finita visto che le iniziative (saranno 103 in tutto) andranno avanti fino a metà ottobre.

Leggi il seguito di questo post »


Salviamo la storia delle OGR di Bologna

OGR.jpgHo aderito, tra i primi firmatari, alla petizione lanciata su Change.org da AFeVA Emilia Romagna per il recupero delle OGR (Officine Grandi Riparazioni) di Bologna, dopo la sua dismissione avvenuta il primo luglio scorso. La richiesta, indirizzata al Gruppo FS e alle istituzioni, è che il Museo e i Monumenti ai caduti della Resistenza e del Lavoro vengano mantenuti dove si trovano ora e che l’area venga totalmente bonificata dall’amianto e messa in sicurezza.

Leggi il seguito di questo post »


Un palco anche al Pilastro o in Bolognina

Intervista Carlino.jpg

Da Il Resto del Carlino Bologna del 22 agosto 2018 –  Novanta giorni d’Estate. Ossia tre mesi, sui cinque complessivi, delle manifestazioni di Be Here, la prima rassegna estiva di cultura e spettacolo ideata dall’assessore Matteo Lepore.
Qualche bilancio si può già fare. Soddisfatto? «I primi dati ufficiali li daremo a settembre. Ma pare proprio che le cose funzionino, considerato che dal 15 giugno al 14 ottobre abbiamo messo in campo 2.300 appuntamenti in 200 luoghi diversi».

Leggi il seguito di questo post »


Dialogo con i grillini a partire da Imola

Serata Ada Colau

di Caterina Giusberti (La Repubblica – Bologna)

L’assessore comunale Matteo Lepore apre al dialogo col M5S a livello istituzionale, a cominciare da Imola, sui temi dell’ambiente, del lavoro, della gestione di Hera e delle partecipate. Attacca il Pd per aver «scientificamente deciso di cambiare base sociale». Parla di speranza, di protezione delle fasce deboli, di operai, donne e esclusi dalla globalizzazione. Respinge i dibattiti sulle sigle e rilancia una parola presa in prestito dalla sindaca di Bar cellona, Ada Colau: convergencia.

Leggi il seguito di questo post »


Non ci fate paura

Questa mattina ho trovato un proiettile sulla mia bacheca: ‘Caro assessore, il proiettile è già in canna, basta puntare e premere il grilletto’. Sotto al mio post di ieri dedicato ai funerali di Soumaila Sacko, sindacalista ucciso in Calabria.

Ora esco e vado fare denuncia.
Non bisogna avere timore di questa gente che vuole intimidire e gettare l’Italia nel buio dell’ODIO.

Noi Amministratori abbiamo il compito ogni giorno di lavorare per la SPERANZA.

A occhi aperti e a #portiaperti.

#BOLOGNA CITTÀ SENZA PAURA

 

Leggi il seguito di questo post »


Appunti dopo il 4 marzo

camminare1In questi giorni ho messo nero su bianco alcuni pensieri. Il mio silenzio sulle elezioni nazionali era semplicemente motivato dal fatto che stavo scrivendo questo post per poi condividerlo. Un contributo alla discussione e riflessione collettiva della quale abbiamo molto bisogno. Per quanto mi riguarda, possiamo finalmente dichiarare esaurita l’epoca della politica e del pensiero corti come un tweet. Con questo primo post intendo stimolare un confronto aperto, a partire da quanti sentono come me l’urgenza di fare qualcosa, di dire la loro e partecipare. Inoltre, sono determinato a mettermi a lavoro, spero insieme a tanti altri e altre, allo scopo di fare incontrare più persone possibili, le più diverse tra loro. Dopo il 4 marzo, ci sono solo buoni motivi per farlo. In Italia, la sconfitta definitiva del Partito Democratico e della Sinistra ci impongono di ripartire, soprattutto qui a Bologna dove la terra è ancora buona nonostante l’inverno gelido. A sinistra dobbiamo avere l’ambizione di apprendere gli uni dagli altri, senza pregiudizi. Da qui non si parte per candidare qualcuno, ma per costruire una mobilitazione civile e valoriale, una nuova capacità di pensiero e di azione sulla città e il suo ruolo a livello nazionale. Prima che di un movimento o di un nuovo partito, serve che mondi e istanze diverse tra loro ricomincino o inizino a confrontarsi, con l’obiettivo di fondare una nuova pratica del concetto di ‘comune’, il prendersi cura. La più bella e sostenibile tra le forme dell’amore. Ora tutto è possibile nel nostro paese, prepariamoci. Leggi il seguito di questo post »


Redditi e diseguaglianza

mappa.jpg(La Repubblica di Bologna – Gianluigi Bovini) Nel 2015 i contribuenti bolognesi hanno dichiarato redditi più alti del 21% rispetto alla media nazionale. All’intemo della città metropolitana si evidenziano però disuguaglianze economiche marcate, che è possibile analizzare sulla base dei dati forniti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF). Il primo divario che appare è quello territoriale: i cittadini residenti nei diversi luoghi dichiarano valori medi del reddito differenziati. Il comune più ricco è San Lazzaro di Savena (28.111 euro per contribuente) che precede Bologna (26.860 euro) e Sasso Marconi (26.486 euro). Nella graduatoria seguono altri centri che confinano con la città o si trovano nelle immediate vicinanze (Monte San Pietro, Pianoro, Zola Predosa, Castenaso, Casalecchio di Reno, Granarolo dell’Emilia e Castel Maggiore). In tutte queste località il reddito prò capite dichiarato è superiore o prossimo a 25.000 euro e si colloca quindi oltre la media metropolitana. Da un punto di vista geografico l’immagine è netta: la ricchezza si concentra a Bologna e nei comuni di prima cintura che condividono con il capoluogo un tessuto economico più solido e diversificato. Leggi il seguito di questo post »