A BANDO 304.000 EURO DI FONDI EUROPEI PER IL WELFARE CULTURALE

FIUNell’ambito dei “Programma Operativo Città metropolitane 2014 – 2020 – PON METRO”, finanziato dall’Unione europea, il Comune di Bologna ha pubblicato il bando: “L’inclusione e l’innovazione sociale a Bologna attraverso nuovi progetti culturali” per l’assegnazione di 304.000 euro a favore di soggetti del Terzo Settore per cinque progetti di welfare culturale. Attraverso questo bando, che rimarrà aperto fino all’1 luglio 2019, proseguiamo nella nostra azione di rafforzamento della cultura nei quartieri per favorire progetti di inclusione e coesione sociale. L’intento è dare la possibilità a tutti i cittadini e le cittadine di essere inclusi e parte attiva della comunità.

Leggi il seguito di questo post »


“VIA MATER DEI”, IL CAMMINO CHE COLLEGA I SANTUARI MARIANI

VIA MATER DEI COPERTINA_FOIATONDAAl via un nuovo cammino in Appennino, sabato inaugura “Via Mater Dei”, percorso che collega i santuari mariani tra pellegrinaggio cristiano e trekking culturale. Circa 130 km da percorrere a piedi in 6 tappe, da Bologna alle cime dell’Appennino bolognese, attraversando 9 comuni (Bologna, Pianoro, Loiano, Monghidoro, San Benedetto Val di Sambro, Castiglione dei Pepoli, Camugnano, Grizzana Morandi e il Comune di Firenzuola in Toscana) e visitando 10 santuari. I santuari coinvolti sono Santa Maria della Vita e San Luca a Bologna, il Santuario del Monte delle Formiche a Pianoro, il Santuario della Madonna di Lourdes e quello della Madonna dei Boschi a Monghidoro, il Santuario della Madonna di Pompei a Piamaggio (Monghidoro), il Santuario della Madonna della Neve a Madonna dei Fornelli (San Benedetto Val di Sambro), il Santuario di Boccadirio a Castiglione dei Pepoli, il Santuario di Montovolo a Grizzana Morandi, il Santuario della Serra di Ripoli (San Benedetto Val di Sambro).

Leggi il seguito di questo post »


UN MILIONE ALLE BIBLIOTECHE PER LETTURA E SCRITTURA

salaborsa_immagineUn milione di euro di fondi europei (PON Metro) da destinare alla realizzazione di due progetti, curati dalle Biblioteche di Quartiere, dedicati a giovani che non studiano e non hanno un lavoro e persone che, per motivi diversi, vivono una condizione di fragilità o di isolamento. Continua il nostro lavoro sulla cultura nei quartieri e nelle periferie. Oggi abbiamo proposto al Consiglio Comunale questo investimento, per insegnare ai ragazzi tecniche di scrittura innovative, produrre testi, raccontare i servizi pubblici e il territorio in cui vivono. Formeremo operatori dedicati alla lettura ad alta voce e alla mediazione culturale e sociale, capaci di raggiungere le persone più fragili e ricucire le fratture della comunità. Una campagna di alfabetizzazione che durerà due anni, per riavvicinare la popolazione alla bellezza della cultura. Un investimento sulle competenze e la cura delle relazioni tra persone.

Leggi il seguito di questo post »


BE HERE, ECCO IL CARTELLONE COMPLETO DI “BOLOGNA ESTATE 2019”

Foto 8Comincia la nuova edizione di Bologna Estate, il cartellone estivo promosso e coordinato dal Comune di Bologna, che quest’anno si protrarrà fino a settembre con proposte articolate in tutta la città metropolitana. Il format, che la scorsa estate ha portato alla rassegna un milione di spettatori, si consolida e si rafforza. Cinema, musica, danza, teatro, mostre, libri e lettura, passeggiate e itinerari alla scoperta dell’Appennino e della pianura, occasioni di approfondimento e di divertimento e anche tantissimo sport, il tutto in una programmazione di durata continuativa che valorizza i quartieri e apre luoghi accessibili di interesse sociale, culturale, storico artistico e naturalistico.

Leggi il seguito di questo post »


L’ARCHIVIO DEL CINEMA AL GIURIOLO E NOI

456619b9-4131-4740-a031-a89d2ae6dea5.JPGA Corticella ha inizio la nostra città, sul confine tra la zona dell’Arcoveggio e la Bolognina. Precisamente in via Giuriolo, ha abitato per molti anni mia nonna Rosa e insieme a lei la famiglia di mio padre. Nella mia vita ho vissuto in molte parti di Bologna, ma qui posso dire in parte di esserci cresciuto.  Uscita 6 della tangenziale direzione Casalecchio, ho passato in via Giuriolo i Natali più belli della mia vita. Da bambino rimanevo ore affacciato alla finestra di un cucinotto Acer al numero civico 18, ascoltando le musicassette di mia nonna e guardando gli altri bambini giocare sui campi da calcio, il prato di fronte. Poi un giorno, quando avevo più o meno 9 anni, qualcuno pensò bene di costruire un parcheggio di cemento armato fuori terra di tre piani. Un parallelepipedo di qualche centinaio di metri di fronte alla nostra finestra. Sarebbe servito per le partite dei Mondiali di Italia ’90, dicevano. Di tifosi ne avremmo visti pochi, in compenso da quell’anno le telefonate alla Polizia iniziarono ad essere quotidiane. Avevamo un posto in prima fila assicurato per scene di spaccio e ricettazione, tra i piani bui di un mostro bianco che intanto si era inghiottito il quartiere. Ventotto anni dopo, come in un film di Kaurismaki o Bill Murray (scegliete voi), mi sono ritrovato in un fotogramma al primo piano di quel parcheggio. Con la mia giacchetta di lana da Assessore alla cultura, seduto a fianco del Sindaco e del Direttore della Cineteca a presentare un grande progetto per Bologna. Proprio qui dove ha inizio la città, tra le Caserme Rosse e i prati della Tangenziale. A maggio 2019 partiranno le gare per la Riqualificazione dell’ex parcheggio Giuriolo che diventerà un nuovo polo culturale, dedicato al patrimonio cinematografico e alla memoria cittadina. Un investimento di 8,1 milioni di euro, compreso nel Piano periferie dell’Amministrazione Comunale. Leggi il seguito di questo post »


RIAPERTE LE COLLEZIONI COMUNALI D’ARTE DOPO IL RESTAURO

2_Collezioni_Comunali_Arte_Bologna_foto_Giorgio_BianchiConclusi i lavori di ripristino di una porzione del coperto di Palazzo d’Accursio avviati nel febbraio 2018, le Collezioni Comunali d’Arte hanno riaperto definitivamente al pubblico con importanti interventi migliorativi realizzati sotto il profilo strutturale, tra cui il restauro della Galleria Vidoniana. Il percorso espositivo, in parte rinnovato per esigenze conservative ed espositive ed incrementato di tre sale, è nuovamente fruibile nella sua interezza a partire da giovedì 18 aprile 2019, in tempo utile per consentire di visitare uno scrigno ricco di bellezze e tesori nel cuore della città ai cittadini e ai turisti che sceglieranno di trascorrere a Bologna le festività pasquali all’insegna dell’arte e della cultura. Con la riapertura è possibile, in particolare, ammirare il restauro conservativo della Galleria Vidoniana nell’Appartamento del Legato.

Leggi il seguito di questo post »


DUE IMPORTANTI APPUNTAMENTI PER LE NOSTRE BIBLIOTECHE

BibliotechinaVi invito a due appuntamenti nelle biblioteche comunali. Oggi pomeriggio alle 17.30 intitoliamo la Biblioteca Scandellara (via Scandellara, 50) a Mirella Bartolotti, prima donna assessore in Italia. Nel 1956 infatti Mirella Bartolotti è una delle sette donne elette in Consiglio comunale a Bologna e il sindaco Giuseppe Dozza la nominò assessore, affidandole le deleghe ai “Problemi delle donne, assistenza e beneficenza”. Da assessora denunciò le condizioni delle lavoratrici a domicilio, pratica che si stava rapidamente diffondendo e, in uno spirito di grande modernità, promosse corsi gratuiti di preparazione al parto indolore. Per lei compito dell’assessorato era quello di “studiare e analizzare tutti i problemi che si pongono alle donne della nostra città complicando in mille modi la loro vita” e le proposte per migliorare la vita delle donne lavoratrici, non tardarono ad arrivare, concretizzandosi in un aumento degli asili nido e nell’istituzione di corsi di formazione e istruzione professionale dedicati specificatamente alle donne.

Leggi il seguito di questo post »