ART CITY WEEK, LA SETTIMANA ALL’INSEGNA DEL CONTEMPORANEO

artcity artweekArt City si presenta quest’anno con oltre 200 artisti, 118 progetti in 108 luoghi. Come assessore alla cultura e al turismo sono molto soddisfatto del lavoro fatto. Abbiamo spinto al massimo l’ambizione di coinvolgere la città e costruire una piattaforma che nei prossimi anni possa crescere sia per numero di artisti, sia per spazi e visitatori. Art City da quest’anno diventa un Festival di una settimana, punto di riferimento di un lavoro che vogliamo fare tutto l’anno con gli artisti. Abbiamo contenuti che possono essere trasmessi sia a livello nazionale, sia internazionale ed è importante che tanti artisti scelgano Bologna per lavorare.

Leggi il seguito di questo post »


ROBERT WILSON AL TEATRO COMUNALE CURA LA REGIA DE “IL TROVATORE”

robert wilson 1Robert Wilson firma la regia de Il Trovatore, opera che inaugura la stagione del Teatro Comunale di Bologna (dal 22 al 29 gennaio). Siamo orgogliosi che uno dei registi più importanti sulla scena teatrale mondiale curerà l’allestimento dell’opera verdiana. Wilson ci ha fatto visita in Comune, gli abbiamo fatto firmare il Libro d’Onore che dal 1945 raccoglie le firme degli ospiti illustri ricevuti a Palazzo d’Accursio, a cominciare dai generali che liberarono la città. Lo spettacolo è stato realizzato da Wilson per Le Trouvère, la versione francese del capolavoro verdiano che ha visto la luce nel settembre 2018 al Teatro Farnese di Parma nell’ambito del Festival Verdi; una co-produzione tra Comunale, Teatro Regio di Parma e Change Performing Arts. A Bologna, però, la messinscena sarà ripensata da Wilson stesso per il palco della Sala Bibiena e per la più consueta versione dell’opera del 1853 in lingua italiana, con scene e luci firmate dal regista, costumi di Julia von Leliwa, trucco di Manu Halligan e drammaturgia di José Enrique Macián. Prosegue, dunque, nel nome di Verdi la collaborazione tra il Comunale e l’artista statunitense, dopo il Macbeth del 2013 ripreso nel 2015.

Leggi il seguito di questo post »


CON UISP TORNA PILLOLE IN MOVIMENTO

Pillole in movimentoTorna per il nono anno consecutivo Pillole di Movimento, la campagna di sensibilizzazione curata da Uisp, che si pone come obiettivo quello di combattere la sedentarietà e di promuovere uno stile di vita sano ed attivo. È un’iniziativa ormai diventata un appuntamento fisso in un contesto in cui, con l’aumento della durata della vita, la prevenzione assume un ruolo fondamentale, per evitare l’insorgere di problemi cronici che causerebbero un impatto sulla società molto pesante. Il movimento deve diventare un pezzo di educazione civica.

Leggi il seguito di questo post »


RESTANO ACCESE FINO AL 6 MARZO LE PAROLE DI LUCIO DALLA IN VIA D’AZEGLIO

lucio dalla caro amicoLe luminarie con il testo de L’Anno che verrà in via D’Azeglio sono diventate una vera e propria attrazione e hanno riscosso un grande successo a livello locale e nazionale. E per questo abbiamo accolto la proposta del Consorzio via D’Azeglio pedonale di mantenerle installate fino al prossimo 6 marzo, per accompagnare la città al programma di appuntamenti che celebreranno il cantautore bolognese. Si tratta infatti di un’iniziativa che merita il nostro pieno sostegno e di un’idea in linea con il recente Patto di Collaborazione sottoscritto con la Fondazione Lucio Dalla per la valorizzazione del legame della città di Bologna con il suo cantautore, del tratto caratteristico e distintivo di questo rapporto che affonda le radici proprio in via D’Azeglio dove Lucio Dalla ha vissuto. L’installazione luminosa è ispirata alla canzone L’anno che verrà e realizzata dall’artigiano napoletano Antonio Spiezia per rendere omaggio alla figura di Lucio Dalla e alla città di Bologna. L’iniziativa, organizzata da Consorzio esercenti di via D’Azeglio, con il patrocinio di Comune di Bologna e Fondazione Lucio Dalla, ha riscontrato molto successo negli scorsi mesi, contribuendo ad accrescere il fascino del centro città e di uno dei luoghi simbolo per tutti gli appassionati di Lucio Dalla.

Leggi il seguito di questo post »


CINEVASIONI, IL PRIMO FESTIVAL DEL CINEMA ORGANIZZATO E PROIETTATO ALL’INTERNO DEL CARCERE

cinevasioniCinevasioni è il Primo Festival del Cinema organizzato e proiettato all’interno di un carcere: la Casa Circondariale Rocco D’Amato di Bologna. Un festival in carcere, non un festival sul carcere. Realizzato in collaborazione con la Direzione della Casa Circondariale Rocco D’Amato di Bologna, con il contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, con il sostegno del Comune di Bologna, di Rai Cinema e di Legacoop. Cinevasioni è ideato e curato da Angelita Fiore e Filippo Vendemmiati. L’obiettivo è portare il linguaggio e la cultura cinematografica all’interno della realtà carceraria e aprire il carcere ad autori e studiosi del cinema.

Leggi il seguito di questo post »


AL VIA IL CONCORSO DI IDEE PER REALIZZARE IL MUSEO DEL BASKET AL PALADOZZA

palazzo 2Al PalaDozza nascerà il Museo nazionale del basket. Abbiamo presentato oggi assieme a Giovanni Petrucci, presidente FIP (Federazione italiana pallacanestro) e Celso De Scrilli, presidente di Bologna Welcome, il Concorso di idee che porterà Bologna ad essere la sede di  un nuovo e ambizioso progetto, tuttora unico in Italia: un Museo del Basket che parli della cultura dello sport legata alla pallacanestro. Tutto questo si inserisce nel quadro di un rinnovamento generale del PalaDozza, messo a nuovo negli spazi e sempre più vicino alle grandi Arene di eventi a livello internazionale. L’obiettivo del Concorso è raccogliere i migliori progetti per questo innovativo museo, che dovrà interessare in maniera diffusa tutta la struttura del Palazzetto dello Sport e che non conterrà solo cimeli, ma seguirà un percorso narrativo fatto principalmente di supporti multimediali che stimolino la curiosità dei visitatori verso questo mondo e la sua storia.

Leggi il seguito di questo post »


LA MEMORIA DELLA CITTÀ, ECCO IL RINNOVATO ARCHIVIO DIGITALE DI BOLOGNA

origine di bologna“Origine di Bologna” , l’archivio digitale pensato e curato da Carlo Pelagalli ha una nuova veste grazie alla collaborazione con il Comune di Bologna. Informazioni e curiosità raccolte da Pelagalli e oggi inserite in “Origine di Bologna“, un vero e proprio archivio digitale che, grazie alla collaborazione con il Comune di Bologna, viene restituito a una platea più vasta di cittadini, arricchito grazie a un’armonizzazione digitale dei contenuti attraverso una mappa interattiva e un portale documentale dedicato. Tutto ciò è stato possibile grazie a un patto di collaborazione siglato tra il signor Carlo Pelagalli e l’ufficio Open Data del Settore Agenda digitale e tecnologie informatiche del Comune di Bologna.

Leggi il seguito di questo post »