Cultura, turismo e tanto altro

Intervista L'apri città 1Condivido l’intervista che Mauro Alberto Mori mi ha fatto per il numero di agosto de L’apricittà, la rivista delle Acli, dove parlo di cultura, turismo e molto altro.

E’ la prima estate di Matteo Lepore. La prima estate culturale firmata Lepore e siamo già ad un primo, parziale, ma lusinghiero, bilancio. Ma l’assessore non parla solo degli eventi che ci hanno accompagnato e ci accompagneranno fino all’autunno. Parla a 360 gradi, della sua idea di Bologna, della politica, della sua crescita, del turismo e dei suoi predecessori. Un Lepore convinto di aver imboccato la strada giusta nel suo nuovo ruolo di assessore alla cultura, al turismo, sport e promozione della città.
Leggi il seguito di questo post »


Per ripartire insieme

Intervista Repubblica“Io, con Zingaretti per rifare la sinistra aperta ai civici e ai cattolici di Zuppi”

Da La Repubblica Bologna del 30 agosto 2018 – «Per favore, usciamo dal ‘Truman show’ dei social di Salvini, fuori c’è un mondo diverso» esorta l’assessore Matteo Lepore. Invito che è stato colto dalle 40.000 persone partecipanti alle serate culturali dell’estate in piazza Verdi, un successo che rappresenta una costola di un progetto politico e di un’idea di città che Lepore, uno dei futuri candidati della sinistra al dopo Merola, intende proporre sulla scia dell’adesione al programma di Nicola Zingaretti. «Siamo riusciti a portare in zona universitaria famiglie e persone che da tempo non ci andavano», commenta Lepore. E non è ancora finita visto che le iniziative (saranno 103 in tutto) andranno avanti fino a metà ottobre.

Leggi il seguito di questo post »


L’Hip Hop arriva in Piazza Verdi

Immagine Hip HopPiazza Verdi si trasforma nella capitale dell’hip hop. Giovedì 30 e venerdì 31 agosto arriva Hip Hop Generation Reloaded, oltre 200 ragazzi accanto a grandi professionisti saranno i protagonisti di due intense giornate in Piazza Verdi. Una manifestazione curata da Monica Ratti, Emanuele Ladovaz e Vittoria Cappelli, che dal 2000 si occupano attivamente di questo movimento culturale. La kermesse si ispira a un programma televisivo, prodotto da Vittoria Cappelli, e in onda su Rai Tre nel 2004, in cui fece epoca la danza della grande Carla Fracci in coppia con Mohamed Belarbi, uno dei più importanti rappresentanti della breakdance internazionale.

Leggi il seguito di questo post »


Salviamo la storia delle OGR di Bologna

OGR.jpgHo aderito, tra i primi firmatari, alla petizione lanciata su Change.org da AFeVA Emilia Romagna per il recupero delle OGR (Officine Grandi Riparazioni) di Bologna, dopo la sua dismissione avvenuta il primo luglio scorso. La richiesta, indirizzata al Gruppo FS e alle istituzioni, è che il Museo e i Monumenti ai caduti della Resistenza e del Lavoro vengano mantenuti dove si trovano ora e che l’area venga totalmente bonificata dall’amianto e messa in sicurezza.

Leggi il seguito di questo post »


Un palco anche al Pilastro o in Bolognina

Intervista Carlino.jpg

Da Il Resto del Carlino Bologna del 22 agosto 2018 –  Novanta giorni d’Estate. Ossia tre mesi, sui cinque complessivi, delle manifestazioni di Be Here, la prima rassegna estiva di cultura e spettacolo ideata dall’assessore Matteo Lepore.
Qualche bilancio si può già fare. Soddisfatto? «I primi dati ufficiali li daremo a settembre. Ma pare proprio che le cose funzionino, considerato che dal 15 giugno al 14 ottobre abbiamo messo in campo 2.300 appuntamenti in 200 luoghi diversi».

Leggi il seguito di questo post »


Verità e giustizia per Genova

39814890_2051303988253529_2075377383392673792_nSono giorni che ho per la testa un pensiero, ancora una volta dopo la tragedia di Genova.

CARI DEMOCRATICI meno arroganza e più Democrazia. Perchè non si capisce da che parte stiamo. Non sono convinto che sia giusta questa tattica del ‘gli risponderemo COLPO SU COLPO’ ‘#CIALTRONI’. Non sono convinto che all’arroganza si debba rispondere con altrettanta arroganza e poi una strada nuova va tracciata non subita. Sì, è sacrosanto fare opposizione, smascherare Salvini, rendere noto il suo voto in Parlamento favorevole alla svendita della rete autostradale italiana. Sì è giusto fare controinformazione e chiamare Toninelli a rendere conto in Parlamento, ma basta vi prego con le lezioni da primi della classe! Leggi il seguito di questo post »


Un polo culturale alle OGR

Operae_OGR_2013-Michele-D%u2019Ottavio-courtesy-OGR-Crt

Un’immagine dalle OGR recuperate di Torino

La storia delle Officine Grandi Riparazioni a Bologna inizia nel 1908, in via Casarini. Una vicenda che ha attraversato due guerre mondiali e oltre un secolo nel quale ferrovieri e città si sono segnati reciprocamente in modo indelebile. La Resistenza all’occupazione tedesca, le lotte sindacali per il lavoro ma soprattutto le battaglie per la salute degli operai. Solo nel 1979, infatti, grazie all’azione dei delegati sindacali si è iniziato un percorso che aveva come obiettivo l’eliminazione dell’AMIANTO. Tutto lo stabilimento o quasi ne è contaminato e negli anni si iniziano a contare oltre 300 vittime. La storia delle vittime di amianto e delle lotte sindacali è racchiusa in un Museo ospitato proprio all’interno delle Officine Grandi Riparazioni, che rappresentano comunque di per sè un patrimonio di grande valore industriale, culturale e politico per la nostra città. Da qualche settimana lo stabilimento è stato chiuso, come il Museo. Il sito è ora dichiarato di interesse nazionale per la bonifica dell’amianto. Ne parliamo oggi sul Corriere di Bologna, insieme ai familiari delle vittime. A settembre firmeremo con loro un patto di collaborazione per recuperare il Museo e il patrimonio storico delle Officine. Obiettivo: mantenere il Museo dov’è e ottenere da Ferrovie parte dell’area non contaminata per un progetto di interesse pubblico. Un destino tutt’altro che scontato, perchè qualcuno preferirebbe l’oblio. Che permetta magari un intervento speculativo sull’area.

SARA’ NECESSARIA UNA MOBILITAZIONE.
CI AUGURIAMO SARETE CON NOI. Leggi il seguito di questo post »