IL CANALE DI RENO SI ILLUMINA

Canale illuminatoPasseggiando per le vie del centro storico a tutti sarà capitato di passare per via Piella e scorgere una comitiva di turisti intenti a spiare dalla famosa “finestrella”. Sì, perché questa è diventata oramai una meta immancabile per chi visita la città ed è segnalata in tutte le principali guide. Lo spettacolo del Canale di Reno che attraversa il cuore della città, nell’unico punto in cui emerge, è visibile solo di giorno. Partendo da questa osservazione e dalla volontà di valorizzare quello che è, in fondo, uno dei simboli del patrimonio storico-idraulico di Bologna Città d’Acque, i Consorzi dei Canali di Reno e Savena in Bologna, hanno deciso di realizzare un progetto d’illuminazione artificiale in grado di valorizzare questo luogo anche nelle ore notturne. I lavori inizieranno nel mese di ottobre, quando, durante il periodo di secca, non c’è acqua. L’inaugurazione del canale illuminato è prevista invece per dicembre. Leggi il seguito di questo post »


IL MIO RICORDO DI GIAMPIERO MUCCIACCIO

Giampiero MucciaccioVoglio ricordare Giampiero Mucciaccio, scomparso nei giorni scorsi e grande protagonista di tante battaglie sul civismo. Giampiero è stato una delle più importanti figure non solo del mondo della scuola del nostro territorio, ma soprattutto della promozione di un’idea di civismo e di partecipazione. Fondatore del Centro Antartide, centro di iniziativa che nacque diversi anni fa su stimolo del Comune di Bologna e dell’Università, coinvolgendo diversi gruppi universitari sui temi ambientali.

Leggi il seguito di questo post »


NETTUNO D’ORO A LUIGI LEPRI

Gigen 1Davanti a un Consiglio Comunale gremito di amici e cittadini abbiamo consegnato a Luigi Lepri (Gigén Lîvra) il Nettuno d’Oro. Un riconoscimento per la preziosa e incessante opera svolta nella conservazione della lingua e cultura popolare bolognese. Queste le motivazioni: Luigi Lepri, nato nel 1938 a Bologna, dove è cresciuto e ha lavorato, è uno dei più noti cultori e studiosi della lingua bolognese, profondamente innamorato della sua città. Con talento multiforme di autore, giornalista, linguista e animatore della migliore tradizione, è impegnato da anni in un imponente lavoro di conservazione e divulgazione del dialetto bolognese. Le sue pubblicazioni (articoli su quotidiani e riviste, volumi monografici, curatele, traduzioni, collaborazioni editoriali) ricordano costantemente a tutti i bolognesi che il nostro idioma non deve sparire. Leggi il seguito di questo post »


Il futuro delle biblioteche comunali

salaborsa_immagineNuove assunzioni e un piano di rilancio per le biblioteche comunali. Di questo ho parlato nel corso di due interviste ai quotidiani La Repubblica Bologna e Il Resto del Carlino. Nel mio ragionamento sono partito da un punto: la situazione che ho trovato al mio insediamento da Assessore alla cultura (un anno fa) evidenziava una debolezza proprio legata alle risorse destinate a questa nostra importante istituzione. Ora stiamo lavorando per invertire questa rotta. Ancora di cifre non possiamo parlare, ad esempio dobbiamo partire dalla conferma o meno da parte della Fondazione Carisbo del contributo storico di 350.000 euro, sembra infatti non essere più disponibile e siamo stati invitati a partecipare a bandi che per noi non sono praticabili. Quando la situazione sarà più chiara, definiremo l’ammontare definitivo del nostro intervento per quanto riguarda il bilancio. E’ comunque mia intentenzione investire di più.

Leggi il seguito di questo post »


“FILUZZI, A FERRAGOSTO UNA FESTA IN PIAZZA” – DA IL RESTO DEL CARLINO

FiluzziAssessore Matteo Lepore, la Filuzzi potrà diventare una notte di festa tutta bolognese al pari di kermesse ballerine più celebri come la Taranta e il Liscio romagnolo?
«Sull’inverno abbiamo proposto Dancin’Bo, progetto che vogliamo ripetere ogni anno, e già in nuce c’era l’idea di riscoprire il ballo popolare, con la polka chinata, la filuzzi, il twist, lo swing. Sull’estate credo si possa immaginare un grande evento in piazza Maggiore con le forme di ballo popolare bolognese e quelle che piacciono oggi ai giovani e vogliamo fame un evento di punta e di traino, qualcosa di più diffuso».

Leggi il seguito di questo post »


IL NUOVO CUBO VIDEO CHE PROIETTA IL PALADOZZA NEL FUTURO

233_20190311_Paladozza_Tabellone_NNovità al PalaDozza! Abbiamo mandato in pensione il vecchio tabellone e inaugurato il nuovo cubo-video, uno schermo a 360 gradi che riempirà il Palazzo di immagini e suoni. Continua così il progetto di riqualificazione del nuovo PalaDozza, il cubo-video trasmetterà sia durante le partite, sia durante gli eventi e gli spettacoli che verranno ospitati. L’installazione del nuovo supporto si inserisce nel più ampio piano teso a valorizzare Bologna e la sua tradizione sportiva, sia come risorsa turistica che come asset per far crescere la città e proiettarla nel futuro, e che vede il PalaDozza da mesi protagonista di un progetto di riqualificazione e rinnovamento diffusi.

Leggi il seguito di questo post »


CIAO ALBERTO, TI PORTEREMO SEMPRE CON NOI

BucciUn grande dolore apprendere della scomparsa di Alberto Bucci. Tutte le persone che vorranno dargli l’ultimo saluto, potranno farlo martedì 12 marzo dalle ore 9 alle ore 13 alla camera ardente allestita nella Sala Tassinari di Palazzo d’Accursio (Piazza Maggiore 6). Alberto Bucci è stato un gigante dello sport davanti a una lavagnetta, un microfono, una scelta, un abito, un momento, una vittoria, una sconfitta, un adulto, un bambino, un’idea. Non ha mai fatto quello che tutti avrebbero fatto al posto suo, trovando sempre una via diversa, “alla Bucci”. E’ stato un inno alla battaglia, alla resistenza anche nelle discese dei suoi irripetibili 70 anni e nella malattia contro cui ha lottato tenacemente per un decennio, faccia a faccia, battendola nel 2011 e poi ritrovandola, combattendola ancora e ancora, andando all’attacco sempre per spostare un po’ più in là un punto che ora è una stella nell’infinito.

Leggi il seguito di questo post »