ART CITY WEEK, UNA SETTIMANA ALL’INSEGNA DEL CONTEMPORANEO IN CITTA’

ArtCity ArtWeek.jpgArt City si presenta quest’anno con oltre 200 artisti, 118 progetti in 108 luoghi. Come assessore alla cultura e al turismo sono molto soddisfatto del lavoro fatto. Abbiamo spinto al massimo l’ambizione di coinvolgere la città e costruire una piattaforma che nei prossimi anni possa crescere sia per numero di artisti, sia per spazi e visitatori. Art City da quest’anno diventa un Festival di una settimana, punto di riferimento di un lavoro che vogliamo fare tutto l’anno con gli artisti. Abbiamo contenuti che possono essere trasmessi sia a livello nazionale, sia internazionale ed è importante che tanti artisti scelgano Bologna per lavorare.

Il ruolo di MAMbo non è solo quello di luogo in cui esporre, è a pieno titolo guida di questa piattaforma per ospitare il nuovo e la sperimentazione nel campo dell’arte. C’è un forte investimento pubblico, molti privati credono in questo progetto. A livello nazionale Milano ha un ruolo fondamentale su questo fronte e insieme a loro possiamo lavorare perché, dal punto di vista geografico, siamo un’unica area, anche grazie ai collegamento veloci che ci uniscono. Ringrazio Lorenzo Balbi e tutti coloro che lavorano con lui a MAMbo e nell’Istituzione Bologna Musei per quanto fatto e l’importante lavoro di Simone Menegoi direttore di Arte Fiera. BolognaFiere è elemento centrale per quanto fatto, per le competenze e il ruolo pubblico che svolge. La comunicazione è stata realizzata con il supporto di Bologna Welcome che ha predisposto materiali innovativi che possono essere veicolati anche a livello internazionale.

Nello specifico ART CITY Bologna si presenta con la settima edizione dall’1 al 3 febbraio 2019, con il programma istituzionale di mostre, eventi e iniziative speciali promosso dal Comune di Bologna in collaborazione con BolognaFiere in occasione di Arte Fiera. Coordinato dall’Area Arte Moderna e Contemporanea dell’Istituzione Bologna Musei, per il secondo anno consecutivo ART CITY Bologna si svolge sotto la guida di Lorenzo Balbi, direttore artistico di MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna, con l’obiettivo di articolare una programmazione culturale di alto profilo in affiancamento alla manifestazione fieristica che, da tradizione, apre il calendario artistico annuale italiano.  Non un semplice cartellone di eventi collaterali ma un vero e proprio festival del contemporaneo che coinvolge e connette in rete le migliori energie in uno dei momenti più vivaci per la città, nel 2019 ART CITY Bologna sostiene il percorso di rinnovamento avviato da Arte Fiera con la nomina di Simone Menegoi alla direzione artistica, confermando la propria centralità nella creazione di un contesto in grado di rafforzare il posizionamento di Bologna come punto di riferimento nello scenario dell’arte contemporanea nazionale e internazionale. In una prospettiva di impegno congiunto per la costruzione di un’area attiva nella produzione contemporanea durante tutto l’anno e non solo nei quattro giorni in cui avviene l’evento fieristico, la principale novità di questa edizione di ART CITY Bologna sarà la durata più ampia. Il nucleo dei tre giorni del weekend si dilata infatti in una vera e propria art week che, a partire dal 25 gennaio, traccia un calendario di inaugurazioni in avvicinamento all’apertura di Arte Fiera il 1 febbraio.

Nel segno della continuità, viene confermato il format sperimentato lo scorso anno con successo, con un main program articolato in 1 evento speciale e 17 progetti curatoriali – tra mostre, installazioni e performance – che presentano le più varie espressioni delle pratiche artistiche contemporanee. Tutti gli eventi proposti saranno ancora una volta accomunati da tre elementi chiave: progetti monografici di artisti affermati o giovani emergenti, proposti da un curatore e ideati in relazione ad uno spazio specifico, tra cui luoghi inediti normalmente non accessibili al pubblico per iniziative espositive. La configurazione di ART CITY Bologna prevede inoltre la sezione ART CITY Segnala, in cui rientrano oltre 100 eventi selezionati da una commissione composta dai direttori artistici di ART CITY Bologna e Arte Fiera, oltre a un rappresentante del Dipartimento Cultura e Promozione della Città del Comune di Bologna. Un ricchissimo palinsesto di appuntamenti proposti dagli operatori culturali della città, tra cui istituzioni pubbliche e private, gallerie d’arte moderna e contemporanea (sia le associate al circuito Confcommercio ASCOM Bologna che le indipendenti), artist run space, spazi no-profit e luoghi non convenzionali.

Per favorire l’accessibilità sono predisposti orari di apertura estesi nelle sedi coinvolte e l’ingresso gratuito, in alcuni casi ridotto, per i possessori di qualsiasi biglietto Arte Fiera. Per le sedi dell’Istituzione Bologna Musei, nel weekend dal 1 al 3 febbraio, il biglietto di Arte Fiera consente l’ingresso gratuito alle collezioni permanenti, ridotto alla mostra Hokusai Hiroshige. Oltre l’onda al Museo Archeologico, mentre l’ingresso alle mostre temporanee di Mika Rottenberg al MAMbo e di Goran Trbuljak a Villa delle Rose, nelle tre giornate, è gratuito per tutti. Per i possessori della Card Musei Metropolitani Bologna sono riservate tariffe scontate al 50% sull’ingresso ad Arte Fiera e confermate le consuete agevolazioni in tutti i luoghi del circuito ART CITY Bologna. Sul piano editoriale, è stata realizzata e viene distribuita gratuitamente una pubblicazione in formato tabloid che contiene schede dedicate a tutti i progetti inclusi nel main program e una guida con le informazioni utili sugli eventi di ART CITY Segnala.

In vista di questa Settimana dell’Arte, nell’ottica di promuovere la cultura, Bologna Welcome ha realizzato due progetti speciali: una Card che includerà, oltre all’ingresso in fiera, al circuito museale Genus Bononiae e alla Pinacoteca Nazionale, l’accesso alle collezioni permanenti dei musei civici e alle loro mostre temporanee; la visita guidata di due ore del centro storico; la salita alla Torre degli Asinelli e un accesso esclusivo a Casa Dalla. Il secondo è lo speciale di Promenade Art Week che si propone come guida per orientarsi meglio nella miriade di eventi e proposte di questa settimana.

Per il pubblico dei più giovani, dagli 11 ai 16 anni, il Dipartimento educativo MAMbo propone Walk on art, uno speciale itinerario alla scoperta di alcune delle mostre e delle installazioni più curiose e coinvolgenti tra quelle promosse da ART CITY Bologna. Una mappa, cinque tappe e cinque luoghi ricchi di fascino e storia per sperimentare sguardi e pratiche artistiche con l’aiuto di un educatore museale specializzato. Sabato 2 febbraio h 15.00 e domenica 3 febbraio h 10.00 (durata 3 ore) con partenza e ritorno al MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna (via Don Minzoni 14). Il costo della partecipazione è di € 15, tariffa ridotta € 10 per i possessori Card Musei Metropolitani Bologna e biglietto Arte Fiera. Prenotazione obbligatoria entro venerdì 1 febbraio h 12.00 mamboedu@comune.bologna.it, tel. 051 6496628 (numero minimo partecipanti 6, massimo 20).

Infine, non mancherà uno degli appuntamenti più attesi con la ART CITY White Night: sabato 2 febbraio apertura straordinaria fino alle ore 24.00 in numerose sedi del circuito ART CITY Bologna, oltre che in gallerie, spazi espositivi indipendenti, palazzi storici e negozi.