INFORMAZIONI UTILI IN TEMPI DI COVID19 A BOLOGNA, II

Copia di #iorestoacasaCiao a tutte e a tutti,
condivido un riassunto delle iniziative messe in atto dal Comune di Bologna in questi giorni di emergenza. Misure di pubblico interesse per la vita in città.

La mappa degli esercizi commerciali che consegnano a domicilio
Abbiamo pubblicato una mappa dei negozi di vicinato che consegnano a domicilio, la potete consultare a questo link. La mappa è georeferenziata e raccoglie oltre 400 attività nei quartieri della città. I prodotti a domicilio: cibo, parafarmaci, farmaci, libri o servizi come la lavanderia. Rivolgiamoci al piccolo commercio e prendiamoci cura di chi resta a casa, adesso è anche questo uno dei modi per fare comunità. Inoltre, sul sito del Comune di Bologna trovate tutti i servizi di spesa a domicilio per i più fragili e le iniziative di solidarietà.
Le misure a sostegno di cittadini, imprese, gestori in difficoltà
Buoni spesa
Il Comune di Bologna ha deciso di utilizzare il fondo erogato dal Governo – da trasformare in aiuti per la spesa alle famiglie in difficoltà economica a causa delle conseguenze dell’emergenza sanitaria in corso – per acquisire dei buoni spesa dematerializzati. I servizi sociali individuano i beneficiari tra i nuclei già in carico e le persone che invieranno l’autodichiarazione. Maggiori informazioni.

Tassa di soggiorno
Il termine per il pagamento dell’imposta di soggiorno slitta a fine novembre 2020. È necessario trasmettere comunque al Comune la dichiarazione trimestrale entro 15 giorni dalla chiusura del trimestre. Maggiori informazioni.

Contributi per gli affitti
Il Comune di Bologna utilizzerà i fondi regionali per contribuire al pagamento del canone di affitto di tutti gli ammessi alla graduatoria del bando emesso dall’Amministrazione – con scadenza dicembre 2019 – destinato soprattutto alle famiglie giovani e con figli. Maggiori informazioni

Tari, Cosap e Imposta Pubblicità
Non verranno applicate sanzioni e interessi per i versamenti ritardati della seconda rata dell’Imposta Comunale sulla Pubblicità, per le rate del Cosap permanente e temporaneo, e della Tari giornaliera. Non si procederà alla riscossione in via anticipata del Cosap relativo alle nuove occupazioni realizzate con dehors nel periodo dall’8 marzo al 31 maggio 2020, purché gli importi vengano versati entro il 30 giugno 2020. In aprile approveremo una misura sulla Tari, la Tassa sui Rifiuti: la scadenza della prima rata, prevista per il 18 maggio, si sposta per tutti i contribuenti al 30 settembre e i dieci milioni di euro frutto dell’attività di riscossione della Tari nel 2019 saranno utilizzati per scontare la tassa alle attività commerciali e produttive che soffrono maggiormente per la chiusura forzata di queste settimane. Maggiori informazioni.

È possibile donare per acquistare prodotti e cibo per le famiglie più fragili
Abbiamo lanciato un crowdfunding per sostenere gli Empori solidali del Comune di Bologna e Cucine Popolari – Bologna Social Food. Per donare potete andare su questa pagina 👉www.ideaginger.it/…/solidali-a-bologna-con-gli-empori-e-le-… I contributi serviranno ai volontari dell’associazione Pane e solidarietà onlus per acquistare prodotti di prima necessità e cibo per gli Empori e le Cucine Popolari presso i punti vendita Coop Alleanza 3.0, che a sua volta contribuirà al progetto applicando uno sconto sulla spesa. Bologna è una città #solidale, continuiamo a dimostrarlo.

Un sostegno agli anziani soli e ai servizi sociali
Servono fondi straordinari per la cura delle persone anziane sole. I servizi socio-sanitari e tutta l’area welfare stanno vivendo una situazione di enorme difficoltà. Occorre materiale per proteggere gli operatori, per implementare o sostituire medici e infermieri, materiale per sanificare gli ambienti, pasti e altri strumenti di lavoro. È il possibile dare una mano. A questo link e nel video tutte le informazioni per donare http://www.aspbologna.it/comunicati-stampa/asp-citta-di-bologna/comunicato-stampa/a-sostegno-delle-persone-anziane-della-citta-di-bologna-fai-una-donazione-anche-tu

La cultura arriva a casa
Abbiamo creato una piattaforma online: http://agenda.comune.bologna.it/cultura/ che raccoglie i contenuti culturali online creati e messi a disposizione dagli operatori della città. Sul sito trovate contenuti culturali on demand, live streaming o podcast. Inoltre sono online e accessibili le nostre biblioteche comunali. Il servizio in questione è https://emilib.medialibrary.it/. Se siete già iscritti a una nostra biblioteca comunale potete accedervi, altrimenti seguite le indicazioni per registravi direttamente online: http://www.bibliotechebologna.it/artic…/…/offset/0/id/101833.

Bilancio Partecipativo rinviato al 2021
Abbiamo deciso di rinviare il Bilancio Partecipativo di quest’anno al 2021 e di destinare le risorse alla gestione dell’emergenza Covid19. È una pausa per ripartire. La prossimità e la partecipazione, a noi tanto care, oggi sono valori che dobbiamo interpretare in modo diverso.
Ci tengo a ringraziare i Consigli e le migliaia di cittadine e cittadine che nei mesi scorsi hanno partecipato ai Laboratori di quartiere per progettare iniziative da portare al voto del Bilancio Partecipativo. Il loro contributo di idee rappresenta un patrimonio prezioso dal quale ripartiremo non appena sarà possibile svolgere in sicurezza gli incontri partecipativi previsti.
Riprenderemo da dove ci eravamo lasciati e accompagneremo nuovamente i Quartieri al voto all’inizio del 2021. [Continua…]

Un piano per salvare la cultura e lo sport
Lunedì 30 marzo una delegazione di assessori alla cultura delle città italiane ha incontrato in videoconferenza il ministro Dario Franceschini. A lui e al Governo avevamo rivolto un appello sottoscritto da migliaia di amministratori e operatori culturali. Al centro del confronto una strategia di rilancio e modalità di supporto a tutti i lavoratori e le lavoratrici del settore, alla micro e piccola impresa culturale, l’avvio di un tavolo per la rinascita e nuove misure di defiscalizzazione per le donazioni. Insieme ai fondi urgenti ‘cura città’, legittimamente richiesti dai nostri sindaci, crediamo sia importante studiare insieme al Ministro iniziative e misure economiche ‘cura cultura’ che possano rappresentare una reale possibilità di sopravvivenza e ripartenza delle moltissime imprese culturali, fondamentale volano economico del nostro Paese. Serve un Piano per salvare anche la Cultura, per dare il senso di un nuovo inizio. In ambito sportivo stiamo portando avanti un percorso simile con i colleghi di settore e presto avremo un incontro con il Ministro dello Sport Spadafora [Continua…]

I centri antiviolenza sono aperti: tutte le informazioni
#iorestoacasa non è uno slogan rassicurante per molte donne. In questo momento di emergenza sanitaria che costringe le donne a casa, proprio il luogo in cui subiscono le più frequenti e gravi violenze, è importante sapere che se hai bisogno di aiuto per te o per un’altra donna, non sei sola: a Bologna e in tutta la Regione Emilia-Romagna i centri antiviolenza sono aperti e operativi con servizi di informazione, ascolto e accoglienza gratuiti e riservati. In questi giorni il coordinamento dei Centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna ha registrato un calo di richieste di aiuto: nella nostra regione a breve partirà una campagna informativa per ricordare alle donne vittime di violenza che non sono sole e una quota delle risorse ministeriali, non appena saranno disponibili, verrà utilizzata per questa emergenza.
È importante far sapere che il supporto continua, anche e soprattutto in questo periodo.
Ecco i contatti in tutte le città. 

Piano Freddo prorogato al 30 aprile
Per offrire protezione alle persone senza dimora, il Piano Freddo del Comune di Bologna è stato prorogato al 30 aprile. Le strutture sono aperte per ventiquattro ore al giorno ed è prevista la consegna dei pasti sia a pranzo che a cena. Sono state montate quattro nuove tensostrutture attrezzate con tavoli e sedie: in via Pallavicini, via del Lazzaretto, a Villa Serena e davanti al dormitorio Beltrame.
Maggiori informazioni.

Vi ricordo che potete seguire tutti gli aggiornamenti sulla situazione sul sito del Comune di Bologna.

Restiamo a casa: tuteliamo noi e chi amiamo.

Buona serata,
Matteo



Rispondi