Informazioni utili in tempi di Covid19 a Bologna

Newsletter 20Ecco qualche aggiornamento che ci tengo a condividere con voi in questi giorni difficili.

Le prime misure di sostegno alle imprese
Grazie al bilancio sano di questi anni e al lavoro sulla riscossione, nel mese di aprile approveremo una misura importante sulla Tari (Tassa Rifiuti): la scadenza della prima rata, prevista per il 18 maggio, si sposta per tutti i contribuenti al 30 settembre, e i dieci milioni di euro frutto dell’attività di riscossione della Tari nel 2019 saranno utilizzati per scontare la tassa alle attività commerciali e produttive che soffrono maggiormente per la chiusura forzata di queste settimane.

Nel frattempo la Giunta ha deliberato nella seduta del 24 marzo anche altre misure:
– Non verranno applicate sanzioni e interessi per i versamenti ritardati della seconda rata dell’Imposta Comunale sulla Pubblicità, per le rate del Cosap permanente e temporaneo, e della Tari giornaliera.
– Non si procederà alla riscossione in via anticipata del Cosap relativo alle nuove occupazioni realizzate con dehors nel periodo dall’8 marzo al 31 maggio 2020, purché gli importi vengano versati entro il 30 giugno 2020. Il Decreto Cura Italia non aveva stabilito proroghe per queste tipologie di versamenti, ma crediamo sia necessario in questo momento agevolare le strutture produttive e commerciali maggiormente in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria.
Maggiori informazioni.

La spesa a domicilio per i più fragili
In questo periodo, ancora più che di solito, dobbiamo prenderci cura delle persone più fragili. Bologna è una città solidale e lo è anche e soprattutto nei momenti di difficoltà. Ecco tutti i servizi del Comune di Bologna.

L’Unione fa la spesa
Da lunedì 23 marzo a Bologna la spesa arriva a casa delle persone più fragili, grazie a un nuovo protocollo firmato dal Comune di Bologna insieme a Coop Alleanza 3.0 e il mondo del volontariato cittadino rappresentato da Auser Bologna, Forum Terzo Settore Emilia Romagna e Volabo Csv Bologna.
Si chiama “L’Unione fa la spesa” ed è un servizio di consegna a domicilio della spesa alimentare alle persone più fragili, a chi ha bisogno di assistenza, ai disabili, a chi è affetto da patologie croniche o è immunodepresso: alle fasce più deboli della comunità che devono a maggior ragione evitare di uscire di casa.
Si parte lunedì, dalle persone anziane seguite dal Piano di Monitoraggio Anziani in Solitudine: Comune di Bologna e Ausl in collaborazione con Lepida, dal 10 marzo scorso stanno contattando e assistendo telefonicamente 2.500 over 75 in condizione di fragilità. Il servizio a domicilio di spesa comincerà da loro. Sarà il Comune a individuare i beneficiari, mentre i volontari saranno coordinati da Auser. Alle associazioni di volontariato Coop riconoscerà un rimborso per gli spostamenti.

Consegna a domicilio della Croce Rossa
La Croce Rossa Comitato di Bologna ha attivato un servizio di consegna spesa e farmaci a domicilio per persone anziane, persone fragili e immunodepressi. Come richiedere il servizio gratuito.
La Croce Rossa Italiana ha intensificato il servizio totalmente gratuito di consegna farmaci a domicilio a favore delle persone vulnerabili attraverso il numero verde 800 065510, disponibile h24 e sette giorni su sette. Come funziona il servizio della Croce Rossa Italiana.

Per chi non ha una casa
Dal 16 marzo e fino al termine del Piano Freddo il 31 marzo alcune strutture di accoglienza resteranno aperte dalle 14 alle 10 del giorno dopo (anziché dalle 19 alle 9). Queste strutture si aggiungono alle altre che sono già aperte tutto il giorno. Si tratta di un impegno straordinario che il Comune mette in campo attraverso Asp Città di Bologna e il Consorzio Arcolaio che gestisce il Piano Freddo per garantire la massima protezione dalla strada alle persone senza dimora e per rispettare la richiesta al muoversi meno possibile contenuta nelle disposizioni governative.
I dettagli sul Piano Freddo durante l’emergenza coronavirus.

Più forti insieme
La Fondazione Sant’Orsola, in accordo con il Policlinico, ha attivato una raccolta fondi a sostegno degli ospedali di Bologna e degli operatori sanitari che nell’emergenza Coronavirus ogni giorno si prendono cura di tutti coloro che ne hanno necessità, a cui potranno essere indirizzate tutte le donazioni di cittadini, imprese ed altre realtà.
Sosteniamo chi è in prima linea nell’emergenza Coronavirus. Per donare: Più forti insieme

Un alloggio per medici e infermieri
Abbiamo sottoscritto un accordo per dare alloggio a medici e infermieri in prima linea nella lotta al Coronavirus negli ospedali di Bologna. L’accordo è stato sottoscritto tra Fondazione Policlinico Sant’Orsola e Federalberghi Bologna, con la collaborazione del Comune di Bologna e di Confcommercio Ascom Bologna.
L’intesa riguarda tutto il personale al lavoro nei tre ospedali cittadini coinvolti – Policlinico di Sant’Orsola, Ospedale Bellaria e Ospedale Maggiore – e ha lo scopo di assicurare un alloggio agli infermieri che le due Aziende sanitarie stanno assumendo in questi giorni per far fronte all’emergenza, ma anche dare l’opportunità di dormire vicino agli ospedali a tutti quei medici e quegli infermieri già in servizio nella sanità bolognese che vogliono continuare a lavorare nel proprio reparto ma che tornando a casa possono correre il rischio di contagiare i propri famigliari.
I costi delle camere saranno interamente sostenuti dai fondi raccolti in questi giorni con la campagna “più forti insieme” lanciata dalla Fondazione Policlinico Sant’Orsola Onlus.

Sostegni alle imprese
La Città metropolitana di Bologna ha adottato diverse misure a sostegno delle imprese del territorio. Sul sito, in continuo aggiornamento, ci sono tutte le informazioni su cassa integrazione in deroga, sostegno al reddito, moratoria ai finanziamenti, sostegno a imprese esportatrici, turismo.

La cultura arriva a casa
Abbiamo creato una piattaforma online che raccoglie i contenuti culturali online creati e messi a disposizione dagli operatori della città: in questi giorni le iniziative culturali sono sospese, i teatri, i musei e le biblioteche sono chiusi, per tutelare noi e chi ci sta vicino. Ma i cittadini non sono soli. Il mondo della cultura della nostra città si sta impegnando per affrontare la situazione e mettersi a disposizione della comunità attraverso la tecnologia. A Bologna in molti stanno sperimentando forme di condivisione pubblica dell’arte e della cultura caricando online performance, contenuti di intrattenimento o formazione. Abbiamo deciso di aggregarli e condividerli sul sito Agenda Cultura del Comune di Bologna. Sul sito di Agenda Cultura Bologna trovate contenuti culturali on demand, live streaming o podcast, proposti dagli operatori e dalle istituzioni bolognesi. Si potranno trovare anche contenuti per famiglie e bambini, così come comunicazioni di pubblico interesse. Una possibilità che si aprirà anche al mondo dello sport.

Solidarietà digitale
La digitalizzazione a supporto di cittadini e imprese: imprese e associazioni hanno messo e metteranno a disposizione servizi gratuiti. Sul sito Solidarietà digitale trovate i servizi e le soluzioni innovative cui poter accedere grazie all’iniziativa di solidarietà digitale del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione.

Covid19 – Gli aggiornamenti sul sito del Comune di Bologna
Vi ricordo che potete seguire tutti gli aggiornamenti sulla situazione sul sito del Comune di Bologna. In particolare – dopo che è stato emanato l’ultimo decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha esteso a tutta l’Italia e quindi anche a Bologna le misure per contrastare la diffusione del coronavirus – è importante muoversi solo se necessario ed evitare gli spostamenti, in entrata e in uscita dal proprio territorio, tranne che per ragioni di lavoro, di salute, situazioni di necessità. Le scuole di ogni ordine e grado saranno chiuse fino al 3 aprile. Tutte le informazioni, con le risposte alle domande più frequenti su Coronavirus – Comune di Bologna.

Restiamo a casa: tuteliamo noi e chi ci sta vicino.

Da casa,
Matteo

P.s. Se volete ricevere la mia newsletter potere inserire il vostro indirizzo mail a questo link.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.