Il nuovo Trust per l’Arte Contemporanea nella città di Bologna

trust blogIeri ad Artefiera abbiamo presentato un progetto importante per il sostegno dell’arte contemporanea del nostro Paese: Bologna dà vita al primo Trust per l’arte contemporanea.

È uno strumento di politiche culturali, molto diffuso nei paesi anglosassoni e da oggi anche nel nostro Paese, sostenuto da diversi soggetti privati del nostro territorio: insieme hanno deciso di istituire il trust, così divenendone i disponenti, e quindi contribuire in maniera concreta alla promozione dell’arte contemporanea, per migliorare il posizionamento internazionale della città di Bologna, ascrivendola nel novero delle capitali europee del contemporaneo. È la prima esperienza in Italia in questo campo, costituita da una pluralità di soggetti privati.

Il Trust partirà con una dotazione minima di 300.000 euro e sarà dedicato all’acquisto di opere di giovani artisti presentate in ArteFiera, alle residenze artistiche, alla promozione di mostre. Servirà anche all’allargamento del pubblico del contemporaneo, valorizzando esperienze del territorio: tra queste ci saranno i progetti speciali portati avanti con il MamBo, il museo di arte contemporanea di Bologna.

Per fare ciò si è scelta per l’appunto la soluzione del trust perché permette di fare venire ad esistenza un fondo esclusivamente destinato a questi fini e completamente estraneo a qualsiasi condizionamento esterno. Il fondo, che oggi è costituito dalle donazioni iniziali provenienti dai disponenti predetti, in futuro potrà essere alimentato ed incrementato dai donatori che liberamente decideranno di partecipare a questo importante iniziativa culturale.

Il Trust avrà al suo interno due Comitati Scientifici, composti da membri di alto profilo in campo culturale e artistico, che vaglieranno i progetti che saranno loro presentati e che, nel rispetto dello scopo unico di valorizzare l’arte contemporanea, garantiranno la qualità dei progetti da finanziare, agendo in piena libertà e senza alcun condizionamento. In questo contesto si pone poi il trustee, ossia un soggetto professionale, terzo ed indipendente, che avrà il compito di dare concreta attuazione, e dunque finanziare con le risorse presenti nel fondo, i progetti selezionati dai comitati. Il tutto sarà portato a compimento sotto il controllo dell’ultima figura che caratterizza il trust, il Guardiano, individuato parimenti in una persona di alto profilo culturale e giuridico che garantisce a chi oggi istituisce il trust, e dunque ai disponenti, ma anche ai successivi donatori, così come infine alla collettività, che il fondo in trust sarà usato solo per il perseguimento dei suoi scopi e dunque per la promozione dell’arte contemporanea nei termini precisati.

Bologna è una città internazionale, capitale dell’arte contemporanea del nostro Paese, insieme alle altre città italiane, e questo è un ulteriore passo in avanti nel sostegno alla cultura e all’arte. Un passo in avanti assolutamente innovativo per l’esperienza italiana, trattandosi non solo di un nuovo modo per fare crowdfunding, ma soprattutto di uno strumento che assicura una trasparenza di gestione delle risorse, del tutto sottratta al condizionamento pubblico o politico, anche dell’amministrazione comunale.

A febbraio formalizzeremo l’atto e poi partiremo con le azioni concrete di promozione e sostegno del trust con lo scopo di ampliare la base dei donatori e la conoscenza delle finalità del trust presso la comunità.

Grazie a BolognaFiere, l’Istituzione Bologna Musei, l’avvocato Annapaola Tonelli, la Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, la Fondazione del Monte di Bologna e i privati disponenti e al Gruppo Hera e Unipol, che hanno sostenuto la costituzione del trust.

Questo progetto è dedicato agli artisti di tutto il mondo, alla loro creatività e al loro amore per l’Italia.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.