CANDIDATURA PORTICI UNESCO, LO SPORT SCENDE IN CAMPO

Maglie porticiLo sport bolognese scende in campo per sostenere la candidatura dei Portici di Bologna all’Unesco.  Bologna FC 1909, Virtus Pallacanestro Bologna, Fortitudo Pallacanestro Bologna 103, Fortitudo Baseball, Rugby Bologna 1928 e CUSB (Centro Universitario Sportivo Bologna) indosseranno una t-shirt “speciale”, dedicata ai Portici, all’ingresso in campo prima di un match casalingo. A disegnare e produrre queste t-shirt a serie limitata è Macron, eccellenza italiana e del territorio e sponsor tecnico delle principali società sportive del panorama bolognese.

La t-shirt è bianca a girocollo in maglieria ed è caratterizzata da disegno grafico che rappresenta i portici di Bologna accompagnato dai sei loghi delle società sportive coinvolte in questa iniziativa. Sul petto a destra il logo Macron e a sinistra, lato cuore, lo stemma del Comune di Bologna. Le squadre bolognesi, assieme a Macron e al Comune di Bologna, porteranno sui campi e nei palazzetti uno dei simboli della nostra città, che oltre ad avere un grande valore architettonico, ha un forte significato sociale e culturale, un luogo d’incontro e un bene comune da valorizzare e rendere patrimonio dell’umanità. Le t-shirt Macron è in vendita presso il Macron Store di Galleria Cavour a Bologna e sul sito macron.com. I primi a scendere in campo con le maglie dedicate ai Portici saranno gli atleti della Virtus Bologna, Fortitudo Pallacanestro 103 e Bologna FC 1909. Le altre squadre (Fortitudo Baseball, Bologna Rugby e CUSB) la indosseranno nel corso della prima gara casalinga alla ripresa dei rispettivi campionati. 

Il cammino verso la candidatura
Il  12 settembre  scorso è stato  consegnato il “Draft  Dossier” della candidatura  al Ministero per i beni e  le attività culturali e per il turismo. Lo stesso documento è stato poi inoltrato al Centro del Patrimonio Mondiale  Unesco di Parigi ai fini di una prima verifica di completezza, il cui esito sarà reso noto entro novembre. E’ ora in corso la stesura definitiva del Dossier che verrà inviata alla Commissione Nazionale  per l’Unesco che deciderà, anche sulla base delle risultanze di Parigi, quale sarà la candidatura italiana ufficiale per l’anno 2020. Il sito “I Portici di Bologna”, oggetto della candidatura UNESCO, rappresenta la  complessa rete di portici della città. La candidatura si propone come “seriale” in  quanto un racconto esaustivo dei valori che connotano il sistema porticato richiede   l’apporto di diverse componenti, tutte necessarie a descrivere l’eccezionalità del sito. Le componenti selezionate consistono in 12 aree, descritte nella loro consistenza e nelle reciproche relazioni.  Esse sono state selezionate tra i 62 chilometri totali di portici bolognesi, secondo un criterio di rappresentatività, e riassumono nel loro complesso l’intero sistema, componendo un insieme rappresentativo di  fasi cronologiche, linguaggi architettonici, caratteristiche tecniche, funzioni urbane e sociali. Le 12 componenti sono le seguenti: portici residenziali di Santa Caterina; piazza porticata di Santo Stefano; strada porticata di Galliera; portico del Baraccano; portici commerciali del Pavaglione e dei Banchi; portico devozionale di San Luca; portici accademici di via Zamboni; portico della Certosa; portici di piazza Cavour e via Farini; portici trionfali di Strada Maggiore; edificio porticato del quartiere Barca ed edificio porticato del Mambo.

0



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.