XXXIX ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DI USTICA

UsticaOggi in Consiglio Comunale abbiamo incontrati i familiari delle vittime di #Ustica. Il 27 giugno 1980, l’aereo DC-9 Itavia, partito da #Bologna e diretto a #Palermo, precipitò nelle acque del mar Tirreno tra le isole di Ponza e Ustica. Abbattuto durante un’azione di guerra, in quei cieli, tra aerei militari di paesi alleati. Trentanove anni fa non ero ancora nato. Sopra c’erano 77 passeggeri, tra cui 11 bambini e 2 neonati, e 4 membri dell’equipaggio, in totale 81 persone. Soltanto un mese dopo la nostra città avrebbe nuovamente subito un attacco gravissimo, a causa della bomba alla Stazione il 2 agosto, totale 85 morti. Io non ero ancora nato.

Trentanove anni dopo una parte importante della verità è stata accertata da sentenze ordinarie sulla strage, ma rimangono ancora molti lati oscuri frutto di depistaggi e omissioni da parte dello Stato italiano. La nostra città in questi trentanove anni è rimasta accanto ai familiari delle vittime e ha condotto una battaglia insieme a loro per ottenere verità e giustizia. E’ solo grazie a loro, infatti, se il nostro paese oggi continua a parlare di tutto questo. Ed è grazie a loro e a Bologna se dalle tragedie è rinata una passione civile. La rabbia si è trasformata in memoria e in impegno, una forza creativa e generatrice che ha prodotto e produce tutt’ora arte, cultura, mobilitazione. 39 anni fa io nascevo il 10 ottobre 1980, ma nonostante non abbia vissuto quei momenti, grazie a quella passione civile sento vivere dentro di me una rabbia e voglia di giustizia della quale sarò loro eternamente grato. Come Assessore alla Cultura di questa città forte e combattiva sento il dovere di continuare e sostenere questo percorso collettivo. Perché Bologna ha questa missione: rigenerare la passione collettiva dell’Italia, tenere accesa la fiaccola, mai come oggi così preziosa. Da oggi fino al 10 agosto torna la rassegna “Attorno al Museo”, ideata e organizzata dall’Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica con la collaborazione dell’Istituzione Bologna Musei: sette appuntamenti in cui artisti e intellettuali rielaboreranno con i linguaggi universali dell’arte, della musica e del contemporaneo le testimonianze, i documenti storici e i racconti dei familiari delle vittime.

Questa sera alle 21.30 davanti al Museo per la Memoria di Ustica (Parco della Zucca) andranno in scena le studentesse e gli studenti del Liceo Scientifico Copernico di Bologna, del Liceo Scientifico Galilei di Palermo e del Corso di Restauro dell’Accademia di Belle Arti di Bologna cinquanta creature in volo. Cinquanta ragazze e ragazzi di Palermo e Bologna uniti nella creazione di una pièce teatrale, da portare al di là del mare. I ragazzi di Palermo si esibiranno e nella notte torneranno con un volo nella loro città per replicare lo spettacolo.

“Il peso della polvere supera il peso degli oggetti depositati”
Robert Wyatt

Qui il programma completo delle iniziative.

 



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.