“VIA MATER DEI”, IL CAMMINO CHE COLLEGA I SANTUARI MARIANI

VIA MATER DEI COPERTINA_FOIATONDAAl via un nuovo cammino in Appennino, sabato inaugura “Via Mater Dei”, percorso che collega i santuari mariani tra pellegrinaggio cristiano e trekking culturale. Circa 130 km da percorrere a piedi in 6 tappe, da Bologna alle cime dell’Appennino bolognese, attraversando 9 comuni (Bologna, Pianoro, Loiano, Monghidoro, San Benedetto Val di Sambro, Castiglione dei Pepoli, Camugnano, Grizzana Morandi e il Comune di Firenzuola in Toscana) e visitando 10 santuari. I santuari coinvolti sono Santa Maria della Vita e San Luca a Bologna, il Santuario del Monte delle Formiche a Pianoro, il Santuario della Madonna di Lourdes e quello della Madonna dei Boschi a Monghidoro, il Santuario della Madonna di Pompei a Piamaggio (Monghidoro), il Santuario della Madonna della Neve a Madonna dei Fornelli (San Benedetto Val di Sambro), il Santuario di Boccadirio a Castiglione dei Pepoli, il Santuario di Montovolo a Grizzana Morandi, il Santuario della Serra di Ripoli (San Benedetto Val di Sambro).

In prossimità di ogni tappa i viandanti potranno trovare sia ricettività privata che parrocchie a cui chiedere ospitalità, dopo di che rientrare a Bologna (o a Firenze) tramite la ferrovia Direttissima: la stazione di San Benedetto è infatti poco distante dall’ultima tappa di Ripoli. Il tracciato si svolge in gran parte lungo sentieri CAI con la segnaletica bianco-rossa e anche con specifici cartelli che riportano il logo della Via Mater Dei. Il cammino si dipana su crinali di media montagna, tuttavia per i meno esperti è possibile chiedere il supporto della cooperativa di comunità Foiatonda che è in grado di offrire ai gruppi organizzati un servizio bagagli e un aiuto nel programmare il cammino, coinvolgendo se necessario le guide e le parrocchie.

La Via Mater Dei tuttavia non offre solamente dei luoghi di interesse legati all’architettura sacra. Chi deciderà infatti di intraprendere questo percorso attraverserà e apprezzerà luoghi incantevoli come il Parco Cavaioni di Bologna, le colline ricamate da filari di vite a Riosto (Pianoro), il contrafforte Pliocenico con il museo dei Botroidi, sassi rinvenuti del corrente, e ancora l’antico borgo di Barbarolo, Palazzo Loup a Loiano, il mulino Mazzone di Monghidoro, l’unico della valle del Savena ancora funzionante, il lago di Castel dell’Alpi, il borgo antico di Qualto e l’antica strada Romana “Flaminia Militare” immersa nel verde delle foreste di Pian di Balestra. Senza dimenticare il bel centro storico medioevale di Castiglione dei Pepoli, l’oratorio di Santa Caterina d’Alessandria a Montovolo e il borgo Le Serrucce di Ripoli.

Il cammino sarà inaugurata sabato 18 maggio alle ore 14 a Madonna dei Fornelli (San Benedetto Val di Sambro) alla presenza di Mons. Matteo Zuppi Vescovo di Bologna, e Alessandro Santoni sindaco del Comune di San Benedetto Val di Sambro.

Il progetto Via Mater Dei è sostenuto dalla Destinazione turistica e dalla Città metropolitana di Bologna, dall’Ufficio Sport, Turismo, Pellegrinaggi, Tempo libero dell’Arcidiocesi di Bologna, dall’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese, dall’Unione dei comuni Savena-Idice ed è curato dalla Cooperativa di comunità Foiatonda.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.