RIAPERTE LE COLLEZIONI COMUNALI D’ARTE DOPO IL RESTAURO

2_Collezioni_Comunali_Arte_Bologna_foto_Giorgio_BianchiConclusi i lavori di ripristino di una porzione del coperto di Palazzo d’Accursio avviati nel febbraio 2018, le Collezioni Comunali d’Arte hanno riaperto definitivamente al pubblico con importanti interventi migliorativi realizzati sotto il profilo strutturale, tra cui il restauro della Galleria Vidoniana. Il percorso espositivo, in parte rinnovato per esigenze conservative ed espositive ed incrementato di tre sale, è nuovamente fruibile nella sua interezza a partire da giovedì 18 aprile 2019, in tempo utile per consentire di visitare uno scrigno ricco di bellezze e tesori nel cuore della città ai cittadini e ai turisti che sceglieranno di trascorrere a Bologna le festività pasquali all’insegna dell’arte e della cultura. Con la riapertura è possibile, in particolare, ammirare il restauro conservativo della Galleria Vidoniana nell’Appartamento del Legato.

Tale sala di rappresentanza, insieme alla Sala Urbana, è tra gli ambienti di maggior effetto per il visitatore: vi è infatti conservata la straordinaria serie di 18 dipinti realizzati da Donato Creti per Marcantonio Collina Sbaraglia, donati al governo cittadino già nel 1744. Area di snodo tra le diverse ali dell’appartamento, il cui suggestivo affaccio, su Piazza Nettuno da un lato e via Indipendenza dall’altro, ne fa una delle attrazioni del Palazzo Comunale, fu fatta realizzare nel 1665 dall’eminente cardinale legato Pietro Vidoni. Per rendere omaggio al papa che gli aveva affidato l’importante incarico, il cardinale commissionò una decorazione del soffitto in cui si avvicendano soggetti mitologici ed allegorici, in un complesso programma celebrativo del potere papale e della figura di Alessandro VII. La considerevole ampiezza della struttura su cui è stata eseguita la pittura, realizzata dal figurista Giovan Battista Caccioli e dal quadraturista Domenico Santi, ha fatto sì che nel corso dei secoli si fossero aperte delle crepe, chiuse e ritoccate con materiali e tecniche non sempre coerenti con l’intervento originale. Inoltre i restauri degli anni trenta del Novecento, condotti con la finalità di rendere meglio leggibili i dipinti, avevano in molti punti rifatto la pittura ed erano stati realizzati su superfici annerite da depositi di sporco, alterando di fatto l’equilibrio cromatico della decorazione. L’intervento appena concluso ha risanato la struttura della superficie pittorica, consolidandone le porzioni danneggiate ed effettuandone una scrupolosa pulitura, permettendo nuovamente di apprezzare la leggerezza dello sfondato architettonico, la complessità cromatica e la felicità d’invenzione degli affreschi. Per migliorare le condizioni ambientali nella stessa Galleria Vidoniana e nelle sale dell’ala allestita a pinacoteca (dalla 5 alla 9), i precedenti infissi sono stati sostituiti con serramenti ad alta prestazione in vetrocamera basso-emissivo, con l’obiettivo di garantire un’adeguata conservazione delle importanti opere esposte. L’intervento estetico e funzionale su questi ambienti ha permesso di recuperare inoltre le tappezzerie bolognesi in prezioso damasco di seta, che rivestono interamente le cosiddette tre sale Rusconi (11, 12, 13) ricreando la dimensione privata delle dimore aristocratiche bolognesi del XVIII secolo. Il complesso restauro, condotto da Manuela Farinelli, oltre ad aver eliminato polvere e sporcizia dalle fibre, ha consolidato i lunghi teli serici, fermando i tagli causati negli anni dall’usura con una tecnica che mimetizza anche i danni, restituendo equilibrio estetico alle stanze.

(Foto: Giorgio Bianchi)

 



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.