“FILUZZI, A FERRAGOSTO UNA FESTA IN PIAZZA” – DA IL RESTO DEL CARLINO

FiluzziAssessore Matteo Lepore, la Filuzzi potrà diventare una notte di festa tutta bolognese al pari di kermesse ballerine più celebri come la Taranta e il Liscio romagnolo?
«Sull’inverno abbiamo proposto Dancin’Bo, progetto che vogliamo ripetere ogni anno, e già in nuce c’era l’idea di riscoprire il ballo popolare, con la polka chinata, la filuzzi, il twist, lo swing. Sull’estate credo si possa immaginare un grande evento in piazza Maggiore con le forme di ballo popolare bolognese e quelle che piacciono oggi ai giovani e vogliamo fame un evento di punta e di traino, qualcosa di più diffuso».

Quando?
«Forse agosto, considerando che è sempre stato un mese nel quale Bologna si ritrovava attorno alla piazza a Ferragosto, col grande concerto di Dino Sarti. Adesso Bologna non è più quella di una volta, agosto non è più solo il mese dei bolognesi, i negozi non sono più chiusi, i ristoranti sono aperti e Bologna non riposa, forse in piazza Maggiore e in altre piazze, sarebbe bello vedere dei momenti di festa popolare».

Sarà la Notte della Filuzzi?
«A me non piace il modello ‘Notte della Taranta’, perché è nato in una maniera e poi è arrivato ad es sere altro, una Woodstock del Salento che non è più solo taranta ma pop, rock, con rispetto per il Salento. Oggi daremo il Nettuno d’Oro a Gigi Lepri, uno dei grandi divulgatori del dialetto bolognese, lingua parlata, cultura e con lui, gli amici della Famèja Buignèisa e del Ponte della Bionda fino e chi si occupa di teatro, ballo e dialetto, sarebbe bello organizzare progetti e giornate dedicate… che non sono idee provinciali e non sono uno slogan tipo ‘prima i bolognesi!’. La nostra è voglia di riscoprire le radici, capire da dove veniamo e un’occasione per dirci che Bologna è una città da sempre aperta e plurale perché la cultura popolare tende alla fusione di cultura bassa e alta, di classi operaie e contadine, che sono entrate nella vita sociale anche grazie ai momenti di aggregazione».

Suona meglio un’idea di ‘Piazza Maggiore 14 agosto’ alla Dino Sarti?
«Bisogna fare un progetto di questo tipo, non so se sarà 14,15 o 16 agosto, ma sarebbe bello chiudere il cinema in Piazza con un grande momento popolare che negli anni possa crescere».

Come si fa a proporre il messaggio ‘Filuzzi è bello’?
«Riscoprendo le radici della musi ca del nostro territorio, facendo un progetto di musica e ricerca metropolitano, di una Bologna che non finisce più con le mura, che va dall’appennino alla pianura, che racchiude tante storie, forme di ballo e intrattenimento popolare, artisti e figure che ricompaiono nel lavoro dei cantautori del Novecento. Queste forme di ballo ora sono riscoperte dalle nuove generazioni anche con un ritomo alla partecipazione e chi vive la città, si sente coinvolto… la transizione da attuare è quella dalla città del cibo alla città del ballo e della musica, se tra due anni Bologna diventasse tutto questo, sarebbe un successo».

Come si riscoprono le radici e si tramutano in tesoro culturale per tutti?
«Con un progetto di Sala della Musica che tra qualche anno vorrei diventasse Casa, siamo al lavoro con Paolo Fresu per realizzarlo. Qui si potrà mostrare tutto ciò che si è suonato dal vivo nella nostra città da fine Ottocento ai nostri giorni, dando spazio ai grandi musicisti e cantautori, ma anche a chi ha scritto la musica, chi l’ha composta, i cori, le bande, i concerti dal vivo. Il cuore sarà un archivio digitalizzato di tutto ciò che è stato registrato live in città, su cui fare dei percorsi di ricerca e studio, mostre e convegni, per preservare le radici. In questo senso sto già facendo lavorare tutte le istituzioni della città, dalla Cineteca al Teatro Comunale».

 

Filuzzi



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.