Verità e giustizia per Genova

39814890_2051303988253529_2075377383392673792_nSono giorni che ho per la testa un pensiero, ancora una volta dopo la tragedia di Genova.

CARI DEMOCRATICI meno arroganza e più Democrazia. Perchè non si capisce da che parte stiamo. Non sono convinto che sia giusta questa tattica del ‘gli risponderemo COLPO SU COLPO’ ‘#CIALTRONI’. Non sono convinto che all’arroganza si debba rispondere con altrettanta arroganza e poi una strada nuova va tracciata non subita. Sì, è sacrosanto fare opposizione, smascherare Salvini, rendere noto il suo voto in Parlamento favorevole alla svendita della rete autostradale italiana. Sì è giusto fare controinformazione e chiamare Toninelli a rendere conto in Parlamento, ma basta vi prego con le lezioni da primi della classe!
Sono morte 43 persone, una città è stata ferita nel profondo e con lei il cuore del nostro paese. Una catastrofe della quale ancora non sono state accertate le cause, ma che sappiamo essere avvenuta tra le braccia dello Stato. Perché anche questo significa viaggiare in una concessione autostradale oggi in Italia.

Un tempo la sinistra del nostro paese avrebbe usato poche ma ferme parole verso i cittadini: VERITA’ E GIUSTIZIA, senza se e senza ma.

E qui la domanda: come siamo finiti a fare noi gli avvocati difensori di Autostrade per l’Italia?

In gioco non c’è la questione della nazionalizzazione (balle e poi la Lega non lo permetterà mai) ma VERITA’ e GIUSTIZIA: cos’è successo veramente, di chi sono le responsabilità, chi doveva controllare e non lo ha fatto?
Quindi, che ruolo hanno avuto società Autostrade, Ministero delle Infrastrutture e Anas?

Questo dovrebbero chiedere i democratici, senza giri di parole ovvero ritornare nelle condizioni di poterlo fare. Questo è il punto politico.

Bisogna chiudere l’era del giustificazionismo rispetto ai governi precedenti. Alle elezioni il PD è stato sconfitto e quando fallirà il governo giallo-verde, perché non può che essere così, gli italiani non daranno comunque ragione al PD: PERCHE’ NON SANNO PIU’ DA CHE PARTE STA.

Rubo alla bella rivista rivista UNA CITTA’ una citazione di Andreas Kalyvas, che ieri notte mi ha inviato un’amica:
‘LA DEMOCRAZIA è il tentativo di esercitare potere politico da parte di chi non ha potere economico’.

Torniamo ai fondamentali. Chiediamo VERITA’ E GIUSTIZIA PER GENOVA. La prima cosa.

 



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.