Bologna: arte di strada, Città di circo e Bolognina

citta_di_circo_locandinaa5_logo-detailSiamo partiti alcuni anni fa cercando uno spazio per il Circo PaniKo, costretto a muoversi dalla Montagnola e da un problema è nata una nuova importante storia. Da allora la vocazione circense del Parco di Villa Angeletti è diventata un punto di riferimento del circo contemporaneo italiano. Ora di tendoni ne abbiamo cinque e siamo al centro di un dibattito nazionale e internazionale sul nuovo circo e l’arte di strada. Per noi è un investimento sul posizionamento di Bologna e della Bolognina rispetto all’arte e alla creatività. Dopo alcune stagioni nelle quali si sono alternate varie compagnie con i loro chapiteu, per la prima volta Bologna è Città di Circo, dal 27 ottobre al 12 novembre promossa dalla Federazione Nazionanale Arte di Strada. Infatti, 5 tendoni da circo e più di 90 artisti si alterneranno in una rassegna di 15 giorni di spettacoli di circo contemporaneo e teatro, concerti, corsi, convegni che vedranno nascere un tavolo di lavoro tecnico sulle normative di settore, oltre a 2 giornate di spettacoli dedicate ai bambini delle scuole del quartiere.

Questi sono i numeri messi in campo per un evento che vuol diventare un modello, da riproporre di anno in anno in città diverse: un progetto nato per creare un’occasione di incontro e confronto sia tra addetti del settore che tra artisti e pubblico.

Una programmazione adatta a tutti i tipi di pubblico, di altissima qualità artistica. Tutti gli spettacoli e le attività della Città di Circo sono a offerta libera consapevole: l’ingresso è libero, all’uscita è lo spettatore a decidere se e quanto dare in base a quello che avrà vissuto, gustato e applaudito. Ogni compagnia replicherà gli spettacoli per un massimo di 4 volte, dunque è consigliato prenotare al 338 9832476.

Ampio spazio è dedicato alla formazione con il convegno stRADARts promosso dalla FNAS. Insieme ad ospiti internazionali e a professionisti del settore ci si confronterà su temi quali: normative nazionali, orientamenti europei, regolamenti locali, sicurezza pubblica, disposizioni tecniche, SIAE, buone pratiche e modelli, formazione avanzata e continua, strumenti utili esistenti e in via di sviluppo, ricadute lavorative e occupazionali, libera espressione e partecipazione attiva della cittadinanza. Verranno presentati I progetti “Buonastrada e Arthecity e non mancheranno testimonianze e “visioni” sul circo contemporaneo e lo spettacolo di strada per arricchirne la conoscenza non solo sugli aspetti tecnici. Un impegno che conferma anche il lavoro dell’Amministrazione comunale bolognese verso l’arte di strada.

Anche il rapporto con le istituzioni vivrà un momento molto importante, con la costituzione di un Tavolo di Lavoro Tecnico ANCI – FNAS che avrà come obbiettivo l’adeguamento e la semplificazione della normativa sullo spettacolo dal vivo e sui circhi e una diffusione di modelli interpretativi omogenei e riconosciuti su tutto il territorio nazionale.

Per chi desidera venire più giorni e viene da fuori Bologna, La Città di Circo ha attivato una collaborazione con l’ostello We Bologna, a pochi passi da Villa Angeletti: posti letto comodi con vista tendoni.

 



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...