Cierrebi: la verità e una proposta

immagini.quotidiano.netCondivido di seguito la mia risposta a un cittadino che aveva scritto a La Repubblica, pubblicata oggi dallo stesso giornale.

Gentile Massimiliano Pispico, la ringrazio per avermi tirato in ballo affermando che da Assessore allo sport non mi sarei fino ad ora pronunciato in difesa del Centro Sportivo Cierrebi. L’occasione è utile per ribadire quanto ho già affermato dieci giorni fa proprio in un’intervista rilasciata a questo giornale e cioè che, per quanto riguarda l’Amministrazione Comunale, il Cierrebi non si tocca senza un percorso partecipato con i cittadini. Cosa che avverà a partire dal mese di giugno, attraverso vari incontri di quartiere. Lo ribadirò anche il 23 maggio prossimo alle 18 all’incontro pubblico “Bologna per lo sport” presso il Centro civico di via Faenza 4, un momento organizzato per presentare ufficialmente l’esito della ricognizione sullo stato di salute dell’impiantistica cittadina e per confrontarci sulle priorità da affrontare. E’ importante dire la verità signor Pispico. Il Cierrebi è un impianto importante, ma privato.

La Carisbo ha deciso di venderlo a un altro privato che ha in progetto di realizzare un supermercato entro i limiti consentiti dalle regole urbanistiche. La nuova propietà, che dovrebbe entrare in possesso del bene da giugno, si è poi detta disponibile a cedere il resto al Comune (vedremo). Dobbiamo partire questa operazione di verità per affrontare al meglio questa vicenda che come è noto si intreccia con il bando per la riqualificazione dello Stadio Dall’Ara.

All’Amministrazione si chiede da un lato di salvaguardare le realtà sportive che oggi operano dentro Stadio e Antistadio, dall’altro di sostenere la riqualificazione del Dall’Ara, di rendere pubblico quanto oggi è privato cioè il Cierrebi, realizzando una cittadella dello sport; di risolvere i problemi cronici della zona legati all’assenza di parcheggi e al traffico. Noi stiamo affrontando tutto questo e continueremo a farlo preservando l’interesse generale, rispettando il piano urbanistico (PSC) approvato e cercando di ottenere più investimenti per lo sport e le famiglie, non meno.

Intendiamo mettere sul tavolo tutte le informazioni, le possibilità d’azione e i costi, tramite un percorso trasparente. Il Cierrebi è stato fino ad oggi un bellissimo spazio sportivo privato aperto ad alcuni, che presto vorremmo diventasse pubblico e aperto a tutti. Un impianto estremamente costoso da gestire e da riqualificare, che la banca non a caso ha voluto vendere. Ora tocca al Comune. Noi ci siamo. La discussione però facciamola tutta.

La lettera di Pispico.


One Comment on “Cierrebi: la verità e una proposta”

  1. […] Cierrebi: la verità e una proposta (risposta a un cittadino) […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...