La nostra ricetta contro la depressione

Il Mercato delle Erbe ha già cambiato completamente aspetto negli ultimi due anni, ma c’è una novità. Martedì abbiamo approvato in giunta la delibera che permette l’insediamento di nuove attività di somministrazione di cibi e bevande nella piazzetta laterale su via San Gervasio, così come nella piazzetta speculare, a destra dell’accesso da via Ugo Bassi. Abbiamo accettato la proposta arrivata dal Consorzio che gestisce il Mercato, un immobile di propietà comunale. Per non snaturare l’identità e la riconoscibilità del Mercato attivo da oltre un secolo, l’intera area centrale è stata vincolata alla vendita e ai banchi, mentre le aree laterali vedranno l’apertura di nuove attività di ristorazione oltre a quelle esistenti. L’avventura del Mercato delle Erbe è un esempio della nostra ricetta contro la depressione, un progetto di rigenerazione di un quartiere che recentemente è stato riscoperto da molti cittadini e turisti. I nostri 13 mercati rionali rappresentano un’infrastruttura di straordinario interesse per Bologna, come per molte altre città nel mondo, le quali grazie a un meditato ripensamento delle funzioni mercatali hanno saputo cambiare il volto e la percezione di aree degradate o bisognose di rilancio commerciale. I mercati parlano della nostra comunità e vivono in simbiosi con i suoi cambiamenti. Un grande sfida.

Questa novità si muove lungo il percorso di riqualificazione e valorizzazione dell’area, dove l’attenzione si focalizza non solo sul Mercato, che per anni ha vissuto un continuo declino, ma anche le vie laterali. Un percorso che ha dato i primi frutti, riportando le persone a vivere e godere degli spazi di via Belvedere dintorni. All’interno di Bologna Città del Cibo questo progetto di ampliamento significa la nascita di nuove attività imprenditoriali, reddito per le giovani generazioni, nuovi posti di lavoro, oltre che la valoriazzazione di uno bene pubblico in pieno centro storico.

I nuovi ingressi, nella piazzetta su via San Gervasio, sono il progetto “Mozzabella” dedicato allo street food gourmet, creato dai titolari di Tramezzino.it e Bec54, l’arrivo di “Polpette e crescentine” con primi piatti e la formula del locale omonimo di via dei Fornaciai, più un’enoteca, il cui nome provvisorio è “Vineria San Gervasio”, curata da Nicola Castellucci, titolare de “La Cantina” di via Toscana. Questi nuovi locali si aggiungeranno ai già presenti “Vino e sapuri” e della Panetteria, che cominceranno a servire rispettivamente prodotti del Sud e piadine e vini bolognesi.


4 commenti on “La nostra ricetta contro la depressione”

  1. luca scrive:

    Certo con 5 mila euro al mese da assessore ci si può andare tutte le sere, ma con mille euro e quei prezzi così alti le persone normali non possono permetterselo. bella la vita, eh! bello avere 5 mila al mese a 30 anni!!! tra l’altro senza prendere un voto e metterci la faccia, ma essendo nominato direttamente dal suo re!!

  2. […] cittadini promosso dal Comune di Bologna, che ha già dato nuova vita al Mercato di Mezzo e al Mercato delle Erbe dedicati al cibo, il ripensamento del Mercato San Donato punta a individuare una nuova vocazione […]

  3. […] sono oggetto di un importante percorso di riqualificazione e coinvolgimento della comunità. Il Mercato stesso è rinato, dopo anni di progressivo decadimento. La differenza tra allora e adesso penso sia visibile ad occhio nudo, ma la strada non affatto […]

  4. […] hanno finalmente arrestato il presunto autore delle ‘spaccate’ e furti in zona. Dopo la rigenereazione dei mercati di Mezzo e delle Erbe attraverso il cibo, dopo il mercato San Donato trasformato in un centro dedicato alla musica, ora tocca […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...