“Progetti per l’Impresa”, il bando a sostegno delle attività imprenditoriali

STARTL’avevo già annunciato in occasione dell’uscita dei risultati di Incredibol! 2014 e dal 31 dicembre è aperto il bando “Progetti per l’impresa” (bando ex Mambo) che investe 2,4 milioni di euro nello sviluppo di attività imprenditoriali dei settori ICT, artigianato e commercio. La creazione di impresa e di lavoro è un obiettivo primario di questa amministrazione e proseguire con questa iniziativa è una scelta importante per la nostra città. Dal 2000 ad oggi il bando ha finanziato 150 imprese (35 nel 2013). I numeri da soli raccontano la sua importanza. Quest’anno abbiamo replicato, con molte novità e semplificazione per chi decide di partecipare.

In questa edizione abbiamo voluto includere nella gara le startup innovative a vocazione sociale (ex d.l. n. 179/2012) che operano nei settori oggetto del bando, dando spazio anche ai fablab e alle altre forme di economia condivisa o sharing economy. Anche con questo bando, infatti, vogliamo promuovere nuove forme di economia collaborativa, interagendo sia con altre imprese sia con le scuole e gli altri centri di formazione dell’area metropolitana.

Un’altra novità di quest’anno è che il Comune ha deciso di mettere a disposizione immobili di sua proprietà, attualmente inutilizzati e da affittare (l’elenco sarà disponibile sul sito del Comune www.comune.bologna.it/impresa dal 20/01 o in versione cartacea presso il Settore Attività Produttive e Commercio) e tra questi spazi abbiamo inserito tre box interni al mercato di Santa Viola, coerentemente con la volontà mia e dell’amministrazione tutta di rigenerare i mercati cittadini (Il Resto del Carlino, 11/12/2014).

Inoltre, per la prima volta, le attrezzature e gli investimenti strumentali allo sviluppo e alla realizzazione delle attività imprenditoriali potranno essere messi a disposizione in misura non prevalente anche a soggetti non facenti parte dell’impresa, per lo sviluppo di proprie idee. Punteggi maggiori rispetto al passato saranno attribuiti a chi crea occupazione, ai progetti relativi a imprese ancora da costituire e a chi attiva collegamenti con centri di ricerca, università, spin off aziendali/accademici, reti di impresa, coworking, incubatori, fablab e scuole dell’area metropolitana bolognese.

Infine, abbiamo cercato di estendere il più possibile le aree cittadine incluse e siamo riusciti a coprire quasi l’intero territorio comunale (informazioni più specifiche sono disponibili tra  documenti allegati al bando).

L’ultima azione del 2014 ha sottolineato l’importanza che hanno per me e per l’amministrazione le imprese del nostro territorio e il loro sviluppo e questo bando dimostra come dal mio punto di vista la collaborazione tra PA, imprese, scuole e nuove realtà innovative sia alla base della crescita della nostra economia.

 

Il Bando 2015 – alcune specifiche

Il bando 2015 assegna 2.405.848,39 milioni di euro di incentivi, in parte a fondo perduto e in parte come finanziamenti a tasso agevolato, per lo sviluppo di progetti imprenditoriali nel campo ICT, Moda & Design e Artigianato e commercio al dettaglio in sede fissa, che si collochino nella città di Bologna. All’Information and Communication Technology saranno dedicati 1,5 milioni di euro, mentre all’Artigianato e commercio al dettaglio in sede fissa e  Moda & Design 900 mila euro euro.

Le agevolazioni finanziarie saranno concesse per un importo massimo di 150.000 euro per singolo progetto e nel limite massimo del 50% delle spese ammesse ad agevolazione  nella forma di prestiti da rimborsare all’Amministrazione comunale al tasso agevolato fisso annuo dello 0,50% (solo per gli investimenti, con rimborso in quattro anni), contributi a fondo perduto (per le spese di gestione e per gli investimenti). L’ammontare del contributo a fondo perduto (conto capitale per investimenti e/o conto gestione) non può essere richiesto singolarmente ma solo congiuntamente al prestito a tasso agevolato e non potrà essere superiore ad esso.

I destinatari del bando sono persone fisiche che intendono costituirsi in impresa, nuove imprese o imprese esistenti, già insediate nelle aree previste dal presente bando o che vi intendono aprire nuove unità locali successivamente alla data di presentazione della domanda. Il termine di presentazione della domanda e del progetto di impresa è il 31 Marzo 2015. I progetti d’impresa saranno valutati da due Commissione Giudicatrici, una per ogni linea di contribuzione.

Il Bando si chiuderà il 31 marzo 2015 (ore 13.00) e dal 2 febbraio sarà possibile depositare le domande in forma cartacea e digitale. Per chi sceglierà quest’ultima opzione sarà disponibile una sezione dedicata nell’area Servizi online di Iperbole.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...