Le linee POR-FESR 2014-2020: un’opportunità da cogliere insieme

Le opportunità del POR FESR 2014-2020Sta per partire il Piano Operativo Regionale dei Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale (POR-FESR) 2014-2020, leva fondamentale per crescere e migliorare l’economia territoriale. Ieri abbiamo presentato a Bologna le novità sulla programmazione messe in campo dalla Regione a seguito del percorso “POR per fare”, in attesa dell’approvazione a gennaio da parte della Commissione Europea dell’accordo di parternariato con il nostro paese. Per promuoverlo verso tutti gli interessati (imprese ed enti locali) lo sportello Europe Direct del Comune di Bologna e gli uffici della Regione Emilia-Romagna, hanno organizzato e promosso un incontro di presentazione dei nuovi assi di intervento e delle risorse POR-FESR disponibili nei prossimi 7 anni.  All’evento hanno partecipato oltre 200 persone. Oltre a me, è intervenuta la Dottoressa Morena Diazzi, Direttore Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo della Regione Emilia-Romagna, che ha illustrato nel dettaglio priorità e obiettivi che la regione si è data all’interno degli assi di sviluppo europei.

Il Piano Operativo Regionale dei Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale (POR-FESR) 2014-2020 renderà disponibili in IMG_7029Emilia Romagna 481,8 milioni di euro. Per noi, parlare di POR-FESR significa anche toccare l’ambito strategico della città metropolitana.

Nella programmazione che si sta aprendo, infatti, le aree metropolitane sono riconosciute quali interlocutori diretti per l’assegnazione anche di ulteriori fondi diretti (PON), dei quali il Sindaco della Città Metropolitana sarà responsabile.

Dal 1° gennaio, nascerà ufficialmente la nuova istituzione. Proprio in questi giorni il Consiglio Metropolitano sta discutendo e definendo quello che sarà lo statuto del nuovo ente di secondo grado (entro il 31 dicembre). Inoltre, nei prossimi mesi, la nuova Giunta regionale definirà le competenze specifiche del nuovo organo e le sue modalità di relazione con le Unioni dei comuni. Nel nuovo assetto, il comune capoluogo avrà per legge un ruolo fondamentale, ma avranno altrettanto un ruolo rilevante anche i 54 comuni che compongono il territorio metropolitano perchè per la prima volta saranno parte attiva e integrata in un ente di secondo grado.

bologna-piano-strategico-metropolitano-logo-coloriDal mio punto di vista, è di fondamentale importanza che insieme interpretiamo le opportunità date dai fondi strutturali come un’unica realtà urbana e come comunità. Scegliere alcuni temi chiave per lo sviluppo mantenendo fede al Piano Strategico Metropolitano approvato.


One Comment on “Le linee POR-FESR 2014-2020: un’opportunità da cogliere insieme”

  1. […] sull’innovazione, sulla digitalizzazione e le infrastrutture materiali e immateriali. I fondi strutturali che stiamo discutendo possono essere un ambito fondamentale e dobbiamo aprire una fase nuova di confronto come territorio […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...