La #Collaborazione come frontiera della comunicazione pubblica: la nuova Iperbole

Nuova rete civicaA 20 anni dal lancio di Iperbole, il 15 dicembre prossimo sarà online la Nuova Rete Civica. La presentazione in un evento aperto al pubblico, con il Sindaco Virginio Merola, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, la Direttrice dell’Agenzia Digitale Nazionale Alessandra Poggiani e il Digital Champion del governo Renzi Riccardo Luna (invitato). Apriremo al pubblico la Nuova Rete Civica per offrire più informazione e trasparenza, più servizi on-line a cittadini, famiglie e imprese, più collaborazione per valorizzare i beni comuni. Cos’è la nuova Iperbole? È uno spazio digitale unico, ideato a seguito di un percorso partecipato nato a partire dai bisogni emersi durante i tavoli di lavoro dell’Agenda Digitale e del Piano Strategico Metropolitano, realizzato da un team di progettisti interno al Comune di Bologna supportato da partner esterni e finanziato attraverso fondi pubblici (Comune  e Regione) e privati. Da quando siamo arrivati, nel 2011, i risultati sono stati notevoli a livello di attenzione sul sito comunale. I visitatori di Iperbole hanno continuato a crescere: 2.485.575 nel 2012, 2.528.178 nel 2013, 1.960.822 ad agosto 2014, con un incremento sul 2013 del 15%. Così i profili del comune sugli account social Twiperbole e Comune di Bologna Rete Civica Iperbole: rispettivamente oltre 20 mila follower su Twitter e 6.600 fan su Facebook. Ora, per agevolare sempre più il rapporto tra PA e cittadini e favorire la creazione di una community, lanciamo la nuova versione che già nel 2015 sarà oggetto di nuove revisioni e miglioramenti in chiave metropolitana, grazie al coinvolgimento degli altri comuni. Il 15 dicembre, contestualmente al lancio, abbiamo deciso di rilasciare online il codice della Rete Civica, per dare la possibilità alla comunità digitale e alle altre pubbliche amministrazioni di riutilizzare o migliorare questo strumento.

A differenza dell’attuale, la nuova Iperbole presenta tre dimensioni dove cittadini, famiglie e imprese, accedendo da pc, smartphone e tablet, potranno trovare:

  • “Il Comune” – informazioni sulle attività istituzionali e politiche
  • “Servizi Online” – servizi online dedicati a cittadini e imprese, che potranno così rapportarsi in modo diretto e semplificato con la PA
  • “Comunità” – dedicato ai cittadini e ai progetti in corso, con accesso ai servizi di consultazione, partecipazione e collaborazione.

Con un unico log-in i cittadini bolognesi potranno accedere ai servizi online della PA e alle piattaforme di collaborazione. Proprio lo spazio Comunità è una novità che si lega all’adozione del Regolamento per la gestione dei Beni Comuni. Questo spazio è pensato affinchè tutti i cittadini, le imprese, le associazioni e i gruppi informali possano facilmente presentarsi, avere un blog e descrivere i propri progetti,  conoscere i progetti in corso e realizzati in città grazie alle mappe geolocalizzate; creare relazioni collaborative facilitando l’incontro tra domanda e offerta di risorse, competenze e know how. Chi aprirà il profilo generà in automatico il brand “è Bologna” con il proprio nome e avrà a disposizione un’agenda nella quale il Comune registrerà automaticamente tutte le scadenze, della persona, della famiglia o dell’impresa. In questa prima versione rilasciata, sono disponibili servizi digitali aggiuntivi rispetto a quelli attualmente fruibili, come il pagamento di tutte le multe tramite carta di credito (presto anche via bonifico) e l’accesso alle pratiche edilizie.

La versione che andrà online il 15 dicembre rappresenta il primo passo di un progetto di sviluppo della Rete Civica che ,secondo i nostri piani, durerà fino al 2016 quando si potrà allargare all’intera città metropolitana. Entro la fine dell’anno prossimo vogliamo estendere i nuovi principi alla comunicazione istituzionale all’interno dell’area “Il Comune”, implementare i Servizi Online disponibili per cittadini, famiglie e imprese, attivare uno spazio dedicato al crowdfounding e al sostegno delle relazioni civiche all’interno di “Comunità”. Ma saranno soprattutto iI “servizi online” ad essere oggetto della maggior parte degli investimenti in futuro, per rendere più accessibile e semplice la relazione tra PA e comunità locale.

 Dal 28 novembre, giorno della presentazione al 15 dicembre, quando la apriremo al pubblico,  la Nuova Rete Civica sarà in tour per una serie di incontri test con “la comunità di Iperbole”.

Abbiamo programmato un calendario di incontri con opinion leader e altri interlocutori, tra i quali i sindaci dell’area metropolitana, i presidenti di quartiere e i soggetti della comunità digitale locale, per presentare la nuova Iperbole e raccogliere i loro feedback.

Nell’attesa, per conoscere meglio il progetto e i costi dell’operazione, potete approfondire grazie a questa presentazione: “Il progetto della Nuova Rete Civica Iperbole”.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...