Bando Incredibol! 2014, registro coworking e bando internazionalizzazione artisti

Tre importanti novità per la creatività emiliana. Abbiamo presentato ieri il nuovo avviso pubblico del programma Incredibol! – l’innovazione creativa di Bologna, il progetto nato nel 2010 per sostenere le imprese culturali e creative emiliano-romagnole. Tra le novità di questa edizione, l’istituzione di un registo degli spazi di coworking e incubazione sull’esempio del Comune di Milano e un avviso pubblico per selezionare e sostenere l’internazionalizzazione degli artisti bolognesi all’estero. Tre opportunità per la creatività e le imprese innovative del territorio regionale, gestite dal Comune di Bologna con il sostegno della Regione Emilia-Romagna. Incredibol! continuerà infatti ad offrire di servizi di formazione e accelerazione per sostenere al meglio le  idea d’impresa selezionate, spazi affidati in comodato d’uso per 4 o più anni, fino a 10.000 euro di contributi economici e la possibilità di partecipare ad appuntamenti di rilevanza nazionale ed internazionale per il proprio settore produttivo di riferimento. Sono oltre 300 le realtà che hanno partecipato alle edizioni precedenti del bando e 46 le idee premiate. Una comunità di innovatori che coinvolgiamo continuamente in momenti di formazione, workshop ed eventi. Che vinca o meno, chi si candida farà parte della rete di Incredibol!. Il prossimo autunno, le realtà di questa community saranno coinvolte in alcuni workshop di codesign dello spazio Le Serre dei Giardini. Per tutti gli spazi di coworking e incubazione, invece, la possibilità di accreditarsi nel registro comunale permetterà di diventare nostri partner e in futuro accedere a possibili agevolazioni.

La scadenza per le candidature ad Incredibol! è il 30 ottobre. Potranno candidare i propri progetti d’impresa le associazioni, le neo-imprese e i professionisti del settore culturale e creativo provenienti da tutto il territorio regionale e attivi da non più di quattro anni. Incredibol! premierà i progetti più innovativi e ed economicamente sostenibili nei settori del design industriale e dell’artigianato, dell’industria del gusto, della moda, dell’editoria, della TV e della Radio, della pubblicità, del cinema, del patrimonio culturale, della musica e spettacolo, dell’architettura e dell’arte contemporanea.

Tra le principali novità di quest’anno, la possibilità di candidarsi anche per gli over 40, due menzioni speciali collegate al progetto URBACT II – Creative SpIN per valorizzare quei progetti che vogliono facilitare il passaggio di competenze e l’avvicinamento tra i settori produttivi tradizionali e quello culturale e una sezione specifica del bando dedicata all’avvio di un Registro degli spazi di coworking e incubazione.

Contestualmente ad Incredibol il Comune di Bologna lancia anche un nuovo avviso pubblico ( con scadenza a fine Novembre) per la selezione di progetti di internazionalizzazione dell’espressione musicale ed artistica bolognese, al fine di diffondere e rendere attraente l’immagine di Bologna nel mondo. A disposizione un contributo complessivo di 20.000 euro per aiutare musicisti, artisti e operatori culturali, soprattutto giovani, a presentarsi sul piano internazionale attraverso la partecipazione a festival, tournée, scambi e collaborazioni con diverse organizzazioni culturali. Si tratta di un programma di valorizzazione del riconoscimento ‘Bologna Città della Musica UNESCO’, inserito in un quadro di cooperazione internazionale in cui sviluppare momenti di scambio, promuovere la produzione musicale e artistica bolognese e favorire la creatività e l’innovazione del settore. Un sostegno ai nostri artisti affinché diventino ambasciatori di Bologna nel mondo.


3 commenti on “Bando Incredibol! 2014, registro coworking e bando internazionalizzazione artisti”

  1. […] Bando Incredibol! 2014, registro coworking e bando internazionalizzazione artisti. […]

  2. […] Posted: 25/07/2014 | Author: Matteo | Filed under: Innovazione e lavoro, Relazioni Internazionali | Tags: Coworking,Creatività, Cultura, Europa, Imprese, Incredibol, Le Serre, Musica, Startup, UNESCO |1 Comment […]

  3. […] l’interesse che in questi anni ho cercato di rafforzare, laddove possibile, sul fronte degli spazi collaborativi e delle tecnologie abilitanti, quando mi sono occupato di industrie creative o agenda digitale. […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...