Bloomberg: 21 città a Berlino per la sfida dei sindaci

Il pitch di Bologna all'Ideas Camp di BerlinoNeanche il tempo di recuperare il jetlag di Portland e una mattina passata con i commercianti di via Mazzini, sono ripartito alla volta di Berlino. Andata l’11 giugno scorso, rientro venerdì 13 in serata, per partecipare all’Ideas Camp rivolto dalla Fondazione Bloomberg alle 21 città europee finaliste nel Mayors Challenge 2014. Oltre a me erano parte del team anche Michele D’Alena (Agenda Digitale Comune di Bologna), Francesca Martinese (Ufficio Relazioni Internazionali Comune di Bologna) e Martina Lodi (Aster), tutti invitati e spesati dalla Fondazione. Il 23 aprile scorso avevamo ricevuto la notizia che il nostro progetto era stato selezionato tra quelli provenienti da 150 città di tutta Europa, passando alla fase finale. Entro il 31 luglio prossimo, il nostro gruppo di lavoro (composto da tanti colleghi della PA e non solo) dovrà consegnare una progettazione avanzata e definitiva che concorrerà per i premi finali: 5 milioni di euro per il primo e 1 milione di euro ad altre quatto idee. Il camp di Berlino è stato molto utile e straordinariamente interessante. L’ex Sindaco di New York è stato con noi nella nostra prima giornata, aperta da una sua conversazione con Alexander Ljung (fondatore di SoundCloud) e Zain Verjee (giornalista CNN). Bloomberg ci ha prima raccontato la sua ida di innovazione per poi ascoltare pazientemente i nostri pitch di presentazione. Da quel momento in avanti sono state due giornate di lezioni intensive dedicate ai metodi di progettazione e (Human centered design, Metrics, Open Innovation) seguiti passo passo da un gruppo di coach che ci sono stati assegnati.

Bologna ha proposto per questo premio, un modello su scala urbana chiamato #Angles4Bologna, fatto di laboratori di educazione informale e impegno civico per prevenire la disoccupazione giovanile insegnando a bambini tra i 6/8 e i 16 anni imprenditorialità e competenze del XXI secolo. I nostri quattro angeli sono gli educatori, gli imprenditori, gli hacker e i community manager o animatori. A loro ci rivolgiamo per creare un movimento di innovatori sociali, interessati a mettere a disposizione competenze per incontrare i ragazzi in laboratori e attività pratiche. Per fare ciò vogliamo collegare tre contenitori: le scuole, le imprese e gli spazi pubblici. Con questo programma intendiamo accellerare i percorsi di educazione all’imprenditorialità, per trasmettere abilità plurali ai ragazzi in giovane età, prevenendo il fenomeno NEET, ma non solo. Creare una comunità di Angels, farla incontrare attorno ad uno scopo comune, offrire loro dei servizi e degli spazi pensiamo possa generare relazioni, coprogettazione e collaborazione utili a fare crescere l’ecosistema locale e le reti dell’innovazione sociale. Questo percorso guarda a quello che stiamo per fare presso lo spazio delle Serre dei Giardini Margherita, nonchè alla nostra volontà/priorità nella prossima programmazione europea 2014-2020, di promuovere la cultura tecnica e di rivolgerci alla popolazione scolastica.

L’idea nasce da un percorso di progettazione che ha visto coinvolte le competenze del Comune di Bologna, imprenditori, educatori e professori di scuola superiore e università. Nei mesi di febbraio e marzo, sono stati organizzati a questo proposito due workshop di co-design che hanno coinvolto 70 persone, con la partecipazione di startup e grandi imprese del territorio. Un metodo nuovo e aperto che ha sprigionato la creatività e il valore civico di cui solo la nostra città è capace. Ne è emersa una proposta semplice e innovativa che parte dal mettere in valore quello che già esiste e che sappiamo fare per combattere il problema più grave che abbiamo di fronte: la disoccupazione dei giovani e la loro formazione. Per la fase finale, promuoveremo due nuovi workshop, questa volta dedicati al mondo dell’educazione e ai sindaci dell’area metropolitana bolognese.

Il sogno del Mayors Challende continua, ma comunque vada il nostro compito è di portarlo avanti. Di progetti sperimentali sono pieni cassetti. Ora è arrivato il momento di un investimento strutturale che cambi il mondo dell’educazione all’imprenditorialità e al saper fare. Rimanete con noi.

Il team di progetto al lavoro a Bologna

Il team a Berlino

Il team bolognese a Berlino

Il team bolognese ...ehm sempre a Berlino :)

Il team bolognese …ehm sempre a Berlino🙂

————————————————-

Budget della missione a Berlino: la mia segreteria ha preventivato 200 euro. Volo e alloggio sono stati sostenuti dalla Fondazione Bloomberg. Le spese che sono state sostenute da me e saranno rimborsate presentando un consuntivo con ricevute allegate. Riporterò sul blog quanto effettivamente liquidato.


2 commenti on “Bloomberg: 21 città a Berlino per la sfida dei sindaci”

  1. […] portato a partecipare al bando della Fondazione Bloomberg dedicato ai Sindaci europei proprio con un progetto dedicato alla messa in rete delle competenze imprenditoriali con le scuole superiori. Un percorso che ci ha permesso di incontrare decine di professori e […]

  2. […] portato a partecipare al bando della Fondazione Bloomberg dedicato ai Sindaci europei proprio con un progetto dedicato alla messa in rete delle competenze imprenditoriali con le scuole superiori. Un percorso che ci ha permesso di incontrare decine di professori e […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...