Il caso del Marsalino

In questi giorni ha fatto molto scalpore il provvedimento sul dehor dello storico locale il Marsalino a Bologna. Al gestore è stato notificato un provvedimento del settore Attività Produttive del Comune con cui si dispone la chiusura del dehors dalle 22 alle 6 di mattina del giorno successivo a causa del troppo rumore prodotto dagli avventori del locale: tre ore in meno rispetto all’orario fin qui rispettato (l’una di notte) e per tutta la durata della concessione della struttura. il provvedimento è stato preso in seguito alle segnalazioni di alcuni residenti dello stabile dove ha sede il Marsalino, assistiti dall’avvocato Galeazzo Bignami. Gli esposti dei residenti hanno prodotto l’intervento dell’ufficio comunale che ha chiesto ad Arpa di effettuare una rilevazione fonometrica dentro uno degli appartamenti posizionati sopra il Marsalino nella notte tra il 9 e il 10 maggio, registrando, a finestre aperte, un superamento di sei decibel del limite stabilito dalla legge. Da qui la decisione – in ottemperanza del regolamento acustico comunale e alle normative regionale e nazionale – di obbligare il Marsalino a chiudere il dehors alle 22 anziché all’una di notte. Di seguito posto il mio intervento sull’argomento pubblicato venerdì scorso da il Resto del Carlino. Il mio impegno è quello di riportare residenti e gestore al dialogo, per trovare un compromesso dignitoso ma ci sono alcuni punti da chiarire come cerco di spiegare qui.

 

Marsalino



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...