Convegno internazionale sui Portici di Bologna

Venerdì 22 e sabato 23 novembre in Cappella Farnese a Palazzo d’Accursio, si tiene il convegno internazionale “I portici di Bologna nel contesto europeo”. Il Comune di Bologna insieme con il “Centro Gina Fasoli per la storia delle città” (Università di Bologna) organizza una conferenza di due giorni per discutere e mettere a confronto diverse realtà cittadine nelle quali i portici si configurano (o si sono configurati) come elemento peculiare del paesaggio urbano. Il convegno contribuirà alla costituzione del dossier per il completamento della candidatura dei Portici di Bologna nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.

Bologna è generalmente considerata la città in cui sono presenti, non solo nel centro storico medievale, la maggior quantità di portici sia nell’edilizia pubblica, civile ed ecclesiastica, sia nell’edilizia privata. Un rilevamento effettuato all’inizio degli anni Novanta del secolo scorso ha evidenziato la presenza di ben 38 km di portici nell’area delimitata dalle mura del secolo XIII, a cui si aggiungono i 4 km del portico che collega la città alla basilica di S. Luca sulla collina della “Guardia” e il Portico degli Alemanni (650 m) fuori della Porta di Strada Maggiore. Non è rilevante solo la quantità dei portici presenti in Bologna, ma anche la loro qualità e la capacità di evolversi nel tempo sperimentando di volta in volta gli stilemi architettonici e adattandoli sia all’edilizia più povera sia a quella aulica.

Appare ora necessario confrontare questa realtà bolognese con quanto è stato realizzato in altre città, non solo per valutare l’esegesi dei portici, ma soprattutto per comprendere come, attraverso i secoli, essi si siano evoluti o siano scomparsi, quali condizioni (storiche, sociali, estetiche, topografiche, ecc.) ne abbiano determinato la storia, quale percezione ne hanno avuto gli abitanti e quale sensazione/impressione hanno stimolato nei visitatori, quale sia stata e sia ancora la loro fruizione da parte dei cittadini e di quanti frequentano la città per studio, per lavoro o per turismo.

Il convegno è aperto al pubblico previa iscrizione.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...