I lampioni smart della Bolognina

Wifi pubblico, telecamere per il controllo dei parcheggi e videosorveglianza sono questi i servizi che saranno garantiti dall’installazione di alcune di decine di pali intelligenti lungo via Fioravanti e Piazza Liber Paradisus, alla Bolognina. Grazie all’accordo siglato ieri dal Sindaco Virginio Merola e dal Presidente Luigi Nicolais, in rappresentanza di  Comune di Bologna e CNR, infatti, prende corpo effettivamente il progetto “Smart Cities Test Plan”. Sviluppata dal CNR di Bologna in collaborazione con altri partner, la tecnologia in questione offre la possibilità di gestire una piattaforma per offrire servizi nella zona di accesso e prospiciente agli uffici comunali in Piazza Liber Paradisus e dietro alla Stazione Alta Velocità attraverso azioni di digital advertising (informazioni veicolate su smartphone e wifi) rivolte a cittadini e turisti. Le smart city non sono solo “lampioni intelligenti” si dice spesso… in questo caso “…ma anche”.

In procinto di essere installati entro il 2013, i dispositivi della piattaforma offriranno collegamento ad Internet tramite hot-spot WiFi pubblici, sicurezza attraverso la videosorveglianza del suolo pubblico, ottimizzazione del traffico tramite controllo dell’occupazione dei singoli stalli di sosta del parcheggio su via Fioravanti. Inoltre, la piattaforma Smart consentirà di telecontrollare e telegestire, tramite applicativi web-based, l’impianto di illuminazione pubblica antistante gli uffici, ottenendo cospicui risparmi sia energetici (30%) che manutentivi (45%).

La particolarità delle soluzioni che verranno installate è la quasi totale assenza di opere murarie per l’alimentazione e il collegamento dati dei dispositivi poiché, per entrambe le funzioni, verranno utilizzate esclusivamente le linee elettriche pubbliche già presenti sul territorio cittadino. Il sistema quindi, attraverso la trasmissione su onde convogliate, utilizzerà il concetto del lampione intelligente per sfruttare gli impianti elettrici già esistenti come una rete LAN capillare e diffusa sul territorio cittadino, consentendo notevoli risparmi economici per l’installazione degli apparati.

Si tratta di una sperimentazione per Bologna e per il nostro paese, che in futuro potrebbe aprire ad un allargamento dei servizi anche in altre parti della nostra città.


One Comment on “I lampioni smart della Bolognina”

  1. […] a quelle mirate allo sviluppo del senso civico (pulizia e riqualificazione di muri e marciapiedi, illuminazione, banda larga e wi-fi), dai progetti per il riuso dei negozi vuoti e dell’incremento dell’attrattività per […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...